Home Gravidanza Parto

Massaggi durante il parto: quali sono i benefici e quali fare

di Nostrofiglio Redazione - 18.11.2021 - Scrivici

massaggi-durante-il-parto
Fonte: shutterstock
Massaggi durante il parto: i massaggi aiutano ad affrontare meglio il travaglio e il parto. Massaggi alla schiena, ai piedi, al perineo, digitopressione in travaglio

Massaggi durante il parto

Il massaggio durante il parto e il travaglio può essere efficace per allentare la tensione e la paura, ma anche per favorire il rilassamento, aiutare la donna a respirare meglio, ad essere più collaborativa e attiva e per ridurre il dolore. Ma come vanno fatti i massaggi durante il parto? Quali sono le zone da toccare e quali sono i benefici?

In questo articolo

Benefici dei massaggi durante il travaglio

Tra i più noti benefici del massaggio durante il parto segnaliamo:

  • riduzione del dolore ai muscoli e alle articolazioni, soprattutto alla schiena
  • migliore circolazione e ossigenazione del sangue, che può essere un beneficio anche per il bambino
  • riduzione del gonfiore
  • riduzione della tensione muscolare
  • riduzione dell'ansia e dello stress.

Chi deve fare il massaggio?

In linea generale se a fare il massaggio è un operatore specializzato o l'ostetrica la donna si sente rassicurata e ha la percezione di essere "accolta" e in buone mani. Ma il massaggio può essere fatto anche dal futuro papà, soprattutto se insieme alla propria compagna ha frequentato un corso preparto durante il quale ha appreso le più indicate tecniche di massaggio.

Non tutte apprezzano il massaggio

Alcune donne non amano essere toccate e quindi prima di iniziare con il massaggio è bene accordarsi su questo aspetto per essere sicuri che si tratti di una pratica gradita.

Massaggio al coccige e alla schiena durante il travaglio

In situazioni di paura e dolore si tende a irrigidirsi, quindi anche durante il parto. L'ostetrica può dunque eseguire un massaggio al coccige.

All'inizio del travaglio, può essere molto rilassante un massaggio lungo la colonna vertebrale, partendo dalle spalle e mantenendo un movimento ritmico e tratti lunghi e costanti.

A travaglio avanzato, il massaggio della colonna vertebrale può essere più forte in modo da fare da contrasto alle contrazioni. Utili anche il massaggio con i pollici per fare dei cerchi sulle fosse a livello lombare.

Massaggio al coccige durante il travaglio

Massaggio al coccige durante il travaglio

Fonte: shutterstock

Massaggio ai piedi durante il travaglio

Per le gestanti che durante il parto non si lasciano toccare volentieri il corpo, è consigliabile un massaggio delle zone di riflesso del piede, cioè la riflessologia plantare. La stimolazione di alcuni punti del piede può provocare una sensazione di sollievo all'addome.

Il massaggio si può fare in senso verticale sulla pianta dei piedi e sulla parte anteriore graduando la pressione e favorendo l'apertura delle dita.

Il massaggio durante il travaglio è sicuro?

La maggior parte dei tipi di massaggio che vengono eseguiti durante il travaglio sono sicuri per la mamma e per il bambino, ma in caso di dubbi non esitare a parlarne con il proprio ginecologo.

Come capire qual è il massaggio migliore

Per capire quale sia il massaggio giusto bisognerebbe iniziare a provare i vari tipi di massaggio durante la gravidanza, insieme al partner: provate con un massaggio ai piedi e alle dita dei piedi, alle gambe, ai glutei, alla schiena, ma anche viso, collo, mani. Provate diverse velocità e pressioni, dal massaggio lento e leggero al tocco profondo. Esercitarsi prima del travaglio aiuterà te e il tuo partner a entrare in sintonia l'uno con l'altro.

Ricorda che ciò che ti piace durante la gravidanza potrebbe non funzionare durante il travaglio quando i tuoi sensi saranno intensificati. Quindi tieni sempre aperto un canale di comunicazione sincero con la persona che ti sta massaggiando, per interrompere o cambiare il tocco durante il parto.

Digitopressione durante il parto

La digitopressione è un tipo di massaggio basato su tecniche di agopuntura che può aiutare a ridurre il dolore durante il travaglio. I punti da toccare sono tutti situati lungo le linee dei meridiani e cambiano in base all'andamento del travaglio. La pressione deve essere ferma e concentrata nel punto mirato e per questo è importante rivolgersi solo ad operatori competenti ed esperti.

Effleurage, il massaggio sull'addome

L'effleurage è un metodo per gestire il dolore durante il parto naturale. La leggera pressione favorisce il rilassamento durante il travaglio, riduce la tensione e la paura, e spesso aiuta a ridurre il dolore. Si usa la punta delle dita per fare un leggero sfregamento di braccia, schiena e gambe. Ma è soprattutto quando si concentra sull'addome che l'effleurage può essere utile e può essere fatto anche come automassaggio da parte della partoriente. L'idea di fondo è quella di riuscire ad interrompere la risposta al dolore.

Come si fa?

Esegui movimenti circolari e ritmici con il palmo della mano per massaggiare leggermente l'addome. Concentrarsi sul ritmo e sul movimento e in questo modo aiuterai il cervello a "dimenticare" la risposta al dolore.

Il massaggio perineale

Il massaggio al perineo - quella zona che si trova tra l'apertura vaginale e il retto e che può lacerarsi durante un parto naturale - mira ad allungare i tessuti perineali in vista del parto. La ricerca mostra che il massaggio perineale nel terzo trimestre potrebbe ridurre le possibilità di trauma perineale nel caso di primo parto. Si tratta, quindi, di un massaggio da fare nel terzo trimestre di gravidanza ed eventualmente dopo il parto, ma anche durante il secondo stadio del travaglio.

Fonti

Revisionato da Francesca Capriati

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli