Gravidanza

La lista per l’ospedale: ecco cosa mettere nella valigia per il parto

Di Alice Dutto
valigiaparto
03 Aprile 2019 | Aggiornato il 22 Maggio 2019
Hai già preparato la valigia per il parto? Ecco che cosa occorre portare in ospedale al momento del ricovero per il parto. Ogni ospedale ha la sua lista, quindi chiedetela
Facebook Twitter Google Plus More

Quando si avvicina il termine della gravidanza, l'ansia comincia a salire e così anche la voglia e il desiderio di non farsi cogliere impreparati. Per questo si consiglia di prepararsi per tempo e già qualche tempo prima della data presunta del parto preparare la valigia per l'ospedale.

 

Ma cosa mettere dentro? «Ogni ospedale in genere fornisce una lista specifica alla gestante, ma ci sono comunque delle regole valide per tutti che permettono alla neomamma di vivere al meglio il parto e i giorni successivi» spiega Paola Pileri, ginecologa del Policentro Pediatrico di Milano.

 

Quando preparare la valigia per il parto?

Non c'è una risposta certa, c'è chi consiglia di iniziare a prepararla dal settimo mese, chi quando si entra nell'ultimo mese di gravidanza.

«In genere si consiglia di farla verso le 36-37 settimane, in modo tale che sia vicino al termine, ma non troppo vicini» commenta la dottoressa.


Valigia per il parto: che cosa mettere dentro

«La regola, sia per la mamma che per il neonato, è quella di portare un po' di tutto e di non basarsi troppo sul clima, perché in ospedale la temperatura è spesso alterata dal forte riscaldamento o, al contrario, dalla forte aria condizionata».

 

1. Per il neonato

Il nuovo nato avrà bisogno di uno-due cambi completi al giorno, «meglio optare per un abbigliamento “a cipolla” in modo da poter togliere o aggiungere strati a seconda della temperatura degli ambienti. Non sono invece necessari pannolini o prodotti per l'igiene che, di solito, vengono dati dall'ospedale». Si consiglia quindi di avere con sé:

 

  • 3 tutine con le maniche lunghe
  • 3 tutine con le maniche corte
  • 6 body di cotone a mezza manica
  • 6 paia di calzini di cotone
  • una copertina
  • un cappello che servirà nel momento dello “skin-to-skin”

«Sconsigliamo di portare ciucci o biberon, per favorire il corretto avviamento dell'allattamento nei primi giorni dalla nascita».
 

 

2. Per la mamma

Durante il ricovero è meglio «evitare di portare oggetti di valore, molto denaro o bagagli ingombranti». Per la mamma è utile portare:
 

  • Beauty case con i prodotti per l'igiene personale (detergente, spazzolino, dentifricio)

  • Asciugamani

  • Slip a rete usa e getta

  • Assorbenti

  • Camicie da notte o pigiami aperti sul davanti, comodi per allattare e per effettuare le varie visite a cui ci si dovrà sottoporre

  • Vestaglia

  • Ciabatte di gomma per la doccia

  • 3-4 paia di calze di cotone

 

3. Esami

«La futura mamma deve anche preparare la cartella con gli esami fatti nel corso della gravidanza. A portata di mano è meglio avere la cartella clinica fatta dal ginecologo curante e gli ultimi esami del sangue, insieme agli esami e alle ecografie fatte durante la gravidanza, in ordine cronologico». Dentro, mettete:
 

4. Documenti

Dalla carta d'identità al codice fiscale, passando per la tessera sanitaria, è importante portare con sé i propri documenti personali, originali e non scaduti in modo da poter procedere senza problemi al ricovero e, successivamente, alla dichiarazione di nascita.