Home Gravidanza

Gli Interferenti endocrini possono influire sulla crescita del bambino?

di Viola Stellati - 26.06.2024 - Scrivici

interferenti-endocrini-e-crescita-del-bambino
Fonte: Shutterstock
Nella comunità scientifica è in corso un acceso dibattito sul ruolo svolto dagli interferenti endocrini nella crescita del bambino

In questo articolo

Cosa sono gli interferenti endocrini?

Gli interferenti endocrini sono inquinanti ambientali ed alimentari che riescono ad interferire, come dice il nome stesso, con il sistema endocrino. Negli ultimi anni vari studi si sono concentrati sul cercare di capire se, e in che modo, queste sostanze possono interferire con la crescita dei bambini arrivando a risultati piuttosto sorprendenti, ma purtroppo in senso negativo.

Quali sono gli interferenti endocrini?

Come riporta un articolo dell'Istituto Superiore di Sanità, gli interferenti endocrini sono inquinanti che sono diffusi in aria, acqua e suolo e che riescono a contaminare gli alimenti, creando preoccupazioni e allarmi in tutto il mondo. Sono sostanze chimiche in massima parte prodotte industrialmente presenti nella plastica, in molti materiali di costruzione, nei cosmetici, pesticidi, contenitori di cibi e prodotti di uso comune.

A tal proposito, nella comunità scientifica negli ultimi anni si è acceso dibattito sul ruolo svolto dagli inquinanti ambientali ed alimentari nell'interferenza con il sistema endocrino. In particolare ci si è concentrati sui neonati e sui lattanti, in quanto i primi 1000 giorni di vita, quindi il tempo che va dall'inizio della gravidanza fino al compimento del secondo anno di età, sono molto importanti poiché vengono poste le basi per un normale sviluppo fisico-psico-intellettivo dell'organismo umano.

Oggi è molto facile entrare in contatto con sostanze e inquinanti ambientali in grado di alterare alcune funzioni fisiologiche dell'organismo, e per questo gli studiosi si domandano se queste sostanze siano in grado di esercitare un'influenza negativa sullo sviluppo dei più piccoli.

Cosa succede alla crescita dei bambini

Su un articolo de Il Sole24 Ore si può leggere che il professor Sergio Bernasconi, ordinario di Pediatria e già Direttore delle Cliniche Pediatriche delle Università di Modena e Parma, durante il recente Symposium sulla Medicina dei Sistemi promosso dall'azienda farmaceutica Guna, ha spiegato che gli interferenti endocrini possono determinare patologie di vario tipo, ma anche interferire con lo sviluppo fisico e neuropsicologico dei bambini.

In poche parole, potrebbero creare una predisposizione a malattie cardiovascolari e metaboliche che si manifesteranno successivamente da adulti. Per questo motivo, è davvero molto importante e necessario porre la giusta attenzione all'uso e al consumo di prodotti e alimenti contenenti interferenti endocrini, sia da parte del bambino che anche da parte della madre poiché queste sostanza possono essere trasferite al feto.

Cosa possono comportare

Secondo i ricercatori Sharpe e Skakkebaek, l'esposizione prenatale agli interferenti endocrini aumenta il rischio di contrarre una serie di patologie della riproduzione sempre più frequenti in alcuni Paesi del mondo occidentale:

  • anticipo della pubertà nelle femmine;
  • cancro testicolare;
  • ipospadia e criptorchidismo nei maschi. 

Al momento sono solo ipotesi che sono in corso verifica con studi epidemiologici in vari Paesi del mondo, ma la malattia attualmente più studiata in relazione a questo sostanze è l'ipospadia, una malformazione caratterizzata dall'anormale localizzazione dello sbocco del meato uretrale. 

Grazie ai più recenti approfondimenti in materia, inoltre, si iniziano ad acquisire elementi scientifici che indicano come queste sostanze possano interferire anche su uno dei sistemi fondamentali che regola la crescita staturale: l'asse tra l'ormone della crescita (GH) e i fattori di crescita insulino-simili (IGF-1). Non resta che attendere ulteriori studi per avere informazioni più certe su questa possibile interferenza negativa e su come gestirla.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli