Home Gravidanza Parto

Cesareo per mancato impegno

di Penelope Greco - 26.04.2021 - Scrivici

cesareo-per-mancato-impegno
Fonte: Shutterstock
Dopo ore di travaglio, ecco che arriva il cesareo per mancato impegno. Ma cosa vuol dire? È la madre che non si è impegnata abbastanza? Vediamo

Parto naturale o parto cesareo? Il parto cesareo è un intervento comune e salvavita. Tuttavia, comporta un aumento del rischio complessivo di complicanze a breve e lungo termine sia per la madre che per il bambino rispetto ad un parto naturale. Da un punto di vista medico, gli operatori sanitari dovrebbero, quindi, non raccomandare il taglio cesareo se senza alcun beneficio medico previsto. Di conseguenza, i tagli cesarei richiesti dalle donne per motivi materni possono causare conflitto tra raccomandazioni professionali e autonomia materna. Come assicurare decisioni eticamente giustificate in caso di taglio cesareo su richiesta materna in sistemi sanitari che rispettano anche l'autonomia dei pazienti e aspirano a decisioni condivise? Cosa vuol dire parto cesareo per mancato impegno? Andiamo a capirne di più.

In questo articolo

Parto cesareo per mancato impegno: cosa vuol dire

Sono tante le motivazioni che possono portare alla scelta di un parto cesareo. La richiesta materna di taglio cesareo non è di per sé un'indicazione e le ragioni della richiesta dovrebbero essere esplorate, discusse e registrate. Se la richiesta è dovuta all'ansia per il parto, dovrebbe essere offerto un rinvio a un operatore sanitario con esperienza nel fornire supporto per la salute mentale perinatale per aiutarla ad affrontare la sua ansia in modo di supporto.

Se il parto vaginale non è ancora accettabile, alle donne che ne fanno richiesta dovrebbe essere offerto un parto cesareo programmato - questo include indirizzarla a un ostetrico disposto a eseguire un parto cesareo se il suo attuale team sanitario non è disposto a offrirlo.

Un singolo medico ha il diritto di rifiutare una richiesta di taglio cesareo in assenza di un motivo identificabile. Tuttavia, la decisione della donna dovrebbe essere rispettata e le dovrebbe essere offerto un rinvio per un secondo parere.

I tagli cesarei sono classificati in base alla loro urgenza, dettata dall'indicazione, nelle seguenti categorie:

Minaccia immediata per la vita della donna o del feto: "Sezione di emergenza".
Eseguito il più rapidamente possibile. Il tempo di decisione per la consegna sarà di solito entro 30 minuti. Questo non è fondamentale nell'influenzare l'esito del bambino, ma è stato uno standard di audit accettato per la risposta alle emergenze all'interno dei servizi di maternità.

Possibili indicazioni:

  • Prolasso del cordone ombelicale.
  • Sofferenza fetale nella prima fase.
  • Emorragia antepartum.

Compromissione materna o fetale che non è immediatamente pericolosa per la vita:Il tempo di decisione per la consegna sarà di solito entro 75 minuti.
Possibili indicazioni:

  • Mancato progresso.
  • bimbo trasverso

Parto cesareo per mancato impegno: non è colpa della mamma

Per quanto riguarda invece il parto cesareo per mancato impegno, non vuol dire che la madre non si è impegnata abbastanza per partorire. Si parla di "impegno" quando i bambino comincia ad incanalarsi millimetro dopo millimetro verso la nascita. La valutazione del grado dell'impegno viene completata da un'esplorazione vaginale che stabilisce quanto è impegnato, cioè quanto è vicino al canale vaginale e pronto quindi per il periodo espulsivo e la nascita.

Se una volta iniziato il travaglio le contrazioni non dovessero riuscire a spingere il bambino verso il basso bisogna indagarne il motivo. 

  • contrazioni troppo deboli
  • troppo grossa la testa del bambino
  • il cordone ombelicale corto oppure arrotolato intorno ad una parte del corpo

Nel caso di contrazioni deboli si procede con la somministrazione di ossitocina sintetica. Modificando la posizione della mamma si cerca di invogliare il bambino a spostare il braccio o la gamba e a srotolarsi. Anche il caso della testa grossa che non passa attraverso il bacino è molto raro.

Se tutto questo non dovesse funzionare si procederà con la nascita tramite taglio cesareo proprio per "mancato impegno", non certo della madre!

Fonti articolo: patient.info, ausl.mo.it

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli