Home Gravidanza

Gravidanza, qual è l'eta giusta per avere un bambino?

di Angela Bisceglia - 03.05.2013 - Scrivici

eta_giusta.180x120
A 20 anni l'attesa di un bambino viena affrontata con meno paure, a 30 anni la scelta è più ragionata mentre a 40 ogni istante diventa speciale. Insomma, ogni età può essere quella giusta.

Consulenza di Enzo Esposito, responsabile della Sezione di Ostetricia dell’Ospedale di Lugo (RA) e past-president dell’Associazione Scientifica Andria.

“Un tempo si diceva - e ci si comportava di conseguenza - che le gravidanze al di sotto dei 20 anni e quelle oltre i 40 erano le più problematiche” esordisce Esposito: “nel primo caso perché il fisico non sarebbe ancora maturo per portare avanti una gravidanza e sopportare un parto, nel secondo caso perché non sarebbe più in grado di affrontare entrambe le esperienze.

Ebbene, il fisico è sicuramente, in parte, responsabile dell’andamento della gravidanza, ma non si può affermare a priori che a 40 anni vi siano maggiori problemi. Oggi le donne tra 40 e 50 anni sono decisamente diverse rispetto alle loro coetanee anche di pochi decenni fa: sono superattive e curatissime tanto da essere ‘forti’ almeno come molte ventenni!

“Personalmente, dopo anni di pratica ostetrica, sono giunto alla conclusione che si può condurre felicemente una gravidanza e partorire nel migliore dei modi a qualunque età. Sono anche convinto che, se affrontare una gravidanza dopo i 35 anni può significare, per le donne, avere rischi in più rispetto a fasce di età precedenti, sia possibile assisterle con le stesse possibilità di successo e di soddisfazione da parte loro, rispetto alle gravidanze in donne di 20 e 30 anni.

Certo, possono essere più frequenti gli aborti, i parti prematuri o i bambini di basso peso, si devono eseguire più frequentemente amniocentesi o villocentesi, possono esservi disturbi come maggior affaticamento, comparsa di varici e di emorroidi, di ipertensione, gestosi, intolleranza agli zuccheri, ma niente di tutto ciò può valere la rinuncia alla maternità. Si deve solamente seguire la gravidanza più scrupolosamente, mettendo in conto maggior attenzione alla salute e all’alternanza quotidiana di attività e riposo. Tutto ciò non significa limitare le signore, ma far loro trascorrere bene la gravidanza con tutti gli effetti psicologici benefici del ‘volere essere mamma’.

Tutte le risposte su età e gravidanza

Vuoi discuterne con altre mamme? Entra nel forum

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli