Dizionario gravidanza

Mola vescicolare o idatiforme

Di Irma Levanti
mola-vescicolare-mola-idatiforme
22 giugno 2020
Si tratta di un prodotto anomalo del concepimento, caratterizzato da proliferazione patologica del trofoblasto. Il feto non c'è o sono presenti solo tessuti fetali non vitali. Per la diagnosi sono fondamentali l’esame ecografico transvaginale e il dosaggio delle beta-hCG.

 

Mola vescicolare o idatiforme, che cos'è

 

La mola vescicolare o idatiforme è una massa anomala di cellule che può cresce all'interno dell'utero all'inizio di una gravidanza. In pratica si tratta di un prodotto anomalo del concepimento, caratterizzato da proliferazione patologica del trofoblasto, il tessuto che forma l'abbozzo della placenta. In questa condizione i villi coriali risultano alterati e trasformati in cisti, cioè in vescicole (da cui il nome della malattia). La gravidanza molare può essere:

 

  • completa, se non si sviluppa alcun feto;
  • incompleta, se comincia a svilupparsi un feto anomalo, che comunque non può sopravvivere.

 

Frequenza

La mola vescicolare è una condizione rara, che interessa una gravidanza ogni 1000-1500. La gravidanza molare è più frequente per donne sopra i 40 anni e sotto i 20 anni, cioè agli estremi dell'età riproduttiva. 

 

Gravidanza molare, i sintomi

 

I sintomi della mola vescicolare o idatiforme

Non ci sono sintomi specifici di questa condizione, che talvolta si presenta in modo del tutto sintomatico. Tra i sintomi che possono verificarsi - e che possono però trovarsi anche in gravidanze normali - ci sono:

 

Come si fa la diagnosi

 

Per la diagnosi sono fondamentali l'esame ecografico transvaginale e il dosaggio delle beta-hCG. In presenza di una mola vescicolare, i valori delle beta-hCG sono più alti del normale. 

 

Come si interviene

 

Il trattamento prevede lo svuotamento della cavità uterina dal materiale molare, su cui è necessario eseguire l'esame istologico.

 

I controlli successivi

Dopo una gravidanza molare, è essenziale effettuare prelievi seriati delle beta-hCG, per diagnosticare in modo tempestivo un'eventuale persistenza del tessuto degenerato nell'utero. Se il valore delle beta scende progressivamente fino a rientrare nella norma (cosa che accade nella maggioranza dei casi), non sono necessari ulteriori trattamenti.

 

Fonti per questo articolo

Domande e risposte
La mola vescicolare può tornare?
Sì, può verificarsi anche in una gravidanza successiva. Se c'è stata una gravidanza molare in precedenza, il rischio di una gravidanza molare in una nuova gravidanza è più elevato. 
Dopo quanto tempo da una gravidanza molare si può pensare a una nuova gravidanza?
I medici consigliano di attendere circa 6-12 mesi.