Home Gravidanza Feto

Quando si comincia a sentire il battito cardiaco feto?

di Penelope Greco - 05.06.2021 - Scrivici

battito-cardiaco-feto
Fonte: Shutterstock
Ascoltare il battito cardiaco feto è una delle cose più emozionanti della gravidanza. Ma quando si comincia a sentire?

Il momenti più emozionante della prima visita ginecologica è poter sentire il battito del bambino. Il medico ti fa sdraiare sul lettino e con l'ecografo ti fa vedere un piccolo fagiolino e poi eccolo lì, lo sfarfallio. Quello è il cuore del tuo piccolo, che batte velocissimo. Ma da quando si può sentire e a quanto batte?

In questo articolo

Battito cardiaco feto: quando inizia a sentirsi

Il battito cardiaco fetale può essere rilevato già a 34 giorni (poco meno di 6 settimane) di gestazione con un'ecografia transvaginale ad alta frequenza di buona qualità, come una lunghezza della groppa della corona (CRL) di appena 1-2 mm. 

Entro le  6 settimane, il cuore dell'embrione – che ora batte 110 volte al minuto – ha quattro camere vuote, ciascuna con un'entrata e un'uscita per consentire al sangue di fluire dentro e fuori di esse. In sole altre due settimane, quel numero salirà a 150-170 battiti al minuto.

Con tutta questa crescita, probabilmente sarete in grado di sentire il battito cardiaco fetale per la prima volta intorno alle 9-10 settimane di gravidanza, anche se il momento preciso può variare. A questo punto saranno circa 170 battiti al minuto, una velocità che da qui in avanti rallenterà. Per sentirlo il medico o l'ostetrica posizioneranno un dispositivo a ultrasuoni portatile chiamato Doppler sull'addome, per amplificarne il suono.

Battito cardiaco feto: a quanto batte

Il battito è visibile per la prima volta all'ecografia intorno alle 6 settimane di gestazione. La frequenza cardiaca fetale in questa fase è generalmente compresa tra 100 e 120 battiti al minuto (bpm).

Una normale frequenza cardiaca fetale (FHR) di solito varia da 120 a 160 battiti al minuto (bpm) nel periodo in utero. È misurabile ecograficamente da circa 6 settimane e l'intervallo normale varia durante la gestazione, aumentando a circa 170 bpm a 10 settimane e diminuendo da allora a circa 130 bpm a termine.

Evoluzione attraverso la gestazione
Sebbene il miocardio inizi a contrarsi ritmicamente entro 3 settimane dopo il concepimento (dalle cellule pacemaker miocardiche depolarizzate spontaneamente nel cuore embrionale) è visibile per la prima volta all'ecografia intorno alle 6 settimane di gestazione. La FCF è quindi di solito di circa 100-120 battiti al minuto (bpm).

FHR poi aumenta progressivamente nelle successive 2-3 settimane diventando:

~110 bpm (media) entro 5-6 settimane
~170 bpm entro 9-10 settimane

Segue una diminuzione della FHR che diventa in media:

~150 bpm entro 14 settimane
~140 bpm entro 20 settimane
~130 bpm per termine
Sebbene nel feto sano la frequenza cardiaca sia generalmente regolare, può essere consentita una variazione da battito a battito di circa 5-15 battiti al minuto.

Patologia correlata
Una frequenza cardiaca fetale lenta è definita bradicardia fetale ed è solitamente definita come:

FCF <100 bpm prima della 6,3 settimane di gestazione, oppure
FCF <120 bpm tra 6,3 e 7,0 settimane

Una frequenza cardiaca fetale rapida è definita tachicardia fetale ed è solitamente definita come:

FCF >160-180 bpm 5,7
La FC intorno a 170 bpm può essere classificata come tachicardia fetale borderline
Una frequenza cardiaca fetale rapida e irregolare viene solitamente definita tachiaritmia fetale.

Come viene ascoltata e monitorata la frequenza cardiaca

Il battito cardiaco del tuo bambino può essere ascoltato in molti modi diversi, a intervalli regolari (auscultazione intermittente) o continuamente (monitoraggio fetale elettronico (EFM).

Auscultazione intermittente

È dove il battito cardiaco del tuo bambino viene ascoltato a intervalli regolari con un pinard o un piccolo dispositivo a ultrasuoni portatile chiamato Doptone. Se sei in buona salute e hai avuto una gravidanza senza problemi, questo è il modo consigliato per ascoltare il battito cardiaco del tuo bambino durante il travaglio. Quando la gravidanza e il travaglio non sono complicati, la ricerca ha ora dimostrato che l'uso del monitoraggio fetale elettronico continuo non migliora l'esito per il bambino.
Le ostetriche e i medici ascoltano il battito cardiaco del tuo bambino per un intero minuto, ogni 15 minuti una volta stabilito il travaglio e poi più frequentemente man mano che ti avvicini al parto.

Monitoraggio elettronico continuo del feto (EFM) 

È il punto in cui il battito cardiaco del tuo bambino viene ascoltato continuamente utilizzando una macchina che produce una stampa su carta chiamata cardiotocografo (CTG). La macchina EFM funziona con due cuscinetti (trasduttori) ciascuno delle dimensioni di un sottobicchiere, tenuti in posizione sull'addome con due cinghie elastiche. Uno è posizionato verso la parte superiore del tuo addome, in modo che si trovi sopra l'estremità superiore del tuo grembo (utero) per raccogliere le tue contrazioni; il secondo sarà posizionato sul tuo addome, sopra l'area in cui il battito cardiaco del tuo bambino può essere ascoltato meglio.

Le informazioni ricevute dai trasduttori vengono convertite dall'elettronica all'interno della macchina per produrre una stampa su carta millimetrata. L'EFM che utilizza i due trasduttori esterni è un metodo non invasivo. A volte, per ragioni che ti verranno spiegate, il battito cardiaco del bambino viene rilevato utilizzando un piccolo elettrodo che viene posizionato sulla testa del bambino e collegato con un filo sottile alla macchina, e questo significherebbe che dovresti avere un esame interno (vaginale) affinché ciò accada.

Come sentirlo

L'angel sound è un apparecchietto di uso domestico che rileva il battito cardiaco fetale, una sorta di miniaturizzazione del rilevatore utilizzato durante la visita ostetrica. Ce ne sono con la cuffia oppure con altoparlante e display e basta appoggiarli sulla pancia per sentire il cuoricino del bambino battere.

I rilevatori del battito fetale sono prodotti sicuri ed affidabili, a patto che riportino il marchio di approvazione per l'importazione in Europa (il marchio CE), che ne garantisce la qualità. E sono sicuri anche sul feto.

L'angel sound sfrutta l'effetto doppler delle onde sonore meccaniche, analogamente ai sonar che vengono utilizzati dalle navi per rilevare la profondità dei fondali. Il consiglio è di usarlo dalla 12-14ma settimana di gravidanza fino alla 20esima.

Anomalie battito cardiaco feto

Il ritmo di un cuore sano richiede un'attenta coordinazione per pompare adeguatamente il sangue in tutto il corpo. Questo ritmo è controllato da impulsi elettrici che consentono il riempimento e lo svuotamento sincronizzati delle quattro camere del cuore. Molte condizioni possono far sì che gli impulsi elettrici che controllano il cuore siano irregolari, troppo veloci (tachicardia) o troppo lenti (bradicardia).

L'aritmia cardiaca fetale, o battito cardiaco irregolare, è un motivo comune per il rinvio a un cardiologo fetale. Nella maggior parte dei casi, un battito cardiaco troppo lento o troppo veloce è temporaneo. In questi casi, il tuo team controllerà da vicino la tua gravidanza. Meno del 2% delle irregolarità del battito cardiaco fetale rappresentano vere aritmie cardiache. Tuttavia, se l'aritmia cardiaca non viene diagnosticata o non viene trattata, può portare a seri problemi per il bambino, inclusa l'insufficienza cardiaca congestizia.

Entro le 16 settimane di gravidanza, il cuore del feto è completamente formato e batte a una velocità compresa tra 110 e 160 battiti al minuto (bpm). Un tempo si pensava che i casi lievi di aritmia fossero benigni, ma ora i medici riconoscono che qualsiasi battito cardiaco irregolare dovrebbe essere identificato e monitorato attentamente per garantire il miglior risultato per il bambino.

Le aritmie cardiache fetali sono spesso classificate come una delle seguenti:

  • Bradicardia - Frequenza cardiaca inferiore a 100 bpm
  • Blocco cardiaco congenito
  • Contrazioni atriali premature (PAC)
  • Tachicardia sopraventricolare o flutter atriale – Frequenza cardiaca superiore a 180 bpm

Sintomi e cause

La condizione viene spesso notata per la prima volta quando il medico ascolta il battito cardiaco fetale a circa 10-12 settimane di gravidanza. Tuttavia, l'anomalia del ritmo potrebbe non iniziare prima della gravidanza. In genere, la madre non ha sintomi e non nota alcun cambiamento nel movimento fetale.

La causa della maggior parte delle aritmie è sconosciuta, ma alcuni casi possono derivare da uno squilibrio elettrolitico, da un'infiammazione, da farmaci o da una condizione genetica ereditaria. Casi gravi di aritmia possono essere causati da un difetto cardiaco come il blocco cardiaco congenito o da una condizione ereditaria nota come sindrome del QT lungo.

Test e diagnosi

Se si sospetta un'aritmia, verranno prescritti ulteriori esami, incluso un ecocardiogramma fetale. Questo test aiuterà il tuo cardiologo fetale a diagnosticare se l'aritmia del tuo bambino è causata da un problema con la struttura del cuore.

Fonti articolo: Radiopedia - Fetal heart rate in the first and second trimester, NHS - Listening to your Baby's Heartbeat, Texas Childrens

Aggiornato il 03.06.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli