Home Gravidanza

Primo trimestre di gravidanza: tutto quel che c'è da sapere

di Sara Sirtori - 17.11.2022 - Scrivici

primo-trimestre-di-gravidanza
Fonte: shutterstock
Primo trimestre di gravidanza: quando inizia e quando finisce, quali sono i sintomi, quanti kg si prendono, quali sono i rischi e cosa fare e non fare

Primo trimestre di gravidanza

Il primo trimestre di gravidanza è la fase più importante per il proseguimento della gravidanza ed è un momento particolarmente delicato. In queste prime settimane sarà tutto un turbinio di emozioni: dal test positivo alla prime ecografia, dalle nausee ai primi cambiamenti nel tuo corpo. Ecco tutto quello che c'è da sapere qìsu questi primi mesi così delicati.

In questo articolo

Ancora prima del ritardo mestruale e del test di gravidanza positivo, gli ormoni, soprattutto estrogeni e progesterone, aumentano portando i primi mutamenti del corpo. È soltanto con il mancato ciclo mestruale che iniziano i primi segnali della gravidanza:

  • l'aumento del seno,
  • la nausea,
  • i cambiamenti al gusto e all'olfatto.

A inizio gravidanza sono normali:

  • sbalzi d'umore e stanchezza dovuti a cambiamenti ormonali
  • nausee mattutine che possono manifestarsi in qualsiasi momento della giornata e di solito si risolvono entro 20 settimane
  • perdite vaginali bianche
  • sonnolenza e stanchezza
  • minzione frequente provocate dai cambiamenti ormonali
  • tensione e dolore al seno
  • capogiri.

La prima visita prenatale è la più approfondita. Il ginecologo fa un'analisi approfondita della storia medica completa ed esegue alcune analisi per valutare la salute della mamma e del nascituro. La prima visita prenatale include:

Storia medica personale

  • Condizioni mediche precedenti e attuali, come diabete, ipertensione (ipertensione), anemia e / o allergie
  • Farmaci assunti (con prescrizione, da banco e integratori alimentari)
  • Precedenti interventi chirurgici

Storia medica della famiglia materna e paterna,

comprese malattie, disabilità intellettive o dello sviluppo e disturbi genetici

Storia ginecologica e ostetrica personale,

comprese gravidanze passate (parti, aborti spontanei, interruzioni di gravidanza ecc.) e storia mestruale (lunghezza e durata dei periodi mestruali)

Abitudini alimentari ed esercizio fisico:

discussione sull'importanza di una corretta alimentazione e sull'aumento di peso previsto in gravidanza; esercizio regolare; evitare alcol, droghe e tabacco durante la gravidanza.

Esame pelvico

Questo esame può essere svolto per uno o tutti i seguenti motivi:

  •  Verificare le dimensioni e la posizione dell'utero
  • Determinare l'età del feto
  • Controllare la dimensione e la struttura dell'osso pelvico

Pap test

Test di laboratorio, inclusi i seguenti

  •  Analisi delle urine, per lo screening di batteri, glucosio e proteine
  •  Analisi del sangue, per determinare il tuo gruppo sanguigno.

Tutte le donne in gravidanza vengono testate per il fattore Rh durante le prime settimane di gravidanza. L'incompatibilità Rh si verifica quando il sangue della madre è Rh negativo, il sangue del padre è Rh positivo e il sangue del feto è Rh positivo. La madre può produrre anticorpi contro il feto Rh positivo, che può portare ad anemia nel feto. Vengono monitorati i problemi di incompatibilità ed è disponibile un trattamento medico appropriato per prevenire la formazione di anticorpi Rh durante la gravidanza. Ci sono anche altri anticorpi del sangue che possono causare problemi in gravidanza che vengono sottoposti a screening durante la prima visita.

Esami di screening del sangue.

Vengono eseguiti per trovare malattie che potrebbero avere un effetto sulla gravidanza. Un esempio è la rosolia, pericolosa per le donne in gravidanza.

Test genetici.

Vengono eseguiti per trovare malattie ereditarie, come l'anemia falciforme e la malattia di Tay-Sachs.

Altri test di screening.

Vengono eseguiti per trovare malattie infettive, come malattie a trasmissione sessuale e infezioni del tratto urinario.

La prima visita prenatale è anche un'opportunità per porre domande al ginecologo o discutere eventuali dubbi che potresti avere sulla gravidanza.

Cosa fare nel primo trimestre di gravidanza

Ci sono alcune cose che possiamo fare per sentirci meno stanche e aumentare i livelli di energia:

  • riposare e dormire quando possibile;
  • assumere i multivitaminici prescritti dal medico;
  • non dimenticare l'acido folico (spesso contenuto negli stessi multivitaminici), indispensabile per prevenire le malformazioni del tubo neurale come la spina bifida. E' raccomandata una dose di almeno 0,4 mg al giorno di acido folico;
  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno;
  • mangiare spesso facendo piccoli pasti più volte al giorno e non lesinando frutta e verdura;
  • fare esercizio fisico regolare, ma senza stress. Perfetta una nuotata, una camminata, lo yoga;
  • chiedere aiuto per le incombenze quotidiane e accettare offerte di aiuto.

Primo trimestre di gravidanza, cosa non fare

Cosa non si può fare nel primo trimestre di gravidanza? È durante questo primo trimestre che il feto è più suscettibile ai danni dovuti a sostanze nocive, come alcol, droghe e alcuni medicinali e malattie come la rosolia.

A causa del rapido sviluppo del bambino e del rischio di aborto spontaneo, durante il primo trimestre si consiglia alle donne di evitare una serie di attività e alimenti.

  • Il fumo e le sigarette elettroniche: il fumo aumenta il rischio di aborto, di problemi alla placenta e di parto prematuro;
  • l'alcol: non esiste una quantità di alcol considerata sicura da bere durante la gravidanza e l'alcol può causare difetti alla nascita, aborto spontaneo e morte alla nascita e disabilità note come Disturbi dello spettro alcolico fetale (FASD);
  • carne e uova crude o poco cotte, così come le verdure non lavate: comportano il rischio di contrarre la listeriosi e la toxoplasmosi;
  • latticini non pastorizzati, pesce crudo, carni lavorate e salumi: possono contenere batteri come la salmonella, la listeria, l'E.coli;
  • troppa caffeina: 2 tazze di caffè sono concesse, ma eccedere può influenzare il battito cardiaco sia della mamma che del bambino;
  • saune e vasche idromassaggio;
  • lampade UV perché potrebbero danneggiare la pelle e favorire la comparsa di macchie e fenomeni di iperpigmentazione.

Quanti kg si possono prendere le primo trimestre?

E' importante non mangiare per due e mantenere un peso nella norma. Nelle prime settimane non c'è bisogno di aumentare l'apporto calorico mentre nei due trimestri successivi sarà necessario aumentare la quantità di calorie assunte giornalmente. Quindi nel primo trimestre non dovrebbe esserci un aumento di peso sostanziale.

Qual è la settimana più a rischio di aborto?

L'aborto spontaneo è considerato una delle complicanze più comuni in gravidanza. Più dell'80% degli aborti spontanei si verificano entro le prime 12 settimane.

Quando inizia e quando finisce il primo trimestre di gravidanza

Il primo trimestre di gravidanza inizia a 0 settimane e si conclude a 13 settimane. In tutto, la durata considerata normale della gestazione è di 280 giorni (40 settimane).

  • Primo mese: dal primo giorno dell'ultima mestruazione fino a 4 settimane + 3 giorni (0w - 4w+3)
  • Secondo mese: da 4 settimane + 4 giorni a 8 settimane + 5 giorni (4w+4 - 8w+5)
  • Terzo mese: da 8 settimane + 6 giorni a 13 settimane + 1 giorno (8w+6 - 13w+1)

Primo trimestre di gravidanza: lo sviluppo del feto

Il primo trimestre di gravidanza è un momento fondamentale per lo sviluppo del feto.

Anche se dall'esterno non c'è ancora nessun cambiamento visibile, in questo momento si stanno formando tutti i principali organi e sistemi del feto. In questa fase, l'uovo fecondato, lo zigote, si trasforma prima in morula e poi in blastocisti, che darà origine all'embrione. Ed è questo punto che lo stesso embrione passerà da pochi millimetri a circa 10 centimetri di lunghezza.

Quando l'embrione si impianta nella parete uterina, si formano:

  • Sacco amniotico. Un sacco pieno di liquido amniotico, nel quale il feto rimarrà immerso per tutta la gravidanza. Il liquido amniotico è il liquido prodotto dal feto e l'amnion (la membrana che copre il lato fetale della placenta) che protegge il feto dalle lesioni. Aiuta anche a regolare la temperatura.
  • Placenta. La placenta è un organo a forma di torta piatta che cresce solo durante la gravidanza. Si attacca alla parete uterina con piccole proiezioni chiamate villi. I vasi sanguigni fetali crescono dal cordone ombelicale in questi villi, scambiando nutrimento e prodotti di scarto con il sangue. I vasi sanguigni fetali sono separati dal flusso sanguigno da una sottile membrana.
  • Cordone ombelicale. Il cordone ombelicale è un cordone simile a una corda che collega il feto alla placenta, contiene due arterie e una vena, che trasportano ossigeno e sostanze nutritive al feto e i prodotti di scarto lontano dal feto.

Domande e risposte

Come  faccio a capire in quale settimana di gravidanza sono?

Il calcolo è semplice grazie allo strumento di Nostrofiglio.it per calcolare le settimane di gravidanza.

Come trovare sollievo dalle nausee?

Contro le nausee in gravidanza, molte donne si trovano bene con lo zenzero, in forma di tisane o biscotti. Si consiglia inoltre di mangiare sempre piccoli pasti in modo regolare.

Che cosa si deve evitare durante la gravidanza?

In gravidanza sono da evitare:

  • Fumo, droghe e alcolici
  • formaggi non pastorizzati
  • Uova crude
  • Carni e insaccati crudi se non si è immuni alla toxoplasmosi

Revisionato da Francesca Capriati

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli