abbigliamento premaman

Abbigliamento premaman: i consigli dell'ostetrica

Di Caterina Valletti
pregnancy-1742143_1280
28 Giugno 2017 | Aggiornato il 16 Marzo 2018
Scegliere cosa indossare in gravidanza può portare via tanto tempo: la pancia che continua a crescere e il corpo che si modifica. Abbiamo chiesto consiglio a un'ostetrica per avere il giusto metro di scelta!
Facebook Twitter More

La gravidanza porta le donne a vedere ogni giorno delle trasformazioni nel loro corpo: il seno aumenta, i fianchi si arrotondano, i piedi che pian piano scompaiono sotto il pancione. Scegliere cosa indossare è una sfida continua. Abbiamo chiesto all’ostetrica de La Mia Ostetrica, Elisa Magonio, di darci alcuni suggerimenti su come scegliere l'abbigliamento premaman
 

Shopping con coscienza

«Acquistare un capo premaman nasce dalla necessità della gestante di indossare abiti più comodi, ma comunque trendy. Di solito dal terzo mese di gravidanza inizia a farsi sentire la difficoltà di indossare i soliti abiti» spiega l'ostetrica.

La crescita della pancia e la modifica del corpo è molto graduale, i consigli da tenere presenti sono i seguenti: «Innanzitutto, si sconsiglia un abbigliamento sintetico e troppo stretto, perché durante la gravidanza la circolazione sanguigna è più rallentata. Si tende infatti a soffrire di gonfiore sulle gambe e per questo un abbigliamento fatto di capi stretti o cinture è sconsigliato».
 

Inoltre, i coloranti trattenuti nei capi potrebbero dare irritazione. «La pelle della gestante è molto più delicata e assorbe le sostanze con cui entra in contatto, quindi è bene usare tessuti traspiranti e poco colorati», insieme a maglie comode e abiti in cotone o maglina.
 

Tante opportunità
Ci sono molte marche di abbigliamento, oggi, che dedicano una parte delle loro proposte alle gestanti: «con piccoli trucchi e sostegni riescono a far seguire i trend della moda anche alle neo mamme».

Basta cliccare su Google "abbigliamento premaman" per rendersi conto di quante possibilità ci siano per le mamme in dolce attesa. Da Kiabi a Zalando, da Bonprix ad Asos, passando anche per Pietro Brunelli, Zara, Chicco, Oviesse e Benetton: sono davvero tante le marche che offrono i vestiti per le donne in gravidanza.

 

1. I cari vecchi jeans


L’arrivo della primavera suggerisce un buon motivo per fare un po’ di shopping. Una buona idea è quella di acquistare, ad esempio, «jeans fasciati in vita, che sostengono la pancia, donando conforto».

Nella linea jeans premaman di H&M troviamo ad esempio, la soluzione Skinny, oppure i classici jeans a sigaretta che sostengono la pancia permettendo alla gestante di sentirsi più leggera. Così come le camicette in morbido tessuto lyocell, ecologico e leggero che ci permette di non rinunciare all'effetto jeans.

 

salopette
SALOPETTE STACCABILE
Indecise se prendere la salopette? Provate questa alternativa, con pettorina staccabile. Costa 57,99 euro. Visto su Prénatal | Prénatal


La nostra passione per la moda non sarà, quindi, delusa durante la gestazione: a volte la linea premaman ha in serbo delle scelte molto più trendy!

 

Leggi anche: La moda premaman primavera 2017

 

2. Biancheria intima

«Il seno aumenta di volume dopo il terzo mese, in modo graduale. Il reggiseno normale può essere utilizzato senza problemi, purché non sia costretto». In alcuni negozi è possibile ad esempio acquistare una prolunga per reggiseno, così da poter adattare quelli che già si hanno in casa.

Il cotone è consigliato per tutta la biancheria intima, poiché entra in contatto con zone intime dove la sensibilità è maggiore. «Consigliamo mutandine di cotone, cercando il più possibile di far respirare la pelle senza troppe costrizioni». Durante la gravidanza, possono comparire più facilmente infezioni vaginali e i tessuti sintetici possono facilitarne lo sviluppo. «Per quanto riguarda le calze, ad esempio, ce ne sono alcune che mantengono un conforto del pancione sostenendolo invece di schiacciarlo».

 

ABITO ROSSO
Un abito prémaman per le amanti del rosso. Costa 29,99 euro. Visto su Enviedefraise.it | enviedefraise

 

 

3. Addio scarpe con il tacco?

«Non posso dire a una donna di lasciare per sempre i propri tacchi se ci si sente comoda, purché non sia un tacco 12! Il compromesso sta nell’equilibrio e nella comodità. Se una gestante trova comode le ballerine può indossarle, senza esagerare. La scelta deve basarsi sulla comodità, senza rinunciare a un tacco (sempre moderato) magari per una sera». Si può anche indossare un tacco medio-alto, l’importante è «mantenere stabilità nella camminata e scegliere una scarpa della giusta misura».

 

Leggi anche: Gravidanza settimana per settimana

 

Alcuni store come Nonaluna, adattano scarpe eleganti e di tendenza alle necessità della gestante: una pianta più larga, un plateau più alto, una suola più morbida. «Ogni donna è abituata alle sue scarpe, non vige per questo una regola fissa e generale».