Home Gravidanza Feto

Sindrome feto-alcolica: cos'è, come riconoscerla e come prevenirla

di Sara Sirtori - 03.09.2020 - Scrivici

alcol-gravidanza
Fonte: Shutterstock
La sindrome feto-alcolica è una malattia rara. L'alcol è estremamente dannoso per il feto e può avere gravi effetti sul sistema nervoso centrale. Vediamo quali sono le cause, le conseguenze e le cure.

Sindrome feto-alcolica: cos'è

La sindrome feto-alcolica (FASD) è una malattia del feto-neonato,  che comprende un insieme di problemi fisici, comportamentali e neurologici che possono verificarsi in un feto esposto all'alcol e che possono avere implicazioni per tutta la vita, con costi personali, familiari e sociali assai elevati.
Analizziamo le cause, le conseguenze, le cure e la prevenzione della sindrome feto-alcolica.

In questo articolo

Il consumo di alcol in gravidanza

L'elevata frequenza del consumo di alcol prima e durante la gravidanza è un problema piuttosto comune e sottolinea la necessità di educare tutte le donne in età riproduttiva sui potenziali effetti dannosi dell'esposizione all'alcol sul feto in via di sviluppo.
Non esiste un livello sicuro di consumo di alcol durante la gravidanza.

L'alcol ingerito dalla madre giunge dopo pochi minuti nel sangue del feto, ma il feto non può metabolizzare l'alcol perché è privo degli enzimi adatti a questo compito, di conseguenza l'alcol ed i suoi metaboliti si accumulano nel suo sistema nervoso e in altri organi danneggiandoli.
L'alcol influisce sulla crescita e sullo sviluppo fetale in tutte le fasi della gravidanza, le linee guida e le società mediche nazionali ed internazionali raccomandano in maniera assoluta l'astinenza completa durante la gravidanza.
In questo modo si elimina il rischio di difetti congeniti legati all'alcol e di disabilità dello sviluppo, compresi i problemi neurocognitivi e comportamentali. 

Sindrome feto-alcolica: le cause

L'alcol assunto in gravidanza può indurre malformazioni del feto con effetti irreversibili sul sistema nervoso centrale.
Le anomalie a carico del cervello comprendono un ridotto volume cerebrale globale, con riduzioni e disfunzioni in alcune importanti per le funzioni neuro-intellettive e motorie, quali:

  • il lobo frontale
  • i nuclei striato e caudato
  • il talamo e il cervelletto
  • il corpo calloso
  • l'amigdala

Queste aree influenzano lo sviluppo cognitivo, la memoria, l'apprendimento, la coordinazione motoria e la percezione del tempo. I problemi causati da un'esposizione all'alcol variano da bambino a bambino, ma i difetti causati dalla sindrome feto-alcolica non sono reversibili.

Sindrome feto-alcolica: le conseguenze

Le conseguenze della sindrome feto-alcolica comprendono principalmente alterazioni della forma (dismorfismi) del volto (fessure palpebrali strette, naso corto e piatto, labbro superiore sottile di colore rosso acceso, scarso sviluppo della mascella e della mandibola), anormalità del sistema nervoso centrale (SNC) e ritardo della crescita.

L'esposizione all'alcool prima della nascita può causare difetti fisici come:

  • Deformità di articolazioni, arti e dita
  • Crescita fisica lenta prima e dopo la nascita
  • Difficoltà visive o problemi di udito
  • Circonferenza della testa e dimensioni del cervello piccole
  • Difetti cardiaci e problemi ai reni e alle ossa

Problemi con il cervello e il sistema nervoso centrale:

  • Scarsa coordinazione o equilibrio
  • Disabilità intellettiva, disturbi dell'apprendimento e sviluppo ritardato
  • Scarsa memoria
  • Problemi con l'attenzione e l'elaborazione delle informazioni
  • Difficoltà nel ragionamento e nella risoluzione dei problemi
  • Difficoltà a identificare le conseguenze delle scelte
  • Scarse capacità di giudizio
  • Nervosismo o iperattività
  • Stati d'animo in rapido cambiamento

Problemi sociali e comportamentali:

  • Difficoltà a scuola
  • Difficoltà ad andare d'accordo con gli altri
  • Scarse abilità sociali
  • Difficoltà ad adattarsi al cambiamento o passare da un'attività all'altra
  • Problemi con il comportamento e il controllo degli impulsi
  • Scarsa comprensione del concetto di tempo
  • Problemi a mantenere il compito assegnato
  • Difficoltà a pianificare o lavorare per un obiettivo

Sindrome feto-alcolica: come si cura

I bambini con sospetta sindrome feto-alcolica dovrebbero essere indirizzati a un team qualificato di specialisti per una valutazione che includa l'esame delle caratteristiche facciali e valutazione neuro-comportamentale del bambino.
Questo team può comprendere pediatri, psichiatri, psicologi, neurologi, genetisti clinici, logopedisti, terapisti occupazionali, assistenti sociali e terapisti educativi.

Sindrome feto-alcolica: come si previene

  • Non bere alcolici se stai cercando di rimanere incinta. Se non hai già smesso di bere, smetti non appena sai di essere incinta o se pensi di essere incinta. Non è mai troppo tardi per smettere di bere durante la gravidanza, ma prima smetti, meglio è per il tuo bambino.
  • Continua a evitare l'alcol durante la gravidanza. La sindromefeto-alcolica è completamente prevenibile nei bambini le cui madri non bevono durante la gravidanza.
  • Considera l'idea di rinunciare all'alcol durante gli anni della gravidanza, se sei sessualmente attivo e stai facendo sesso non protetto. Molte gravidanze non sono pianificate e possono verificarsi danni nelle prime settimane di gravidanza.
  •  Se hai un problema di alcol, chiedi aiuto prima di rimanere incinta. Chiedi un aiuto professionale per determinare il tuo livello di dipendenza dall'alcol e per sviluppare un piano di trattamento.

Altre fonti per questo articolo:

Mayo Clinic: Fetal alcohol syndrome

CDC: Basics about FASDs

Ministero della Salute: la sindrome feto-alcolica

Epicentro.ISS: Sindrome alcolico fetale

Ospedale Bambino Gesù: Sindrome feto-alcolica

E' concesso un bicchiere di vino in gravidanza?

Uno studio italo-spagnolo ha indagato la consapevolezza di neonatologi e pediatri circa la pericolosità dell'alcol in gravidanza e ha appurato che, sebbene oltre il 60% dei professionisti italiani e circa l'80% di quelli spagnoli si siano definiti consapevoli al riguardo, circa la metà dei primi e il 40% dei secondi hanno ammesso di aver permesso alle donne in gravidanza un bicchiere di vino o di birra in alcune occasioni.

Domande e risposte

Se si è in dolce attesa, si può bere un bicchiere di vino nelle occasioni particolari?  

L’assunzione dell’alcol in gravidanza, anche saltuariamente, dovrebbe essere evitata, in quanto non esiste nessuna evidenza scientifica su una quantità certa sicura per il feto.

In gravidanza sono vietate anche le torte o i dolci che contengono negli ingredienti piccole quantità di vino/amaro ecc.?   

La quantità di alcol comunemente presente nei dolci è minima e quindi non dannosa per il feto.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli