Mamma ultra sessantenne

Mamma a quasi 65 anni: bonus bebè negato

Di Niccolò De Rosa
piantoe
18 Luglio 2016
Un donna ultrasessantenne ha recentmente partorito ma, di fronte alla richiesta per il ottenere il bonus bebè, le è stato risposto cha la pensione rappresenta già una forma di sussistenza che dunque la escluderebbe da ulterori aiuti assistenziali.
Facebook Twitter More

La signora  Silvia N., classe 1950 e originaria di un piccolo paese in Provincia di Treviso ma residente a Torino potrebbe essere una giovane nonna. Invece, ha sorprendentemente dato alla luce un bambino all'età di 64 anni ed 11 mesi.

 

Secondo l'agenzia Agitalia, la neomamma avrebbe chiesto aiuto perché, di fronte alla richiesta per ottenere il bonus bebè, questo le sarebbe stato stato negato.

 

Dopo aver presentato la domanda telematica predefinita infatti, la donna ha contattato il contact center Inps per conoscere l'esito della pratica. La risposta ricevuta le comunicava che non le poteva essere corrisposto in quanto non esso era previsto per i titolari di altre forme assistenziali e previdenziali, quali la pensione di anzianità che già di per sé sarebbero state idonee a tutelare l'ex lavoratrice.

 

Ora la rampante Silvia sta valutando insieme all'Ufficio legale Agitalia le possibili azioni giudiziarie contro l'Inps e lancia un appello direttamente al Presidente dell'Inps, Boeri, per quello che ai suoi occhi appare come un evidente caso di discriminazione.

 

FONTE: Ansa.it