Gestione del dolore

Epidurale: esami da fare e costi

Di Valentina Murelli
epidurale
18 Gennaio 2019
Per effettuare l'epidurale sono necessari una visita anestesiologica e alcuni esami ematochimici. In diversi ospedali (ma non in tutti!) la procedura è garantita gratuitamente H24. Altrimenti potrebbe esserci la possibilità di richiederla privatamente
Facebook Twitter More

Requisiti per l'epidurale


Per poter richiedere l'epidurale durante il travaglio (e farsela effettivamente fare) occorre aver effettuato una visita anestesiologica preventiva nel corso dell'ultimo trimestre di gravidanza. Durante questa visita si valuta se esistono condizioni che potrebbero rendere controindicata questa forma di analgesia: sono poche ma esistono.

 

Non solo: dopo la visita, nell'ultimo mese di gravidanza va anche fatto un esame del sangue che serve per valutare l'emocromo e alcuni parametri relativi alla coagulazione (tempo di protrombina e tromboplastina parziale attivata). Infine, è necessario firmare un consenso informato.

 

Costi della procedura


I nuovi Lea, livelli essenziali di assistenza, hanno previsto l'epidurale come opzione gratuita per tutte le donne che ne facciano richiesta, con il Ministero della salute che ha specificato di offrirla in particolare nei centri che effettuano almeno 1000 parti l'anno. Non tutti gli ospedali, però, sono già effettivamente in grado di offrire l'epidurale gratuitamente H24, sette giorni su sette (qui un elenco in cui questo è possibile).

 

Se l'ospedale lo prevede, può essere richiesta in libera professione: il costo varia a seconda del tariffario dello specialista, in genere dagli 800 ai 2000 euro. Per conoscere la situazione del proprio territorio, si possono consultare le carte dei servizi sui siti internet delle singole aziende ospedaliere, dove sono riportate tutte le prestazioni erogate dalla struttura.

 

Fonti per questo articolo: consulenza di Edoardo Calderini, direttore del reparto di Anestesia e terapia intensiva della Clinica Mangiagalli (Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico) di Milano; libretto informativo "Il dolore da travaglio di parto: conoscerlo e controllarlo" prodotto dal Policlinico di Milano; video prodotto dal Policlinico di Milano