Home Gravidanza Nomi per bambini

Nomi maschili più popolari e di tendenza per il 2022

di Niccolò De Rosa - 24.03.2022 - Scrivici

nomi-maschili-piu-popolari
Fonte: Shutterstock
Futuri genitori in cerca di nomi trendy per il bebé in arrivo? Ecco i nomi maschili più popolari e di tendenza per il 2022

Si sa, quella del nome rappresenta una delle scelte più importanti per le mamme e i papà in attesa di un bambino: italiano o esotico? Corto e semplice o altisonante ed evocativo? Per aiutare i futuri genitori in questa fatidica decisione, ecco la lista dei nomi maschili più popolari e che faranno tendenza per tutto il 2022.

Come tutte le cose, anche i nomi dei bambini vivono di mode e tendenze. Quest'anno ad esempio tornano in auge grandi "classici" che solo qualche tempo fa sembravano un po' caduti nel dimenticatoio. Ma vediamo con ordine le scelte più in voga che segneranno il trend del 2022.

Leonardo

Sarà l'intramontabile fascino del genio che dipinse la Gioconda, sarà la scia di successo che il Di Caprio hollywoodiano si porta dietro da anni, il nome "Leonardo" è ancora oggi quello più apprezzato dai neogenitori italiani. Di origine germanica, questo nome significa "forte" o "leone" e festeggia l'onomastico il 30 marzo (Leonardo Murialdo, sacerdote), il 15 ottobre (San Leonardo, eremita francese) o il 6 novembre (San Leonardo di Noblac, abate).

Francesco

Un altro Big dell'onomastica italiana è "Francesco", mai passato di moda e sempre di grande appeal. Eppure, nonostante sia tra i più diffusi in Italia, questo nome significa "francese", "che proviene dalla Francia" (derivazione latina). Il suo onomastico cade il 4 ottobre, data in cui si celebra San Francesco d'Assisi.

Lorenzo

Come Francesco, anche "Lorenzo" vanta uno degli onomastici che nessuno si può dimenticare. Il 10 agosto, il giorno dedicato San Lorenzo, è infatti la data in cui si aspetta la notte per ammirare le stelle cadenti! Il nome è di origine latina - Laurentius - e significa "abitante di Laurento" ossia la "città dell'alloro". Un nome importante insomma, poiché nell'Antica Roma l'allora era la pianta della vittoria e della Poesia.

Alessandro

Mai banale, mai démodé, "Alessandro" rimane una garanzia per i genitori in cerca di un nome per il proprio pargolo. La matrice del nome è greca e e significa: "colui che protegge gli uomini". Un nome da condottiero che celebra il proprio onomastico il 22 aprile (Sant'Alessandrina vergine e martire), il 6 agosto (Sant' Alessandro, patrono di Bergamo) o il 30 agosto (Sant'Alessandro Newsky).

Gabriele

Molto utilizzato anche nella variante ispanica "Gabriel",  il nome Gabriele continua ad essere molto diffuso in Italia. L'origine è ebraica e significa "fortezza di Dio", "uomo di Dio" o ancora "messaggero di Dio". Dopotutto il Gabriele più celebre è probabilmente  l'Arcangelo che annunciò alla Vergine Maria la sua gravidanza. L'onomastico si festeggia il 29 settembre.

Mattia

Nome sia maschile che femminile, significa "Dono di Dio" e come molti dei nomi presenti nelle Sacre Scritture (Mattia era uno degli apostoli di Gesù) possiede un'origine ebraica. Il suo onomastico si festeggia il 24 febbraio, il 14 maggio e il 21 settembre .

Tommaso

Altro nome la cui variante estera - Thomas - rimane di tendenza ogni anno. Qui l'origine è aramaica (Taóma) e il significato del nome è traducibile con "gemello". San Tommaso Didimo, che viene celebrato il 3 luglio, è l'apostolo che volle toccare le piaghe di Cristo per credere alla sua Resurrezione ed è ricordato come il patrono degli artisti, degli architetti e dei geometri.

Edoardo

Un nome nobile, appartenuto a principi e monarchi, che vanta un'origine anglosassone (Edward). Il significato di Edoardo è "curatore della proprietà", "guardiano dei beni" e festeggia l'onomastico il 5 gennaio, il 13 ottobre o il 18 marzo.

Riccardo

Anche questo nome di origine germanica trasuda importanza e nobiltà di stirpe. Il significato è il risultato di due aprole rika, "potente" e hart, "valoroso" e dunque si può tradurre con "dominatore", "coraggioso", "audace". Il suo onomastico si festeggia il 7 febbraio.

Andrea

Come "Mattia", anche "Andrea" è un bellissimo nome che va bene sia per i maschietti che per le femminucce e viene usato molto anche nel mondo anglosassone. L'origine greca fa risalire l'origine alle parole anér-andrós ("uomo") e andréia ("fortezza"). L'onomastico (Sant'Andrea apostolo) cade il 30 novembre.

Enea

Il nome dell'eroe virgiliano che fuggì da Troia per approdare in Italia e dare inizio alla discendenza di Romolo, che poi fonderà Roma. L'onomastico è il 15 novembre e il suo significato è significa "colui che incute paura" (origine greca).

Samuele

Un nome biblico di origine ebraica (Shemu'el, "il suo nome è Dio") che spesso viene declinato nella variante più internazionale "Samuel", che riesce comunque a mantenere il suo fascino. L'onomastico dei Samuel e Samuele cade il 20 agosto.

Christian

Questa volta citiamo prima la variante "non autoctona" poiché da anni ha prevalso sul più nostrano "Cristiano". Come facilmente intuibile, questo nome significa "seguace di Cristo" (matrice greco-latina) e il suo onomastico viene celebrato il 12 (San Cristiano martire) o il 22 novembre (Cristiano o Christian d'Auxerre).

Niccolò

Se in passato la variante con una sola "c" sembrava aver preso il sopravvento, negli ultimi anni il nome "Niccolò" (come il celerbe Machiavelli) è tornato nelle grazie dei genitori italiani. Significa "vittorioso", "colui che trionfa" (nike, "vittoria" in greco) e i possibili onomastici sono tre: 6 dicembre (San Nicola di Bari o di Mira), 10 settembre (San Nicola da Tolentino) o 13 novembre (San Niccolò I Papa).

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli