40 SETTIMANE

Guida alla gravidanza settimana per settimana

Di Alice Dutto
07 Novembre 2016 | Aggiornato il 28 Settembre 2017
Cosa succede alla donna e al bambino nelle 40 settimane di gravidanza? Lo abbiamo chiesto ad Angela Dinoia, ostetrica di bhu-m Milano Mamme, e lo abbiamo letto ne “Il grande libro italiano della gravidanza” e sul sito del Ministero della Salute. Abbiamo così dato vita a una pratica agenda, che riporta gli appuntamenti da non perdere e le trasformazioni del vostro corpo, ma anche ciò che accade nella vostra mente
Facebook Twitter More
1_agendagravidanza

L'AGENDA DELLA GRAVIDANZA
Un ovulo e uno spermatozoo: la fecondazione. È così che comincia la gravidanza, che porterà poi alla nascita e alla vita di un nuovo essere umano. Di norma, il concepimento ha luogo due settimane dopo il ciclo mestruale, ma non è una regola fissa, per questo spesso il ginecologo prende come data di concepimento l'ultimo giorno della mestruazione. In tutto questo, la gravidanza dura circa 40 settimane, ma può variare da 37 a 42 settimane.

2_primotrimestredigravidanza

IL PRIMO TRIMESTRE
Entro le prime 10 settimane bisogna andare dal medico o da un'ostetrica per ricevere informazioni sull'assistenza alla donna, sui benefici di legge per maternità e paternità, sui corsi di accompagnamento alla nascita, sullo stile di vita da adottare e su come gestire i sintomi più comuni. Per quanto riguarda i test clinici, vi verrà misurata la pressione e il peso. Sono poi proposti: un esame delle urine; un esame del sangue per determinare il gruppo sanguigno e il fattore Rh, l’eventuale presenza di anemia o di altre malattie fra cui quelle infettive (rosolia, sifilide, HIV, nel caso della toxoplasmosi l'esame si ripete ogni mese se non si è immuni); un'ecografia per verificare, nei casi dubbi, la settimana di gravidanza; il pap test. In più, verranno offerte informazioni sulla diagnosi prenatale; si inizia poi a parlare dell’ecografia da effettuare nel secondo trimestre per rilevare eventuali anomalie del feto.

3_primasettimanadigravidanza

PRIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Un ritardo mestruale, senso di stanchezza e maggiore sensibilità dei seni: sono i tipici segnali che vi suggeriranno di essere in dolce attesa. Lo spermatozoo ha fecondato l'ovulo e in questo periodo arriva nell'utero materno. In generale, si può dire che “Nel primo trimestre, l’andamento dello sviluppo del bambino è estremamente prevedibile e la misurazione della lunghezza, che si può già effettuare alla 7^ settimana, è il modo più accurato per determinarne l’età effettiva” si legge nel libro. La misura classica del bambino viene fatta dalla testa all'osso sacro, piuttosto che dalla testa al tallone. Questo perché spesso il bimbo ha le gambe piegate.

4_secondasettimanadigravidanza

SECONDA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
L'ovulo fecondato continua a fare il suo percorso per arrivare nell'utero materno. Non ci sono significative manifestazioni nella donna, a parte qualche sintomo classico.

5_terzasettimanadigravidanza

TERZA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Dalla testa al sacro, il bimbo misura tra 0,36 e 1 mm. “L'ovulo fecondato si annida nella membrana uterina e continua a moltiplicarsi e a crescere”. Si è formata la “blastocisti”, cioè una sfera piena di liquido, che è costituita da diverse centinaia di cellule. Questa ora “si divide in due, con una metà all’interno dell’altra. La metà attaccata alla parete dell’utero darà origine alla placenta. Lo strato esterno formerà il cordone ombelicale, la cavità amniotica, e il corion (membrana protettiva dell’utero)”. La metà racchiusa all’interno, invece, si trasformerà nell’embrione. Potreste avvertire uno stimolo più frequente a urinare: il sintomo è dovuto alla pressione esercitata sulla vescica dall'utero che si sta allargando. Sintomo comune all’inizio della gravidanza è anche la stipsi, causata dall’aumento del progesterone nel sangue.

6_quartasettimanadigravidanza

QUARTA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Ora il futuro bebè è un embrione: si comincia a distinguere una testa e una coda, la cui lunghezza è di appena 1,25 mm. Cominciano a formarsi il sistema nervoso centrale, il cervello e la spina dorsale. “Ai lati della testa sono discernibili tracce degli occhi e delle orecchie; fegato e reni cominciano a svilupparsi e anche muscoli e ossa sono alle prime fasi di sviluppo, sebbene queste ossifichino più tardi. Si formano anche le pareti del cuore, che comincerà a battere alla fine della settimana”. A livello fisico, non si notano importanti cambiamenti, anche se potreste notare delle alterazioni nella percezione di gusti e odori, che potrebbero risultarvi deliziosi, o al contrario terrificanti.

7_quintasettimanadigravidanza

QUINTA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa settimana si assiste a una crescita rapidissima del bambino che raggiunge dimensioni che vanno da 2 a 4 millimetri. In questo periodo, assomiglia a un girino con il cuore piccolissimo, che però già batte. Anche il cervello è presente, mentre fegato e reni continuano a svilupparsi “e il tubo neurale, che collega il cervello alla colonna vertebrale, si chiude”. Cominciano a spuntare anche le braccia e le gambe e si cominciano a definire meglio la testa e il tratto digerente, ma anche la cavità addominale e toracica e la spina dorsale. Il sangue comincia a fluire nel sistema circolatorio. La pancia non è ancora cresciuta, mentre si continua a soffrire di un senso di stanchezza, soprattutto al mattino.

8_sestasettimanadigravidanza

SESTA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa settimana il piccolo, che misura tra i 4 e i 5 mm, assume un aspetto più umano. “Le macchie scure ai lati della testa diventeranno gli occhi, altri due fori sono le narici, e sono già visibili labbra, lingua e gemme dentali. Braccia e gambe si sono allungate e si intravedono le mani e i piedi”. È un momento molto delicato del suo sviluppo, perché si stanno formando tutti i suoi organi principali, quindi evitate ogni rischio. Voi vi sentirete più belle: occhi e capelli saranno più lucidi. È il momento in cui sorgeranno le prime nausee, che benché vengano dette “mattutine”, possono presentarsi in qualsiasi momento.

9_settimasettimanadigravidanza

SETTIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
A meno che non siate un'eccezione, mal di testa, voglie, seno dolorante, nausee e stanchezza caratterizzeranno questo periodo. Il bambino arriva a misurare anche 20 mm e si stanno definendo i tratti del suo viso. Cominciano a vedersi la lingua, le narici e anche la punta del naso. “Gli otto giorni successivi sono cruciali per lo sviluppo degli occhi e dell’orecchio interno, preposto all’equilibrio e all’udito”. La maggior parte degli organi interni è formata e l'intestino comincia a formarsi nel cordone ombelicale. “Sotto la pelle, ancora sottilissima, si vede la rete dei vasi sanguigni”. Cominciano anche a formarsi le ossa di braccia e gambe e le articolazioni. “Il bambino comincia a muoversi, anche se non riuscite ancora a sentirlo”.

10_ottavasettimanadigravidanza

OTTAVA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Ora l'embrione ha sembianze umane, che si possono vedere con l'ecografia tridimensionale. “Mani, piedi e arti crescono abbastanza velocemente. Le dita delle mani e dei piedi sono quasi complete e si formano i polpastrelli. Gli occhi sono quasi completamente coperti da palpebre e il naso ha preso forma”. Si forma poi anche il diaframma, il muscolo che permetterà al piccolo di respirare dopo la nascita. Dal punto di vista fisico, si accentuerà la sensazione di gonfiore e il mal di schiena nella zona lombarde; cominceranno a scurirsi le areole dei capezzoli, farete più spesso la pipì e avrete delle perdite vaginali; continueranno la stipsi e le nausee, che però finiranno spontaneamente entro la fine del primo trimestre.

11_nonasettimanadigravidanza

NONA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa settimana l'embrione diventa feto: misura tra i 31 e i 42 mm e pesa circa 5 grammi. La testa è ancora molto più grossa del corpo e occhi e naso sono perfettamente distinguibili. “Nelle gengive si formano venti piccolissime gemme dentali. I polsi e le caviglie si sono ormai formati e si distinguono anche tutte le dita delle mani e dei piedi”. Cominciano a formarsi anche i genitali, ma non si riesce ancora a capire il sesso.

12_decimasettimanadigravidanza

DECIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Da questo punto in poi, si passa la fase critica: il rischio di contrarre anomalie congenite o infezioni si abbassa, così come il pericolo di aborto. La pancia comincia a crescere. “Alla fine della settimana, il corpo raddoppia in lunghezza e la testa ne copre quasi la metà”, il piccolo misura tra i 44 e i 60 mm e pesa circa 8 grammi. “Già a questo stadio, il bambino è in grado di sbadigliare, succhiare e deglutire”. Gli organi vitali sono completamente formati e cominciano a funzionare. Esami: tra la 10^ e la 13^ settimana di gravidanza eseguirete la prima ecografia, che servirà a visualizzare il battito cardiaco fetale, controllare se la gravidanza è singola o gemellare e misurare le dimensioni del feto per capire quale sia la data di inizio di gestazione e la presunta del parto.

13_undicesimasettimanadigravidanza

UNDICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Il piccolo è completamente formato e ha un aspetto più umano. È possibile che il vostro appetito aumenti, ma bisogna stare attente a non prendere troppo peso . Esami: fino alla 13^ settimana, si possono eseguire la Traslucenza nucale, il bi-test e anche la villocentesi.

14_secondotrimestre

IL SECONDO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA
Il periodo va dalla 13^ alla 27^ settimana di gravidanza: si valutano gli esami già fatti e, nel caso di problemi, si verificano insieme a medico e ostetrica le possibili soluzioni. Viene poi misurata la pressione arteriosa e, dalle 24 settimane, anche la distanza fondo uterino-sinfisi pubica per verificare l'accrescimento fetale. Se non si è immuni, viene proposto un esame del sangue per rosolia e toxoplasmosi. In più, se si è a rischio diabete viene offerto il test della curva da carico di glucosio. Infine, è offerta e illustrata l’ecografia (detta comunemente morfologica) per la diagnosi di eventuali anomalie del feto, da eseguire fra le 19 e le 21 settimane.

14_dodicesimasettimanadigravidanza

DODICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
“Si è appurato che il bambino comincia ora a sviluppare il senso dell’udito. Le orecchie non saranno completamente formate fino alla 24^ settimana, ma si pensa che il bambino “senta” i suoni attraverso recettori di vibrazioni localizzati nell’epidermide”. Sulla vostra pancia, dall'ombelico al pube, comincia a vedersi la “linea alba”, una riga scura tendente al marrone, che divide a metà il pancione. Nei e lentiggini potrebbero diventare più scuri e più numerosi, soprattutto sul viso. La placenta ha iniziato a produrre gli ormoni della gravidanza e ciò avrà un effetto benefico sul vostro umore. Per quanto riguarda il sesso, potreste subire un calo del desiderio a causa degli ormoni.

15_tredicesimasettimanadigravidanza

TREDICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
È l'inizio del secondo trimestre e il bimbo cresce più velocemente. Il sistema nervoso ha cominciato a funzionare e comincia a sperimentare i movimenti dell’inspirazione e dell’espirazione, “anche se in questo suo mondo acquatico non ha bisogno di respirare, perché l’ossigeno gli arriva direttamente attraverso il cordone ombelicale e la placenta”. È il momento in cui dovrebbero scomparire le nausee e, anche se la pancia è piccola, comincia a tirare. Non sarete più stanche, ma piene di energia. Potreste aver preso un po' di peso (o averlo perso per le nausee) e soffrire di una leggera stitichezza. Questa è la settimana limite per misurare la glicemia, che serve per escludere un'intolleranza pre-gravidica.

16_quattordicesimasettimanadigravidanza

QUATTORDICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Mentre gli organi continuano a crescere, si stanno sviluppando i meccanismi che permetteranno al bimbo di sentire: “presto il bambino sarà in grado di percepire la voce e il battito del cuore materno”. Manca ancora molto tempo, ma il seno potrebbe cominciare a produrre un liquido giallo e sieroso, detto colostro. La pancia comincia a essere più evidente e, grazie alla produzione stabile di ormoni, vi sentirete meglio, più belle e cariche.

17_quindicesimasettimanadigravidanza

QUINDICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
“Le braccia e le gambe sono ormai completamente formate e le articolazioni funzionano […]. Il sistema nervoso del bambino funziona e i muscoli rispondono agli stimoli del cervello, così che è ormai in grado di coordinare i movimenti”. Non sentirete ancora le sue capovolte, ma percepirete solo un piccolo tremito, perché il liquido amniotico ammortizza i movimenti. Con l'ecografia si dovrebbe capire il sesso. Vi sentirete forti e rilassate e aumenterà la vostra libido. Sarete anche più belle, con pelle morbida, seno prorompente e capelli fluenti. Esami: è il momento in cui si può fare l'amniocentesi, esame molto importante per conoscere una serie di caratteristiche genetiche del bambino.

20_diciassettesimasettimanadigravidanza

SEDICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
“Il bambino ora riesce ad avvertire i suoni provenienti dall’esterno, e alcuni lo fanno sobbalzare”. Il piccolo, che ora pesa un etto circa, continua a crescere e la testa comincia a diventare più proporzionata rispetto al corpo. Ora è in grado di deglutire e di fare anche la pipì. In questa fase della gravidanza potreste soffrire di epistassi, ossia di perdita improvvisa di sangue dal naso, a causa della fragilità dei capillari dovuta alle variazioni ormonali. Sulla pelle, sempre più tesa, potrebbero comparire le prime smagliature.

21_diciottesimasettimanadigravidanza

DICIASSETTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Il bambino cresce e così anche il vostro peso (e la pancia), anche se bisogna fare attenzione a non ingrassare troppo. Per regolarvi leggete: quanto si può ingrassare in gravidanza? Potrebbe essere il momento giusto per comunicare al vostro datore di lavoro che siete in dolce attesa. Per quanto riguarda il bambino, “In questa fase che è la più attiva, il bambino non conosce tregua: si contorce, si gira, si dibatte, tira pugni e calci, stimolando al massimo i suoi riflessi […] Se il nascituro è un maschio, a questo punto si forma la ghiandola prostatica”.

22_diciannovesimasettimanadigravidanza

DICIOTTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa settimana “Le ghiandole sebacee cominciano a secernere la cosiddetta vernice caseosa, una sostanza oleosa densa e bianca che funge da barriera stagna e impedisce alla pelle di impregnarsi di liquido amniotico”. I nervi poi si ricoprono della mielina, “una sostanza lipidica, che li isola e consente il fluire rapido delle informazioni trasmesse dal cervello per la coordinazione del movimento”. Probabilmente, sarete costrette ad andare di frequente in bagno per fare pipì, ma potreste soffrire di un po' di stitichezza. Potreste anche avvertire dei giramenti di testa e vertigini dovute alla pressione bassa.

23_ventesimasettimanadigravidanza

DICIANNOVESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Dal quinto mese potreste sentire la pancia indurirsi: sono piccole contrazioni uterine fisiologiche. Possono anche segnalare che è necessario un maggiore riposo o, se continuano, è bene segnalare la cosa al ginecologo. “Il feto è giunto a metà del cammino. È ancora piccolo, ma cresce rapidamente. È questo uno stadio cruciale per lo sviluppo dei cinque sensi (gusto, olfatto, udito, vista e tatto). Ormai il bambino riesce a sentire e a riconoscere la voce della mamma”. Se il feto è una femmina, “a questo punto sarà già dotata di 2 milioni di ovuli nelle ovaie, ma già, al momento della nascita, il loro numero si sarà dimezzato”.

24_ventunesimasettimanadigravidanza

VENTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Le dimensioni cominceranno a essere importanti: in questa settimana si registrano un possibile affaticamento nella respirazione e perdite vaginali (trasparenti e inodori) anche molto abbondanti. Sono disturbi tipici, di cui non è necessario preoccuparsi. Il piccolo sta affinando i suoi sensi: “Sulla lingua sono comparse le papille gustative e le ramificazioni di cervello e nervi sono abbastanza avanzate da consentire il tatto”. Dovreste cominciare a capire quando è sveglio o dorme e quando dà i suoi calcetti.

25_ventiduesimasettimanadigravidanza

VENTUNESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa fase della gravidanza è possibile che aumentiate le vostre soste in bagno e che si verifichi un aumento del gonfiore ai piedi e alle gambe. Potreste poi soffrire di prurito cutaneo, che nella maggior parte dei casi si deve agli ormoni della gravidanza. Ora il bimbo pesa circa 350 grammi ed è lungo quasi 20 centimetri. “Ora ha le ghiandole sudoripare e la pelle è meno trasparente, sebbene si intravedano ancora i vasi sanguigni”. Se il piccolo è maschio, “i testicoli iniziano a scendere dalla cavità addominale nello scroto e cominciano a produrre una forma primitiva di sperma”.

26_ventitreesimasettimanadigravidanza

VENTIDUESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Le condizioni fisiche sono buone, nonostante l'aumento di peso. Con l'aumentare delle dimensioni potreste avere problemi alla schiena: scarpe comode e tacchi bassi, ma anche riposo con le gambe alzate vi darà sollievo. È anche il momento di tenere sotto controllo la pressione. L'udito del bimbo è ora sviluppato: “Il nascituro può distinguere suoni diversi provenienti dall’esterno dell’utero e dal corpo della mamma […] Alla nascita, il bambino riconosce la voce della mamma dal tono e dalla cadenza ed è quindi un bene che sia la mamma che il papà gli parlino molto durante la gravidanza”. Per incoraggiare la stimolazione neurologica, provate a dare dei colpetti sulla pancia quando parlate al piccolo.

27_ventiquattresimasettimanadigravidanza

VENTITREESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questo periodo potreste cominciare ad avvertire delle piccole contrazioni, quelle di Braxton Hicks, che non sono dolorose, ma che aiutano il corpo nella fase di preparazione al parto. Il piccolo arriva a pesare mezzo chilo e in questa settimana comincia a produrre i globuli bianchi e a potenziare soprattutto lo sviluppo dei polmoni.

28_venticinquesimasettimanadigravidanza

VENTIQUATTRESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questo periodo il piccolo comincia a prendersi i piedi e stringere le manine a pugno. “Nel frattempo, i nervi intorno alla bocca e alle labbra aumentano di sensibilità, preparando il bambino al compito essenziale di trovare il capezzolo materno subito dopo la nascita”. È questo un periodo particolarmente fertile per l'attività onirica: spesso alle donne in dolce attesa capita infatti di sognare il proprio piccolo. Potreste poi soffrire di ritenzione idrica, visibile soprattutto dal gonfiore di piedi e caviglie. Vi potrebbero poi spuntare delle smagliature sulla pancia, i fianchi e i seni. Infine, gli occhi potrebbero essere più sensibili e seccarsi con più facilità.

28_venticinquesimasettimanadigravidanza

VENTICINQUESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
È uno dei momenti migliori della gravidanza: vi sentite forti e piene di energia: le dimensioni del vostro utero sono più o meno quelle di un pallone di calcio o da rugby, potreste soffrire di un po' di mal di schiena da alleviare con esercizi specifici. È il momento di pensare al nome del bambino, ma anche alla sua sistemazione: avete già provveduto a preparare la sua cameretta? Il bimbo, intanto, continua a crescere “Il cuore aumenta il ritmo quando reagisce ai suoni, tanto che in alcuni casi il bambino si muove anche a ritmo di musica. Alcuni studi sull’attività cerebrale del feto dimostrano che a questo stadio il bambino è in grado di rispondere al tatto”.

29_ventiseiesimasettimanadigravidanza

VENTISEIESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Potreste continuare a soffrire di ritenzione idrica e potreste sentire gli arti più gonfi e pesanti. Per stimolare la circolazione, non rinunciate a un po' di moto: una passeggiata quotidiana non vi farà altro che bene. Un altro consiglio è quello di bere molto, per smaltire i liquidi in eccesso. Per quanto riguarda il bimbo, è questo il momento in cui sviluppa gli occhi: “Sembra che il bambino sia ormai capace di distinguere le variazioni di luminosità; alcuni studi hanno dimostrato che se l’addome materno viene illuminato da una torcia, il bambino tende a spostarsi in direzione del fascio di luce, in alcuni casi ad allontanarsene”.

30_ventisettesimasettimanadigravidanza

VENTISETTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
È questa la settimana che precede l'entrata nel terzo trimestre di gravidanza, in cui il bimbo prenderà più peso. “A questo stadio, gli piacerà sentire la vostra voce, quindi continuate a parlargli”. Anche il vostro aumento di peso da ora sarà più rapido. Potreste avere il fiato corso, perché il bimbo spinge sul diaframma e qualche problema di reflusso gastro-esofageo perché il pancione comprime lo stomaco. È arrivato il momento di iscrivervi al corso preparto.

31_terzotrimestre

IL TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA
Inizia l'ultima fase della gravidanza, che prevede una serie di esami in previsione del parto. In questo momento si controllano il livello di emoglobina nel sangue e la pressione. Si procede poi alla misurazione del feto per valutarne le dimensioni e sono proposti esami del sangue: per toxoplasmosi (se non si è immuni) e altre malattie infettive come epatite B, e poi sifilide e HIV che si possono ripetere, anche se non è obbligatorio. È poi obbligatorio fare un tampone per lo streptococco e possibile fare la profilassi anti-D alle donne con Rh negativo.

32_ventottesimasettimanadigravidanza

VENTOTTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
I vostri seni cominceranno a produrre il colostro, un liquido giallo sieroso, che sarà il primo latte che il bambino berrà e che contiene acqua, leucociti, proteine, grassi e carboidrati. A livello di disturbi, potreste continuare a soffrire di bruciore di stomaco, stipsi, emorroidi, gonfiori, prurito e incontinenza urinaria più le vene varicose. Il bimbo, che ora pesa più di un chilo, continua a ingrassare mentre gli organi interni si perfezionano, soprattutto il cervello. “Gli occhi si muovono nella loro sede e il bambino è più sensibile alla luce, ai suoni, al gusto e all’odorato. Attraverso la parete uterina riesce a riconoscere la differenza fra luce naturale e artificiale”.

33_ventinovesimasettimanadigravidanza

VENTINOVESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Potreste sentirvi stanche e registrare nelle analisi del sangue un'anemia da diluizione causata dall'aumento del volume di sangue in circolo. Le problematiche già sottolineate in precedenza, dal prurito al reflusso, fino al gonfiore, permangono. Per alleviare il fisico potreste provare con una fascia per la gravidanza, che ha un rinforzo sotto la pancia e per la schiena. Il bimbo comincerà a perdere la lanugine che finora ha ricoperto la sua pelle, mentre i capelli si faranno più grossi. “Stanno crescendo le unghie dei piedi […] A questo punto della gestazione, molti bambini si girano a testa in giù, la posizione più comune e più corretta per il parto. Preparatevi a sentire qualche potente calcio sotto la scatola toracica e pressioni sulla regione pelvica”.

34_trentesimasettimanadigravidanza

TRENTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Non ci sono grandi cambiamenti rispetto alle settimane precedenti. Potreste avere qualche problema sempre con la schiena, per cui vi consigliamo di praticare un po' di yoga. Il bimbo, che ora pesa 1,5 kg circa, continua ad aumentare di peso. Il cervello cresce, così come i polmoni che sono gli ultimi organi a perfezionarsi. “Il colore degli occhi comincia a vedersi appena ora, ma il colore definitivo apparirà solo dopo 6-9 mesi dalla nascita, perché la pigmentazione degli occhi si completa solo con l’esposizione alla luce”.

35_trentunesimasettimanadigravidanza

TRENTUNESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Pressione sulle pelvi, sul diaframma e sugli organi interni: sono le conseguenze dell'aumento di dimensioni del bambino. Nel sangue comincia a circolare la relaxina, che rende i legamenti del bacino più morbidi e favorisce il passaggio del bimbo nel canale del parto. Il piccolo “ha acquisito un’altra abilità: gira la testa da un lato all’altro. Gli organi continuano a svilupparsi, le unghie dei piedi sono complete e i capelli s’infoltiscono ulteriormente. Apre e chiude gli occhi continuamente, ma dorme per il 90-95% del tempo”.

36_trentaduesimasettimanadigravidanza

TRENTADUESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa e nella prossima settimana, vengono offerte informazioni sulle tecniche, come la moxibustione o le manovre esterne, per aumentare la possibilità che un feto in presentazione podalica si giri. Il vostro liquido amniotico sarà ai massimi livelli e rimarrà stabile fino alla nascita. “Noterete anche che le vostre azioni hanno una ripercussione sui suoi movimenti: la quantità di cibo che ingerite e il momento in cui mangiate, la posizione che assumete e i rumori esterni influenzano molto l’attività del bambino”. Fate delle pause per monitorare i suoi movimenti: se sentite 15 movimenti al giorno state tranquille che va tutto bene.

37_trentatreesimasettimanadigravidanza

TRENTATREESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Potrebbero aumentare le contrazioni uterine di preparazione al parto. Un fenomeno normale, da assecondare, a meno che non siano dolorose e frequenti. A quel punto è meglio mettersi a riposo e sentire il parere di un medico. I movimenti del feto sono più piccoli perché lo spazio è ristretto, se sono ritmici è perché ha il singhiozzo. “Potrebbe essersi già girato in posizione cefalica (con testa all’ingiù), sebbene il 3-4% dei bambini siano ancora stesi supini o con le gambe rivolte verso la cervice, nella cosiddetta presentazione podalica. Il medico può decidere di stimolare il cambiamento di posizione con una manovra chiamata 'versione cefalica esterna', che implica la manipolazione del basso addome e, generalmente, un periodo di degenza ospedaliera per monitorare gestante e feto”.

38_trentaquattresimasettimanadigravidanza

TRENTAQUATTRESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa settimana si inizia a parlare più approfonditamente del parto, del travaglio e delle opportunità a disposizione per affrontare il dolore. Prendete un appuntamento dall'anestesista se volete sapere di più sull'epidurale. È anche il momento di pianificare i contatti con l'ospedale in cui si è scelto di partorire. Nel caso nascesse prematuro sappiate che “Il 99% dei bambini che nascono a questo stadio non ha grossi problemi a sopravvivere”.

39_trentacinquesimasettimanadigravidanza

TRENTACINQUESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Non dimenticate di fare gli esercizi di ginnastica perineale per prevenire le perdite di urina e per rafforzare il pavimento pelvico, fattore che vi aiuterà nel parto, ma anche dopo per evitare problemi di incontinenza. “Indubbiamente avrete notato un cambiamento nei movimenti del bambino, perché l’utero sta diventando uno spazio molto ristretto. Potrebbe contorcersi meno a causa di questa costrizione, ma in genere i movimenti saranno più decisi e precisi. Potreste vedere sporgere sotto la pancia una parte del corpo del bambino, per esempio un gomito o un tallone”.

40_trentaseiesimasettimanadigravidanza

TRENTASEIESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa settimana il feto dovrebbe essere in posizione cefalica: se è ancora in presentazione podalica vengono fornite informazioni sulla possibilità di effettuare le manovre ostetriche esterne per farlo girare. La pancia potrebbe essersi un po' abbassata (o comunque lo farà nei prossimi giorni), perché il parto si sta avvicinando, e questo potrebbe rendervi il respiro più semplice e meno affannoso, ma farvi andare anche più spesso in bagno, perché il bimbo spinge sulla vescica. “La gravidanza è ormai considerata a termine, ossia il parto può avvenire in qualsiasi momento”. Il feto ha ormai l’aspetto di un neonato. “Se il travaglio comincia questa settimana, non c’è motivo di ritardarlo”.

41_trentasettesimasettimanadigravidanza

TRENTASETTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questo momento potrebbero aumentare le perdite vaginali e vedersi anche delle striature di sangue. Potreste poi cominciare ad avere paura del parto. In questo articolo potete trovare un po' di consigli per superarla. “Il bambino è clinicamente pronto al parto in qualsiasi momento […] Il medico potrebbe già darvi un’idea delle dimensioni effettive del bambino, ma sarà comunque solo un calcolo approssimativo, perché non si può sapere quanto sarà grande il bambino al momento del parto”.

42_trentottesimasettimanadigravidanza

TRENTOTTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Continuate a camminare, almeno 30 minuti al giorno: vi farà bene. Il bambino è completamente formato e potreste non sentire più tutti i suoi movimenti. “Al momento della nascita, il bambino ha almeno 300 ossa, più di quelle di un adulto, che sono 206. Alcune di queste ossa, infatti, si fonderanno durante la crescita”.

43_trentanovesimasettimanadigravidanza

TRENTANOVESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
Comincerete a sentire alcuni sintomi che avvertono l'organismo che il parto si sta per avvicinare: maggior pressione nelle pelvi e la possibilità di perdere il tappo mucoso, oltre all'intensificazione delle contrazioni di Braxton Hicks. Il travaglio inizierà però solo quando le contrazioni saranno più intense e prolungate. “Dotato di oltre 70 riflessi diversi, il bambino è ormai pronto a cominciare la sua nuova vita fuori dal grembo materno”. Per voi è invece il momento di pensare al post partum: ecco come affrontare i 40 giorni dopo il parto.

44_quarantesimasettimanadigravidanza

QUARANTESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA
In questa settimana vengono offerte molte informazioni sull’assistenza dopo il parto, sugli esami che vengono proposti subito dopo la nascita, sull’allattamento al seno e sulla cura del neonato. Non spaventatevi se il bimbo non dovesse nascere: la gravidanza ha una durata infatti che varia dalle 38 alle 42 settimane. Ci vorrà solo un po' più di tempo!

L'AGENDA DELLA GRAVIDANZA
Un ovulo e uno spermatozoo: la fecondazione. È così che comincia la gravidanza, che porterà poi alla nascita e alla vita di un nuovo essere umano. Di norma, il concepimento ha luogo due settimane dopo il ciclo mestruale, ma non è una regola fissa, per questo spesso il ginecologo prende come data di concepimento l'ultimo giorno della mestruazione. In tutto questo, la gravidanza dura circa 40 settimane, ma può variare da 37 a 42 settimane.
Facebook Twitter More