Dizionario gravidanza

Incompatibilità Rh / test di Coombs

testdicombs400x300.jpg
01 Novembre 2013
L'incompatibilità Rh si manifesta con la reazione del sistema immunitario materno, che produce anticorpi che attaccano le cellule del sangue del feto.
Facebook Twitter Google Plus More

L'incompatibilità Rh è una reazione del sistema immunitario materno con produzione di anticorpi che attaccano le cellule del sangue del feto. Questa reazione si può verificare nel corso di una seconda gravidanza in una mamma che ha un gruppo sanguigno Rh negativo con un feto di gruppo Rh positivo qualora il sangue dei due venga a contatto, e solo se durante la precedente gestazione c'era già stato lo stesso tipo di contatto.

LEGGI ANCHE LE ALTRE VOCI DEL DIZIONARIO DELLA GRAVIDANZA

La ricerca degli anticorpi responsabili si effettua tramite un prelievo di sangue materno con il Test di Coombs indiretto, che viene ripetuto ogni mese nelle gestanti Rh negative per controllare che la reazione non avvenga. Sempre per evitare questa reazione, dopo una procedura invasiva, dopo il parto o dopo un aborto si somministra alla donna Rh negativa una profilassi con immunoglobuline.

 

A cura delle dott.sse Letizia Stefano, Marta Mauri, Evita Calvi, Letizia Laffranchi, Federica Quadrelli, Karina Makarenko, specialiste di ASM, l’Associazione per lo Studio delle Malformazioni Onlus, ginecologhe presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica, Ospedale San Paolo, Polo Universitario, Milano.

 

Ti potrebbe interessare: Cos'è l'incompatibilità del fattore Rh?, Fattore Rh: rischi sotto controllo, Fattore Rh: la mini guida sull'incompatibilità