Home Gravidanza

Come dormire in gravidanza: le posizioni più sicure nell'ultimo trimestre

di Valentina Murelli - 24.06.2021 - Scrivici

dormire-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Molti esperti sostengono che la posizione migliore, e la più sicura, per dormire in gravidanza sia quella sul fianco sinistro. Uno nuovo studio smentisce questa convinzione

Durante l'ultimo trimestre di gravidanza i medici consigliano di dormire sul fianco, in particolare quello sinistro, perché questa posizione aiuterebbe il sangue e le sostanze nutritive ad affluire al piccolino. Da evitare, invece,la posizione a pancia in su perché associata a un aumento del rischio di morte in utero. Una nuova ricerca condotta negli Stati Uniti, su un campione di quasi 9000 donne incinte, sembra però smentire questa convinzione.

In questo articolo

Come dormire in gravidanza

Dormire in gravidanza può diventare stressante per le future mamme, in particolar modo negli ultimi mesi quando il pancione è un po' "ingombrante". E allora gira e rigira, fino a che non si trova la posizione giusta per addormentarsi. Ma come si dovrebbe dormire in gravidanza? Alcuni studi sostengono sia preferibile dormire sul fianco, altri invece che si può tranquillamente dormire a pancia in su. Proviamo a capirci qualcosa una volta per tutte!

Nel 2017 sul British Journal of Obstetrics and Gynaecology viene pubblicato uno studio in cui si afferma che la posizione migliore per dormire in gravidanza sarebbe quella sul fianco sinistro, evitando assolutamente la posizione a pancia in su perché aumenterebbe il rischio di morte in utero. Già altre indagini in passato avevano evidenziato l'associazione tra posizione sulla schiena durante il sonno e rischio di morte in utero, un evento che nei paesi ricchi colpisce circa 2-5 feti ogni 1000 tra le 28 settimane e il momento del parto.

A questo studio, coordinato dall'Università di Manchester, avevano partecipato circa 1000 donne in gravidanza: circa un quarto purtroppo hanno subìto la morte del loro bimbo nel terzo trimestre, mentre le altre hanno dato alla luce un bimbo sano. Tutte hanno risposto a un questionario che prendeva in considerazione vari aspetti clinici e relativi allo stile di vita, dal peso materno all'abitudine al fumo, alle abitudini relative al sonno. Alla fine, si è visto che il rischio di morte in utero era più alto per le donne che, la sera prima del tragico evento, erano andate a dormire mettendosi in posizione supina. La ricerca si è concentrata sulla posizione assunta proprio nel momento in cui la donna va a letto, considerata particolarmente importante perché si sa che la posizione nella quale ci addormentiamo è quella che manteniamo più a lungo.

Posizione supina e rischio di morte fetale

Secondo i ricercatori dello studio dell'Università di Manchester sembrerebbe che dormire in posizione supina sia più pericoloso  perché il peso della pancia e del bambino comprimerebbe i vasi sanguigni materni, riducendo il flusso di sangue che arriva all'utero via placenta.

Un importante studio americano, però, sembra smentire questa teoria!

Un nuovo studio su come è meglio dormire in gravidanza

I ricercatori dell'Università dello Utah, coordinati dal primario di ginecologia e ostetricia Robert Silver, hanno esaminato i dati relativi a quasi 9.000 donne incinte (8.706 per la precisione) per capire se la posizione supina fosse effettivamente più rischiosa rispetto a quella sul fianco.

A differenza degli altri studi condotti, in cui si partiva dalle donne che avevano già partorito, i ricercatori dell'Università dello Utah hanno seguito le quasi 9.000 donne incinte per 30 settimane, sottoponendole periodicamente a un questionario sulle abitudini relative al sonno fino al momento del parto.

I risultati dello studio, pubblicati sulla rivista scientifica Obstetrics & Gynecology hanno mostrato che le posizioni tenute dalle donne quando andavano a dormire o quando si svegliavano non sembravano influire sul rischio di complicazioni per il feto.

Il rischio di complicazioni era maggiore solo nelle donne:

  • in sovrappeso o obese;
  • con ipertensione;
  • con diabete (già prima della gravidanza);
  • che fumavano.

Non preoccupatevi quindi se durante la notte non riuscite a dormire solo sul lato sinistro o se non riuscite a controllare i movimenti durante il sonno, la posizione assunta non crea complicanze per il feto.

E voi, quale posizione preferite per dormire in gravidanza?

Sul fianco destro o sinistro

La posizione sul fianco è considerata una delle migliori posizioni per dormire in gravidanza. Alcuni siti e alcuni medici consigliano alle donne in gravidanza di dormire sul fianco sinistro, magari con le ginocchia piegate, perché questa posizione aiuta l'attività renale ed è adatta per chi soffre di bruciore di stomaco e/o di nausea frequente.

Inoltre, alcuni anni fa un piccolo studio neozelandese aveva mostrato che le donne che dormono sul fianco sinistro hanno un rischio inferiore di morte in utero rispetto a quelle che dormono sul fianco destro. Questo risultato, però, non è mai stato confermato da altri studi.

Per dormire meglio, soprattutto negli ultimi mesi, può essere utile mettere un cuscino tra le gambe per mantenere dritta la colonna vertebrale. Si possono utilizzare anche i cuscini specifici per la gravidanza che possono essere messi sia tra le gambe che sotto il pancione per sostenerlo.

A pancia in su

La posizione non è pericolosa per la futura mamma e per il suo bambino, ma dormire a pancia in su, per via del peso del pancione, potrebbe causare dolori alla schiena. Se invece siete comode a pancia in su, nessun problema, anzi potreste approfittarne per mettere un cuscino sotto i piedi. Verso gli ultimi mesi di gravidanza, infatti, è facile avere qualche problema di circolazione e tenendo la testa più bassa rispetto alle gambe potrete migliorare la situazione.

A pancia in giù solo nei primi mesi

Durante i primi mesi di gravidanza dormire a pancia in giù non è assolutamente un problema, mentre diventa decisamente improbabile riuscire a farlo a partire dal secondo trimestre quando la pancia inizia a essere ben evidente.

I consigli per dormire meglio in gravidanza

Una corretta igiene del sonno è fondamentale per riposare meglio e le regole generali si possono applicare anche alle donne in gravidanza.

1. Scegliere un buon materasso: sembrerà banale, ma sul letto trascorriamo almeno 6 ore al giorno ed è importante che in quel lasso di tempo sia stia comodi. Il materasso può influire sulla postura e sulla qualità del nostro riposo.

2. Andare a letto sempre alla stessa ora: una "routine del sonno" è importante per migliorare il risposo e ridurre il tempo necessario ad addormentarsi.

3. Consumare pasti serali leggeri: anche fare attenzione a cosa si mangia e si beve, soprattutto la sera, è un'accortezza molto utile quando si aspetta un bambino. Caffè, tè e altre bevande contenenti caffeina andrebbero totalmente evitate perché possono incidere sul tempo che ci si impiega a prendere sonno.

4. Eseguire un leggere movimento fisico: per liberarti dallo stress e dalle mille preoccupazioni tipiche della gravidanza, soprattutto quando il momento del parto si avvicina, prova con qualche semplice esercizio di yoga. Un po' di attività fisica aiuta a rilassarsi e ad aumentare l'elasticità del corpo.

Domande e risposte

In gravidanza è meglio dormire sul fianco destro o sul fianco sinistro?

Per contrastare il bruciore di stomaco, frequente in gravidanza, la soluzione è quella di cercare di restare sdraiate sul fianco sinistro, evitando il destro.

Cosa fare se si soffre di insonnia durante la gravidanza?

Se soffrite di una lieve forma d'ansia che vi causa insonnia, basta preparare una buona tisana alla melissa e fare qualche esercizio di respirazione prima di andare a dormire.

Revisionato da Francesca De Ruvo

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli