Home Gravidanza

Massaggio perineale, ecco come funziona

di Nostrofiglio Redazione - 26.11.2020 - Scrivici

massaggio-perineale
Fonte: shutterstock
Massaggio perineale: come preparare al meglio il perineo al parto, come fare il massaggio prima e post parto e qual è la sua efficacia

Massaggio perineale

La maggior parte delle donne desidera far nascere i propri figli senza subire lacerazione o essere sottoposta a episiotomia. Massaggiare regolarmene il perineo (l'area tra la vagina e l'ano) può aiutare a rendere i tessuti più flessibili ed elastici durante il parto. "In questo modo aumentano le probabilità che rimanga indenne", spiega un'ostetrica. Ma in cosa consiste il massaggio perineale, e qual è la sua reale efficacia? 

In questo articolo

Quando iniziare il massaggio perineale

Non è necessario massaggiare fin dall'inizio l'area perineale. È sufficiente iniziare circa sei settimane prima della data prevista del parto, e comunque a partire dalla 34esima settimana di gravidanza.

Cosa serve?

Per praticare il massaggio perineale basta avere a disposizione poche cose. Utilizza un olio naturale (di oliva o di germogli di grano) o uno speciale olio per massaggi perineali (ad esempio, quello di Weleda). Contiene una miscela di olio di iperico e di germogli di grano, insieme a oli eterici di salvia moscatella e rosa.

Come si fa il massaggio

Appoggia una gamba sul bordo della vasca o sulla sedia. Infila inizialmente nella vagina un dito oleato (oppure il pollice) e successivamente due o tre, e massaggia formando una U e applicando una leggera pressione per 5-10 minuti in direzione dell'intestino. Una volta al giorno è sufficiente.

Come allenare il perineo

Con questo facile esercizio inoltre potrai allenare il perineo: sdraiati con la schiena sul divano o sul letto, mettiti a gambe divaricate, ginocchia piegate e con la pianta dei piedi appoggiata, stringi i muscoli come se dovessi trattenere la pipì e poi rilascia. Esegui più volte al giorno.

Ricordate che anche quando si allena il perineo con regolarità non c'è garanzia che regga alla pressione durante il parto.

Gli esercizi per il perineo

Oltre al massaggio del perineo molte ostetriche consigliano di fare degli esercizi, chiamati esercizi di Kegel, che servono proprio a rafforzare il pavimento pelvico.

Aurelia Albano, ostetrica referente dell'associazione Mammamondo di Milano, spiega che:

Il perineo è un'amaca su cui trovano sostegno tutti i muscoli del nostro ventre

L'esperta chiarisce che non è detto che dopo il parto si debba necessariamente andare incontro all'incontinenza o a un prolasso: con un buon lavoro di prevenzione e facendo una serie di esercizi finalizzati al rafforzamento di questa fascia di muscoli si può evitare l'incontinenza sotto sforzo. Inoltre fare gli esercizi per il perineo può anche incidere positivamente sulla postura di tutti i giorni e rendere il pavimento pelvico più elastico in vista del parto.

Massaggio perineale dal partner

Il partner potrebbe essere di aiuto nel massaggio: l'importante è che segua le stesse indicazioni per praticare il massaggio chiedendogli di usare gli indici invece che i pollici.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli