Gravidanza

Parto: la posizione in piedi

Di Angela Bisceglia
parto_in_piedi.180x120
19 aprile 2013
Tutti i vantaggi e gli svantaggi del parto in posizione in piedi.

Vantaggi

 

  • In piedi, con le braccia al collo del partner, oppure sorretta per le ascelle dal compagno, la donna piega le ginocchia e asseconda i premiti del bebè (in alcuni ospedali è presente anche una corda, alla quale la partoriente può aggrapparsi): è sicuramente una delle posizioni che sfrutta maggiormente la forza di gravità e favorisce la discesa del feto.

  • Nelle pause fra una contrazione e l’altra, la donna ha la possibilità di muovere qualche passo, se ne ha voglia.

 

Svantaggi

 

  • Se in sala travaglio non c’è la corda, potrebbe risultare faticosa… per il partner!

 

Leggi anche:

 

LE POSIZIONI DEL PARTO

 

LA POSIZIONE SUPINA

 

LA POSIZIONE ACCOVACCIATA

 

LA POSIZIONE A CARPONI

 

LA POSIZIONE LATERALE

 

Vuoi confrontarti o chiedere consiglio ad altre future mamme o mamme? Entra nel forum dedicato al parto