Dizionario gravidanza

Raschiamento

donna-aborto
04 Novembre 2013
Il raschiamento è un intervento chirurgico che prevede lo svuotamento della cavità uterina con l'asportazione del materiale in essa contenuto ed è una procedura che normalmente viene effettuata in anestesia generale.
Facebook Twitter More

Il raschiamento, intervento chirurgico che prevede lo svuotamento della cavità uterina con l'asportazione del materiale in essa contenuto, è una procedura che normalmente viene effettuata in anestesia generale.

LEGGI ANCHE LE ALTRE VOCI DEL DIZIONARIO DELLA GRAVIDANZA

Un raschiamento viene praticato di solito successivamente ad un aborto spontaneo, in seguito alla ritenzione di materiale placentare dopo il parto, o come strumento diagnostico-terapeutico nel caso di sanguinamenti uterini anomali, polipi o piccoli fibromi. Il materiale asportato viene poi inviato in laboratorio per essere analizzato.

A cura delle dott.sse Letizia Stefano, Marta Mauri, Evita Calvi, Letizia Laffranchi, Federica Quadrelli, Karina Makarenko, specialiste di ASM, l’Associazione per lo Studio delle Malformazioni Onlus, ginecologhe presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica, Ospedale San Paolo, Polo Universitario, Milano.

Ti potrebbe interessare: Rimanere incinta dopo un aborto spontaneo; Minaccia di aborto tardivo o parto pretermine; Aborti spontanei ripetuti

Forum: qui le mamme parlano di Raschiamento

LA STORIA DA MAMMENELLARETE: INCINTA DOPO DUE ABORTI

Ho 25 anni e la mia bellissima storia inizia a 16 anni, quando conosco il mio fidanzato, che poi è diventato mio marito...

Leggi la storia Incinta dopo due aborti