Nomi maschili

Nomi maschili per bambini: guida alla scelta

Di Sara De Giorgi
neonato
18 Marzo 2019
Sta per arrivare un maschietto e non avete ancora scelto il nome? Allora provate a leggere questo articolo: scoprirete quali sono i nomi maschili più amati dagli italiani, i più originali, i più trendy, i più corti, i più antichi e quelli stranieri più belli. Puo' essere d'ispirazione!
Facebook Twitter More

Indecisi sul nome da dare al vostro bambino in arrivo? Per darvi qualche buon suggerimento abbiamo selezionato per voi i nomi italiani (e anche stranieri ma usati in Italia) maschili più trendy, i più amati dai genitori italiani nell'ultimo anno, i più originali e i più corti. Ma anche quelli stranieri e antichi. Tra questi ultimi Samir, Gabriel, Thomas. Ma anche, tra i più antichi, Edmondo e Camillo.

 

 

 

Nomi maschili 2019: i trend

 

Il vostro bambino verrà al mondo nel 2019? Siete alla ricerca di qualche idea di nome sulla cresta dell'onda e, allo stesso tempo, abbastanza evergreen? Abbiamo fatto una selezione per voi dei nomi più belli.

  1. Leone. Deriva dal greco antico e significa "leone" e l'onomastico si festeggia il 10 novembre.
  2. Zeno. Origine greca. Significa "appartenente o sacro a Zeus" e l'onomastico è il 12 aprile e l'8 dicembre.
  3. Liam. Variante di Guglielmo. Origine germanica. Significa "elmo della volontà; protetto dalla volontà". L'onomastico si festeggia il 10 febbraio o il 25 giugno. Liam è diminutivo inglese frequente.
  4. Marco. Di origini latine, significa "consacrato e dedicato a Marte, dio della guerra". Onomastico: 25 aprile, 16 aprile e 21 giugno.
  5. Giulio. Nome di origine latina, vuol dire: "colui che discende da Giove". L'onomastico può essere festeggiato il 31 gennaio.
  6. Cristian. Nome di origine greco-latina, significa "seguace di Cristo, devoto e consacrato a Cristo". L'onomastico si festeggia il 12 e 22 novembre (San Cristiano martire e beato Cristiano o Christian d’Auxerre).
  7. Diego. Di origine greca, significa: "istruito, dotto, colto". Onomastico: 12 novembre.
  8. Brando. Forma contratta del nome Aldobrando, ha il significato di "spada lucente nella battaglia". L'onomastico cade il 22 agosto oppure il 1 maggio.
  9. Edoardo. Di origine anglosassone, ha il significato di "curatore della proprietà, guardiano dei beni". Onomastico: 5 gennaio.
  10. Jacopo. Di origine ebraico-aramaica, significa: "seguace fedele di Dio". Onomastico 13 aprile.

LEGGI PURE: Nomi maschili 2019, i più belli

 

 

Nomi maschili più amati, secondo l'Istat

 

I primi 10 nomi maschili più popolari e più amati dagli italiani, secondo la classifica aggiornata al 2017 dell'Istat, sono i seguenti. Ai tre primi posti Francesco, Leonardo, Alessandro.

  1. Francesco. Significa "francese, relativo alla Francia o proveniente dalla Francia". L'onomastico cade il 4 ottobre (San Francesco d’Assisi).
  2. Leonardo. Origine germanica. Questo nome significa: "forte come un leone". Onomastico: 30 marzo.
  3. Alessandro. Ha origine greca e significa: "Colui che protegge gli uomini (ma anche "uomo salvo", "che salva")". Onomastico: 26 agosto, 22 aprile e 30 agosto.
  4. Lorenzo. Deriva da Laurentius, “abitante di Laurento” ossia “città dell’alloro”. L'onomastico è il 10 agosto (San Lorenzo di Roma, martire).
  5. Mattia. Significa “Uomo di Dio”. Onomastico: 24 febbraio e 14 maggio.
  6. Andrea. Nome di origine greca. Significa "uomo coraggioso". Onomastico: 30 novembre.
  7. Gabriele. Nome di origine ebraica, significa "fortezza di Dio o eroe con l'aiuto di Dio". Onomastico: 29 settembre.
  8. Riccardo. Vuol dire "potente e valoroso". Onomastico: 7 febbraio.
  9.  Matteo. Ha origine ebraica e significa "uomo di Dio”, ma anche “dono di Dio". Quando si festeggia Matteo? Il 21 settembre!
  10. Tommaso. Nome di origine aramaico-ebraica, significa: "gemello". Onomastico: 3 luglio e 21 dicembre.

LEGGI PURE: Nomi, le classifiche dei più diffusi in Italia

 

 

Nomi maschili originali

 

Volete dare al bimbo in arrivo un nome particolare? Ecco qualche idea. Noè significa "quiete", Amos significa "forte", Tancredi significa "saggio".

  1. Noè. Origine ebraica. Significa: quiete, riposo. Onomastico: 18 novembre.
  2. Lupo. Dal latino "lupus". L'onomastico si festeggia generalmente il 29 luglio in memoria di san Lupo di Troyes, vescovo del V secolo.
  3. Amos. Di origine greca, significa "forte", "robusto". L'onomastico è tradizionalmente festeggiato il 31 marzo in ricordo del profeta Amos della Bibbia.
  4. Jago. Nome che deriva da Giacomo o Jacopo. L'onomastico può essere festeggiato lo stesso giorno di Giacomo: il 25 luglio o il 3 maggio.
  5. Vasco. Origine spagnola, potrebbe significare: "abitante dei Paesi Baschi" o "abitante della Guascogna". Onomastico il 1° novembre.
  6. Milo. Di origine germanica. Onomastico il 23 febbraio.
  7. Nino. Nasce come forma abbreviata di vari nomi. Coincide anche con il termine spagnolo niño, "bambino". L'onomastico può essere festeggiato il 1º novembre.
  8. Pablo. Versione spagnola dell'italiano Paolo. Deriva dal latino "paulus", che significa "piccolo". L'onomastico si festeggia il 29 giugno.
  9. Tobia. Nome ebraico. Significa "il Signore è il mio bene". L'onomastico ricorre in genere il 2 novembre in ricordo di san Tobia.
  10. Tancredi. Origine germanica. Significa: "consigliere, saggio, pensoso, geniale, ispirato"- Onomastico: 9 aprile e 30 settembre.

LEGGI PURE: 30 nomi originali maschili

 

 

Nomi

maschili corti e rari

 

Se desiderate un nome corto per il vostro bambino, potete sceglierne uno tra quelli di seguito. Tra questi Aldo, che vuol dire "saggio", Elio, che si rifà al sole, Otto, che invece significa "potente".

  1. Aldo. Di origine germanica. L'etimologia è incerta: potrebbe essere "vecchio, saggio" oppure "crescere, essere adulto, ma anche "comandare" o "squisitamente bello". L'onomastico si festeggia il 10 gennaio.
  2. Elio. Origini greche. Deriva da Helios, il dio del sole. L'onomastico si celebra il 22 e 23 luglio.
  3. Livio. Origini etrusche. Nome di una gens romana, deriva dal soprannome livius dal significato sconosciuto. L'onomastico cade il 12 novembre.
  4. Otto. Di origine germanica. Significa persona potente. Si festeggia il 2 luglio o il 18 novembre.
  5. Ugo. Di origine germanica. Dal sostantivo hugu, "pensiero, senno". Sant'Ugo si celebra l'1 aprile.
  6. Ennio. Di origine latine. L'etimologia è incerta.
  7. Leo. Origini greche. Diminutivo di Leone o Leon. L'onomastico ricorre il 10 novembre.
  8. Enzo. Origini incerte. E' diminutivo di Lorenzo o Vincenzo. L'onomastico si festeggia il 1° novembre.
  9. Tito. Di origine etrusco latina. Originariamente “colombo selvatico”, poi per traslato, "difensore o difeso, protettore o protetto". Onomastico: 16 gennaio.
  10. Elia. Il suo significato è in ebraico "Dio è Yahvè". Onomastico: 20 luglio.

LEGGI ANCHE: 20 nomi maschili corti e rari

 

 

Nomi maschili antichi

 

I nomi maschili d'una volta sono affascinanti e vintage. Alcuni suonano originali, come Edmondo; altri sono trendy, come Camillo; altri non sono mai passati di moda, come Leonardo. Eccone alcuni.

  1. Romeo. Nome di origine greca, vuol dire "romano", "originario di Roma". L'onomastico viene festeggiato il 25 febbraio.
  2. Edmondo. Nome di origine anglosassone. Significa: "benedetto protettore", "protettore della felicità". L'onomastico si festeggia il 20 novembre.
  3. Gregorio. Deriva dal greco e vuol dire "attento", "guardingo", "sveglio". L'onomastico si festeggia il 3 settembre, in memoria del santo papa Gregorio Magno.
  4. Ambrogio. Nome di origine greca, il significato è "immortale". L'onomastico si festeggia il 7 dicembre. Sant'Ambrogio è il Santo patrono di Milano.
  5. Vittorio. Nome di origine latina che vuol dire "vittorioso", "colui che vince". Onomastico: 21 maggio (San Vittorio martire a Cesarea) o 8 maggio (San Vittore martire a Milano).
  6. Amilcare. Nome di origine fenicia, significa "amico del dio Mel-qar". E' un nome adespota, L'onomastico si festeggia il 1° novembre.
  7. Gioacchino. Nome di origine ebraico, significa: "Dio solleva". L'onomastico viene festeggiato il 26 luglio.
  8. Domenico. Nome latino basato sull'aggettivo "dominicus" che significa "del padrone", e in senso particolare "del Signore".
  9. Saverio. Origine ibera-basca-castigliana, che vuol dire "casa nuova". L'onomastico si festeggia il 3 dicembre.
  10. Camillo. Origine fenicio-ebraico, deriva dal nome dato al giovane che si occupava delle cerimonie sacre, detto ‘kadmel’ in ebraico, ‘kadmilos’ in greco e ‘camillus’ in latino: ministro o messaggero (di Dio).

LEGGI ANCHE: 30 nomi maschili antichi

 

 

Nomi maschili stranieri

 

Volete dare al nascituro un nome importante e straniero? Ecco l'elenco dei più belli: tra questi Samir, che significa "compagno di discorsi notturni", Gabriel, che vuol dire "forza di Dio" e Thomas, che significa "gemello".

  1. Alvaro. Molto diffuso in Spagna e nei paesi latinoamericani, significa "difensore di molti".
  2. Samir. Un nome molto particolare magari poco utilizzato qui da noi, ma il suo significato è davvero poetico. Viene dall'arabo e si traduce all'incirca come "compagno di discorsi notturni", un titolo che all'epoca dei sultani veniva concesso ai confidenti più stretti e intimi del sovrano.
  3. Adam. È il nome del primo uomo, portatore di una pesante eredità e quindi di un certo prestigio. Il significato del nome ebraico è per l'appunto "Nato dalla Terra".
  4. Bryan (o Brian). L'origine del nome è celtica, anche se l'etimologia non è chiara. Potrebbe derivare dalla parola brigh (“alto, nobile”), o dalla parola bri (“forte”).
  5. Omar. Questo nome è piuttosto diffuso in Italia, tanto che spesso non viene nemmeno percepito come esotico. Significa "fiorente", "florido" ed è un nome di buon auspicio per una lunga vita.
  6. Gabriel. Una variante chic del nostro Gabriele. Significa "forza di Dio" e infatti è il nome di uno degli Arcangeli del Signore.

  7. John. Deriva dall'ebraico e letteralmente vuol dire “Dio ha avuto misericordia” o anche “Dio è grazia".

  8. Thomas. Il significato di questa variante anglosassone di Tommaso è "gemello", ma nei secoli ha assunto anche l'accezione di "incredulo", in quanto San Tommaso fu l'apostolo che volle mettere il dito nelle ferite di Gesù per credere alla sua resurrezione.

  9. Raul. Raoul è un appellativo germanico, contrazione di Radulf. Significa "valoroso nell'assemblea", "gloria della nazione".

  10. Dimitri. Nome molto comune nell'Est Europa ma in grande ascesa anche qui da noi. L'origine è greca e significa più o meno "figlio della Terra" o, nella versione più classica, "figlio di Demetra".

LEGGI PURE: Nomi stranieri dal significato profondo 

 

GUARDA ANCHE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE: