Galleria fotografica

Partorire in acqua, 5 scatti che testimoniano la forza della vita

Di Sara De Giorgi
6 febbraio 2019
La fotografa britannica Natalie Lennard, ispirata dalla sua esperienza personale, ha realizzato un reportage fotografico meraviglioso di parti simulati sott'acqua. Nella galleria fotografica potete vedere alcune delle bellissime immagini del progetto ""Birth Undisturbed", scattate per celebrare la bellezza della nascita.
1partoacqua.1500x1000

La fotografa Natalie Lennard (32 anni) di Worthing (Sussex, Regno Unito), ispirata dalla sua esperienza personale, ha realizzato un reportage fotografico di parti sott'acqua.

3partoacqua.1500x1000

Le immagini scattate sott'acqua da Lennard per celebrare la bellezza della nascita sono meravigliose. In questa galleria fotografica è immortalato il parto simulato di Ijeoma Sady. La fotografa ha scelto di fare queste foto per ricordare il suo primogenito, morto poco dopo il parto poiché non aveva alcuna possibilità di sopravvivenza.

4partoacqua.1500x1000

Infatti, nel 2013, quando Natalie era incinta di 32 settimane, i medici diagnosticarono al bimbo la sindrome di Potter, una condizione fatale che purtroppo non dà possibilità di sopravvivere alla nascita al bimbo perché i suoi reni non si sono sviluppati.

5partoacqua.1500x1000

Nel 2015 la fotografa ha poi dato alla luce una bambina sana.

6partoacqua.1500x1000

Gli scatti che vedete nella galleria fotografica sono presenti nella serie "Aquadural", che celebra la bellezza del parto e che fa parte del più ampio progetto di Natalie chiamato "Birth Undisturbed".

7partoacqua.1500x1000

Natalie non fotografa i bambini veri, ma usa bambole protesiche standard del cinema e cordoni ombelicali finti per i suoi set.

8partoacqua.1500x1000

Natalie Lennard sul set

9partoacqua.1500x1000

Natalie Lennard sul set

La fotografa Natalie Lennard (32 anni) di Worthing (Sussex, Regno Unito), ispirata dalla sua esperienza personale, ha realizzato un reportage fotografico di parti sott'acqua. | Ipa / Natalie Lennard