Dizionario gravidanza

Gravidanza extrauterina

Di Nostrofiglio Redazione
ecografia-gravidanza.180x120
1 novembre 2013 | Aggiornato il 23 febbraio 2015
Durante la gravidanza extrauterina l’impianto dell’embrione e il suo successivo sviluppo avvengono in una sede diversa rispetto alla cavità dell’utero. Generalmente è una gravidanza che si interrompe e regredisce spontaneamente.

Nella gravidanza extrauterina l’impianto dell’embrione e il suo successivo sviluppo avvengono in una sede diversa rispetto alla cavità dell’utero, più frequentemente nella tuba, ma anche a livello del collo dell’utero, dell’ovaio o della cavità addominale.

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE VOCI DEL DIZIONARIO DELLA GRAVIDANZA

Si diagnostica tramite ecografia, che riconosce la sede anomala della gestazione, e con il monitoraggio delle beta-hCG (per questo ormone si veda la relativa voce nella scorsa puntata). Generalmente è una gravidanza che si interrompe e regredisce spontaneamente. In alcuni casi però, il danno alle strutture coinvolte è tale da costituire una vera e propria emergenza e da mettere a repentaglio la vita della donna interessata.

 

A cura delle dott.sse Letizia Stefano, Marta Mauri, Evita Calvi, Letizia Laffranchi, Federica Quadrelli, Karina Makarenko, specialiste di ASM, l’Associazione per lo Studio delle Malformazioni Onlus, ginecologhe presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica, Ospedale San Paolo, Polo Universitario, Milano.

 

Ti potrebbe interessare: Gravidanza extrauterina, Endometriosi, Fertilità: dalla fecondazione naturale alla procreazione assistita