Nostrofiglio

Disturbi gravidanza

Aereofagia in gravidanza

pancione-donna-incinta

05 Marzo 2014
Durante i nove mesi può capitare di avere una sensazione di aria nello stomaco. Le regole per contrastarla: mangiare più lentamente, bere all’occorrenza tisane al finocchio ed eventualmente assumere farmaci antimeteorici.

Facebook Twitter Google Plus More

L’aerofagia in gravidanza è dovuta ad un rallentamento fisiologico della motilità gastrointestinale, per cui lo svuotamento dello stomaco avviene in tempi più lunghi e si digerisce con più difficoltà.

“Il disturbo può essere presente sia nei primi mesi, quando le variazioni ormonali portano un rilassamento della muscolatura di tutto l’apparato digerente, sia nella seconda parte della gravidanza, quando l’equilibrio ormonale si assesta ma contemporaneamente aumenta il volume dell’utero” osserva la ginecologa Rossana Sarli: la crescita del feto infatti determina una riduzione dello spazio di stomaco ed intestino ed un ulteriore rallentamento dei tempi di svuotamento gastrico ed intestinale, in aggiunta ad altri disturbi tipici come il reflusso gastroesofageo ed il bruciore di stomaco”.

Per attenuare l’aerofagia può esser d’aiuto fare bocconi piccoli e masticare più lentamente, per evitare di ingerire aria insieme al cibo. Utili anche tisane a base di finocchio selvatico, una pianta che facilità la motilità gastro-intestinale, e, se il fastidio è più intenso, farmaci antimeteorici come il simeticone, che rompe le bolle d’aria e favorisce l’eliminazione dei gas.

Scopri gli approfondimenti sui disturbi in gravidanza

Ti potrebbe interessare: nausea in gravidanza

Se vuoi confrontarti con altre future mamme, entra nel forum sezione disturbi in gravidanza