Gravidanza

Coccole al piccolo II

bruciore_stomaco_incinta
25 Agosto 2008
Canta, fai festa e siesta pomeridiana: ecco alcuni consigli che fanno bene alla futura mamma e al bambino. La prima puntata della serie "Coccole al piccolo" è stata pubblicata la scorsa settimana.
Facebook Twitter Google Plus More

Seconda puntata 'Coccole al piccolo'

11. Facciamo festa

Canta che al piccolo piace e concediti cibi gustosi

Canti poco? Durante la gravidanza cerca di sforzarti: quando canti infatti automaticamente respiri in modo più profondo, allargando la cassa toracica. Cosa che stimola il bambino nella pancia. Ricordati anche che a lui piacciono le feste, l'atmosfera allegra che si respira e l'affetto di tutta la famiglia. Ogni tanto poi concediti qualche cosa di buono da mangiare e fidati delle tue sensazioni che ti spingeranno a preferire i piatti leggeri a quelli più elaborati. Un improvviso apporto di calorie infatti non nutre particolarmente bene il tuo piccolo, perché il tuo metabolismo è talmente impegnato a smaltirle da far arrivare poche sostanze nutritive nella placenta.

12. Appuntamento in piscina

L'acqua aiuta a sorreggere i pesi - in acqua infatti il peso corporeo diminuisce di un terzo, cosa che durante la gravidanza è molto piacevole! Le gambe, senza peso da sorreggere, si muovono agevolmente. Inoltre la leggera pressione dell'acqua aiuta i vasi sanguigni e permette al sangue delle gambe di circolare più velocemente. Con un tubo da piscina sotto le braccia potrai controllare la posizione della pancia. Una posizione che crei maggiore spazio nella piccola piscina dove nuota il vostro piccolo.

13. Massaggio ai piedi

Molte ostetriche sono esperte in riflessologia plantare. Un massaggio ai piedi può essere molto stimolante. E quando vengono sollecitati i punti giusti si riscalda tutta la zona addominale, pura energia per il bambino. Il tuo partner può imparare la tecnica giusta, ma va bene anche se semplicemente ti strofina e massaggia i piedi. I risultati migliorano se il massaggio viene fatto con olio di sesamo.

14. Gambe in alto

Le gambe ora devono sopportare un peso notevole, verso la fine della gravidanza almeno 15 chili in più. Ogni tanto occorre defaticarle e la cosa migliore da fare è tenerle in alto: una sensazione piacevole per te e per il bambino. Da sdraiate il sangue non ristagna nelle gambe e permette di far arrivare più ossigeno e sostanze nutritive al piccolo.

15. Siesta pomeridiana

Non è vero che devi fare un pisolino di un'ora o più ogni pomeriggio, anche 20 minuti sul divano (in ufficio magari distese su due sedie) sono sufficienti a ridare energia al tuo bambino. La siesta al pomeriggio diventa particolarmente importante dopo la 20esima settimana, quando la placenta preme sugli altri organi. Da sdraiate la posizione è più rilassata, la circolazione nella placenta migliora e quindi il tuo bambino avrà più energie.

Indugia ancora un po' nel letto, con il tuo lui, stretti l'uno all'altra, in dormiveglia

16. Pensieri d'amore

Domenica mattina. Sei a letto con la persona che ami, al caldo e stretti l'uno all'altra, in dormiveglia. Le vostre mani si intrecciano sul grembo. Tenete gli occhi chiusi e sognate insieme: come sarà tra un anno? Come sarà la vita con una culla in soggiorno? Con il bimbo per mano? Con il nostro bambino che ci chiamerà "mamma" e "papà"? Puoi starne certa: il tuo bambino si sentirà accarezzato dai vostri pensieri pieni d'amore.

17. Una visita dell'ostetrica

Una visita di controllo a domicilio è spesso molto meno stancante e faticosa che non una visita dal medico. E ciò si riflette anche sulla pressione sanguigna. Niente camice bianco, niente ipertensione! Inoltre l'ostetrica ha in genere più tempo per rispondere a tutti i tuoi dubbi e a parlare delle tue paure. Poi ti sentirai più tranquilla e la pressione si manterrà regolare. Un'esperienza davvero rilassante per il bambino.

In Italia non sempre è possibile farsi visitare a casa dall'ostetrica, chiedi al consultorio più vicino

18. Alla luce del sole

A partire dalla 25esima settimana il feto comincia ad aprire gli occhi, i nervi ottici sono ormai sviluppati e le regioni del cervello che memorizzano le immagini sono in attesa di nuove emozioni. Anche se solo l'1% della luce raggiunge il bambino, nella pancia non è buio. Per farti un'idea, immagina una stanza col sole che batte su delle spesse tende di velluto rosso. Sfrutta perciò il sole invernale e quando fa capolino dalla finestra, scopri la pancia e mettila al sole. La ciliegina sulla torta? Concedersi una vacanza dove c'è la temperatura giusta per stare in costume.

19. Salire le scale

I bambini adorano essere cullati, sin dall'inizio. E ciò significa che già a partire dalla 12esima o 14esima settimana di gravidanza il piccolo reagisce al movimento ritmico. Esso stimola l'attività cerebrale e attiva le zone preposte alla sensazione di benessere e tranquillità. Con tutti i tuoi movimenti culli il piccolo nella pancia, ma potrai aumentargli il divertimento salendo le scale a piedi anziché prendere l'ascensore - in questo modo il dondolio si fa ancora più intenso.

20. Il battito d'ali di una farfalla

Le mamme descrivono i primi movimenti del loro bambino come il battito d'ali di una farfalla o come una bolla di sapone che si posa all'interno della pancia. Comincerai a sentire i suoi primi movimenti attorno alla 20esima settimana. Se aspetti il secondo figlio te ne accorgerai anche prima. Se Ciò che all'esterno viene percepito come un piccolo tremito è in realtà una capriola. Di contentezza - forse il tuo piccolo si è accorto che lo stai pensando.

Leggi la prima puntata di 'Coccole al piccolo'

Potrebbe interessarti anche:

- Gravidanza, che cosa sente il feto nel pancione

- La mamma trasmette al bimbo la felicità

- Pancione, se la mamma parla lui ascolta

- Il bambino si muove!