Home Gravidanza

Cosa aspettarsi da i primi giorni di una gravidanza

di Elena Berti - 10.05.2022 - Scrivici

inizio-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Primi giorni di gestazione: quali sono i sintomi, come comportarsi, quali cambiamenti avvengono nel corpo e nell'umore a inizio gravidanza

Inizio gravidanza: sintomi, cambiamenti e cosa fare

I primi giorni giorni di gravidanza sono molto particolari e sono numerose le donne che si chiedono cosa accadrà. Dopo il test positivo, infatti, scatta la ricerca dei sintomi e dei cambiamenti ma parte anche la macchina organizzativa. Vediamo com'è l'inizio gravidanza e cosa bisogna aspettarsi. 

In questo articolo

Inizio gravidanza, tante domande

Ok, ci siamo. Il test è positivo, oppure lo sono le Beta, e non ci sono più dubbi: aspettate un bambino. E ora, che si fa? L'inizio gravidanza è un momento che porta con sé tantissime domande, ansia, curiosità, paure. Se il bambino è desiderato si spera intensamente che vada tutto bene, se non lo è ci si chiede quale sia la decisione giusta da prendere, si fanno ipotesi, calcoli. Insomma, ogni donna vive i primi giorni dopo il test a modo proprio, ma sicuramente per chi cerca un bambino ci sono molti elementi in comune! Vediamo quali sono le principali domande che si fanno le future mamme (e anche i futuri papà!). 

Se sul test di gravidanza appare la seconda linea, anche debole, non ci sono dubbi, siete incinte. La prima cosa da fare è contattare la propria ginecologa e fissare un primo appuntamento. Alcune donne - in particolare chi ha avuto in passato gravidanze biochimiche, aborti spontanei, difficoltà di concepimento o ancora ha fatto un percorso di PMA - effettuano il prelievo delle beta hcG per stabilire se la gravidanza va a buon punto. Non è un passaggio obbligatorio, serve solo ad avere un'indicazione di come sta procedendo ma, in ogni caso, non si può fare niente. 

In Italia, solitamente, si effettua una visita privata nei primi giorni di gravidanza, intorno alla sesta o settima settimana, in modo da verificare che l'impianto sia avvenuto in utero e che ci sia battito (meglio non farla prima, perché il battito non si sentirebbe ancora). Anche questa visita non è obbligatoria ma è consigliata per verificare soprattutto che l'embrione sia al posto giusto e non si tratti di una gravidanza extrauterina.

Inizio gravidanza e burocrazia

In occasione di questa prima visita di solito la ginecologa fornisce tutte le informazioni su come i svolgeranno i nove mesi: esami del sangue, ecografie, eventuali test genetici, visite e curva da carico glicemico. In genere fornisce già le prescrizioni per poter richiedere al proprio medico di base le ricette "rosse", quelle che garantiscono l'esenzione. È importante, in questo caso, che il medico indichi le settimane di gravidanza col codice MXX (dove XX deve essere sostituito con le settimane di gestazione). 

Se volete essere seguite dalla stessa struttura in cui partorirete, è necessario prendere contatto con loro direttamente. 

Oltre alle questioni burocratiche, le future mamme stanno attente a ogni segnali durante i primi giorni di gravidanza (e diciamo anche un po' più a lungo!): gonfiore, nausee, odori insopportabili… Ma non c'è una regola: ogni donna vive a modo suo l'inizio gravidanza e anche i sintomi sono molto variabili, addirittura possono andare e venire per la stessa persona. Se ieri avevate le nausee e oggi no non significa niente, non fissatevi su ogni piccolo cambiamento del corpo. È raro che nei primissimi giorni si abbiano sintomi diversi da quelli premestruali, come mal di pancia, tensione al seno, gonfiore, ma già dalla sesta/ottava settimana possono comparire altri sintomi come nausea, vomito, stitichezza e stanchezza. Ma, appunto, non è una regola! 

Inizio gravidanza: cosa mangiare e come comportarsi

Ecco, vi avevano avvisate: una volta incinta non si può più mangiare niente! Non è vero: se siete immuni alla toxoplasmosi potete sicuramente evitarvi un sacco di noie, ma anche se non lo siete bastano alcune accortezze per evitare rischi. Bisogna ovviamente evitare salumi e carne cruda, ma per il resto la cottura o un'attenta pulizia saranno sufficienti. Ovviamente, non dovete bere alcol (no, nemmeno un bicchiere di vino: non esiste una quantità minima sicura per il feto), dovete smettere di fumare ed evitare pesce crudo e formaggio non pastorizzato. Vietato inoltre mangiare per due: alimentatevi in maniera sana ed equilibrata, sarà sufficiente. 

D'ora in poi il vostro corpo è la culla del vostro bambino, in cui si sviluppa e cresce. Perché questo avvenga bene dovete fin da subito scegliere uno stile di vita equilibrato, mangiare in maniera variegata assumendo tutti i nutrienti necessari, muovervi, dormire abbastanza ed evitare lo stress

L'inizio gravidanza è un momento molto particolare in cui spesso viene a galla l'ansia, insieme alle paure e a tante domande: ma tranquille, è tutto normale!

Aggiornato il 08.07.2008

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli