Home Gravidanza Feto

Trucchi e consigli per far muovere il feto dentro la pancia

di Elena Berti - 27.06.2022 - Scrivici

donna-incinta
Fonte: Shutterstock
Come far muovere il bambino durante la gravidanza: trucchi e consigli per svegliarlo e sentire i movimenti fetali e tranquillizzarsi

Come far muovere il bambino durante la gravidanza

Dal momento in cui si sente il primo movimento fetale, non si smette di pensarci: si muoverà abbastanza? Si muoverà troppo? Ha cambiato posizione? La posizione del feto è indicativa, soprattutto verso la fine della gravidanza, ma anche i movimenti possono dirci molto. Per questo non è sbagliato chiedersi come far muovere il bambino durante la gravidanza, soprattutto se è un po' che tutto tace.  

In questo articolo

Quando iniziano i movimenti fetali? Di solito dipende dalla corporatura della mamma, ma raramente si sentono prima del quarto, quinto mese (più quinto). All'inizio è un leggero sfarfallio, qualcosa di anomalo percepito attorno all'ombelico. Poi diventano vere e proprie capriole, calcetti, fino a diventare dei movimenti anche dolorosi a fine gravidanza, quando il bebè è grosso e spinge sugli organi. Ma i movimenti fetali sono sinonimo di buona salute, normalmente, per questo tranquillizzano le mamme che, se non li sentono per alcune ore, potrebbe sentire la necessità di stimolarli. Ecco perché è utile sapere come far muovere il bambino durante la gravidanza!

Sono gli ormoni che regolano i movimenti fetali, in particolari quelli legati allo stress, come adrenalina e cortisolo che, a loro volta, sono regolati dai ritmi circadiani (sonno e veglia). È proprio per questo, quindi, che la sera a letto i calcetti sono più percepibili! Ma non sono soltanto gli ormoni a influenzare i movimenti del bambino, anche il cibo gioca un ruolo importante, soprattutto i picchi di glicemia. Vediamo più nello specifico cosa fare se volete sentire il vostro bambino fare le capriole! 

Come stimolare i movimenti del bambino nella pancia

Il modo più classico per stimolare i movimenti fetali è, come avrete intuito, mangiare: sono gli zuccheri in particolare (anche i carboidrati, quindi) a svegliare il piccolo, che così inizia a muoversi.

Non è raro infatti che anche durante le ecografie alla mamma venga offerta un po' di cioccolata, o una caramella, affinché il bambino si muova e renda l'esame più semplice.  

Per influenzare positivamente i livelli ormonali, invece, è necessario rilassarsi. Mettete della musica, per esempio, e sdraiatevi sul divano, oppure sul letto. Come abbiamo detto, non appena lo stress diminuisce, il piccolo si risveglia. Anche il contatto è un ottimo modo per spingere il bambino a farsi sentire. Comode su una poltrona, la mano sulla pancia, parlate col piccolo, vedrete che si sveglierà. L'importante, però, è non essere in ansia!

C'è chi sostiene che anche la caffeina risvegli i feti pigri, ma sappiamo che non è un ingrediente particolarmente indicato durante la gravidanza. Allo stesso modo, c'è chi propone di correre e saltare per risvegliare il bambino aumentando la frequenza cardiaca e chi consiglia di stuzzicarlo con dei pizzicotti sulla pancia, dove vi sembra di sentire una parte del corpo. Ci sono anche medici che, per farli muovere durante gli esami, premono con veemenza sulla pancia, ma non ci sentiamo di suggerirvi questo metodo.  

I modi migliori per far muovere un feto nella pancia della mamma sono mangiare qualcosa che contiene zuccheri e rilassarsi. Se avete dei dubbi sui movimenti fetali, soprattutto nel terzo trimestre, rivolgetevi al vostro medico e non aspettate troppo tempo per paura di passare male! 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli