La scelta del nome

I bambini con il secondo nome avranno successo nella vita

neonato
20 Giugno 2014
Quella iniziale puntata dà più sicurezza, eleva lo status sociale e consente di apparire più bravi agli occhi altrui: è quanto emerge da uno studio dell'università di Southampton sui bambini che hanno un secondo nome
Facebook Twitter Google Plus More

Decidere quale sarà il nome del proprio bambino è un fatto assolutamente personale, sia che si tratti di un nome evocativo, sia che gli si imponga quello di un parente o di un antenato, sia che lo si scelga semplicemente perché piace o è “di moda”. Se volete che vostro figlio abbia successo, però, dategli anche un secondo nome. Secondo uno studio dell'università di Southampton, funziona (almeno per gli anglosassoni): quella iniziale puntata dà più sicurezza, eleva lo status sociale e consente di apparire più bravi agli occhi altrui. (Leggi anche I nomi più gettonati in Italia: Francesco e Giulia)

Secondo gli psicologi, insomma, chiamarsi ad esempio Pinco P. Pallino non solo fa molto più figo di essere un Pinco Pallino qualsiasi, ma consente anche di ottenere vantaggi. “Esporre l’iniziale del proprio secondo nome – spiegano gli autori dello studio Wijnand A.P. Van Tilburg, dell’Università di Southampton, ed Eric R. Igou, dell’Università di Limerick (notare l’iniziale nel nome dei due studiosi, ndr) – aumenta nelle altre persone la percezione dello status sociale e influisce positivamente anche sulla stima delle capacità intellettuali”. (Dal forum: nomi per bambini)

Lo studio è stato condotto chiedendo a 85 studenti universitari di valutare la qualità di uno scritto sulla teoria della relatività di Einstein: l’autore dell’articolo veniva di volta in volta indicato come David Clark, David F. Clark, David F.P. Clark, o David F.P.R. Clark. I due psicologi hanno rilevato che lo stesso articolo è stato giudicato migliore quando a firmarlo era David F. Clark, mentre le peggiori valutazioni sono state ricevute da quello firmato semplicemente David Clark, senza iniziali. Un ulteriore studio ha quindi dimostrato che il fenomeno è correlato alla percezione dello status sociale dell’autore: l’iniziale puntata dava agli studenti l’impressione che a scrivere fosse una persona più colta, più preparata, di status più elevato (poiché il secondo nome è spesso associato a medici, avvocati, scienziati, top manager) e quindi di per sé degna di fiducia. Inoltre il miglioramento di status deriva anche dal fatto che generalmente sono le famiglie più ricche e benestanti a dare un secondo nome ai figli. (SONDAGGIO: Il nome del bambino? Lo scelgo su Google, e tu?)

TUTTO SUI NOMI PER BAMBINI

LEGGI ANCHE: I NOMI MASCHILI PIU' AMATI DAI GENITORI, NOMI FEMMINILI PIU' AMATI DAI GENITORI, I nomi più comuni per regione

Tutti i significati dei nomi sono nella bancadati nomi di nostrofiglio.it

Leggi anche 15 dritte per scegliere il nome del bambino oppure parlane con altre mamme nel forum nella sezione Nomi per bambini