Home Gravidanza Parto

Edema post parto: quanto dura e come eliminarlo

di Francesca Capriati - 14.10.2021 - Scrivici

edema-post-parto
Fonte: shutterstock
Edema post parto: quanto dura il gonfiore post parto naturale e cesareo. Cause, rimedi e consigli per eliminarlo. Cosa aspettarsi?

Edema post parto

Cosa aspettarsi dopo il parto? Come cambia il corpo e quali sono i più comuni disturbi e fastidi che possono presentarsi? Siamo certamente molto concentrate sulla cura del bambino, ma dovremmo trovare sempre del tempo da dedicare a noi e alla nostra convalescenza. Il corpo ha fatto un enorme lavoro, e ha certamente subito un vero trauma dal quale si dovrà riprendere con il giusto tempo e le giuste accortezze. L'edema post parto (gonfiore) è molto comune dopo il parto, sia cesareo che naturale, ma quali sono le cause e come possiamo eliminarlo?

In questo articolo

Cause dell'edema post parto

Quali sono le cause del gonfiore dopo il parto? Nella maggior parte dei casi si tratta di un accumulo di liquidi in alcune parti del corpo. Dopo il parto il corpo continuerà a trattenere l'acqua per effetto dell'aumento di progesterone. E', quindi, abbastanza frequente avere mani, piedi e caviglie gonfie, e l'edema può interessare diverse aree del corpo, comprese le braccia o le gambe. Non dovrebbe durare molto a lungo perché man mano che i livelli ormonali si stabilizzano, la ritenzione idrica comincia a scemare.

I sintomi tipici dell'edema includono:

  • Gonfiore del tessuto direttamente sotto la pelle, soprattutto nelle gambe o nelle braccia
  • Pelle tesa o lucida
  • Pelle a buccia d'arancia (per fare una prova premiamo con il dito sulla pelle per alcuni secondi e osserviamo cosa accade: se resta una fossetta per qualche secondo ecco la ritenzione idrica!)
  • Aumento delle dimensioni dell'addome ‌

Quanto dura il gonfiore post parto?

Il gonfiore solitamente peggiora nell'arco di una settimana dopo il parto e migliora gradualmente con il tempo rientrando completamente nell'arco di qualche settimana.

Quando chiamare il medico?

Alcuni segnali non vanno sottovalutati ed è importate chiamare il proprio medico:

  • mancanza di respiro e difficoltà respiratorie e dolore al torace (possono essere segni di edema polmonare);
  • dolore, arrossamento, calore o indolenzimento alle gambe, soprattutto ai polpacci (potrebbero essere i segnali di una trombosi venosa profonda).

Chiamare il medico anche se una gamba è molto più gonfia dell'altra, se si ha dolore o si sente una particolare zona accaldata.

Come eliminare i liquidi in eccesso dopo il parto?

Vediamo quali sono i più utili ed efficaci rimedi naturali per il gonfiore post parto.

Innanzitutto diamoci tempo: come detto il nostro corpo ha fatto un gradissimo lavoro in questi nove mesi, si è completamente trasformato per accogliere il bambino, nutrirlo, farlo crescere sano e forte e infine per farlo venire alla luce. Quindi dobbiamo essergli grate, curarlo, riposare e dargli tutto il tempo per potersi riprendere nel modo giusto. Ovviamente ci sono alcune cose che possiamo fare per aiutare la fase di convalescenza, ridurre i piccoli disturbi, compreso l'edema post parto:

  • bere molto: il corpo riuscirà più facilmente ad espellere i liquidi in eccesso, cioè quelli che causano il gonfiore;
  • camminare e muoversi: è importante fare una passeggiata ogni giorno per combattere il ristagno dei liquidi, ma occhio a non esagerare con l'attività fisica e chiedere sempre al proprio medico cosa si può fare e in che tempi;
  • mangiare cibi ricchi di potassio come banane, patate, avocado e spinaci;
  • ridurre l'assunzione di caffeina perché fa trattenere l'acqua e aumenta il gonfiore;
  • tenere i piedi sollevati ogni volta che si può;
  • indossare scarpe comode e calze a compressione;
  • evitare i cibi salati perché il sodio ti fa trattenere più acqua;
  • Indossare abiti larghi;
  • pianificare un trattamento di massaggi linfodrenanti con un operatore esperto.

Quando si toglie la pancia dopo il parto?

Dopo il parto la pancia impiega un pò di tempo per sgonfiarsi, e comunque cambia aspetto: diventa più molle e flaccida. Sono necessarie almeno 4 settimane prima che l'utero riprenda la sua forma iniziale. Sin dai primi giorni dopo il parto, soprattutto il cesareo, è utile indossare una pancera: serve, infatti, a ripristinare i muscolo-tendineo-legamentosi della zona della pancia, ma anche a mantenere una postura corretta e la colonna vertebrale ben dritta.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli