Psicologia

Donne in gravidanza, un questionario per comprendere i cambiamenti imposti dal Covid-19

Di Sara De Giorgi
gravidanza
20 aprile 2020
Alcuni ricercatori del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS) dell'Università di Padova, che si occupano dello studio del benessere delle future mamme in gravidanza e della crescita dei bambini nei primi momenti della vita, hanno lanciato un questionario per comprendere l'impatto dei cambiamenti imposti dall'emergenza epidemiologica sul benessere e sulle abitudini delle future mamme.

L'emergenza sanitaria da COVID19 ha cambiato la vita di tutti, ma, in modo particolare, ha avuto un forte impatto sulle abitudini di vita delle donne in gravidanza.

Sono tanti gli interrogativi che le future mamme si pongono e le risposte non sono ancora del tutto certe, poiché il coronavirus è nel mondo soltanto da qualche mese.

 

Per questo motivo alcuni ricercatori del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS) dell'Università di Padova, che si occupano dello studio del benessere delle future mamme in gravidanza e della crescita dei bambini nei primi momenti della vita, hanno deciso di lanciare un questionario per comprendere l'impatto dei cambiamenti imposti dall'emergenza epidemiologica sul benessere e sulle abitudini delle donne in dolce attesa.

 

Donne in gravidanza, questionario per comprendere meglio i cambiamenti imposti dal Covid-19

 

I ricercatori hanno spiegato che la partecipazione di tutte le future mamme al questionario, consultabile qui, in questo momento specifico, darebbe loro l'opportunità di studiare e comprendere meglio se e come il contesto attuale possa influenzare l'esperienza della gravidanza, magari generando preoccupazioni, pensieri, o altre condizioni che ancora non conosciamo e che solo le future mamme possono aiutarci a capire.

 

Le conoscenze acquisite grazia al questionario potranno, in seguito, favorire la capacità di ideare e realizzare modalità di supporto per il benessere di mamme e bambini nei primi anni della loro vita, e favorire percorsi di salute e sviluppo e di salute anche nelle età successive.

Alcuni approfondimenti su coronavirus e bambini: