Home Gravidanza Parto

Ossitocina: che cos'è e a cosa serve

di Sara Sirtori - 15.10.2020 - Scrivici

ossitocina
Fonte: Shutterstock
L'ossitocina è un ormone che agisce sugli organi del corpo (inclusi il seno e l'utero) e come messaggero chimico nel cervello, controllando aspetti chiave del sistema riproduttivo, inclusi il parto e l'allattamento, e aspetti del comportamento umano.

Ossitocina: che cos'è e quali sono le sue funzioni

L'ossitocina è un ormone prodotto dall'ipotalamo e secreto dalla neuroipofisi, che agisce prevalentemente sulla mammella e sull'utero. Durante il travaglio ed il parto provoca contrazioni delle fibrocellule muscolari lisce uterine, favorendo l'espulsione del feto. Vediamo nel dettaglio quali sono le sue funzioni.

In questo articolo

Cos'è l'ossitocina?

L'ossitocina è prodotta dall'ipotalamo ed è secreta nel flusso sanguigno dalla ghiandola pituitaria posteriore. Svolge la funzione di regolare organi e tessuti periferici durante il momento del parto e dell'allattamento, stimolare il desiderio sessuale e favorire l'affettività e l'empatia.

Quali funzioni svolge l'ossitocina?

Le due azioni principali dell'ossitocina nel corpo sono:

  1. la contrazione dell'utero durante il parto
  2. l'allattamento

L'ossitocina stimola i muscoli uterini a contrarsi e aumenta anche la produzione di prostaglandine, che aumentano ulteriormente le contrazioni. L'ossitocina prodotta viene talvolta somministrata per indurre il travaglio se non è iniziato naturalmente o può essere utilizzata per rafforzare le contrazioni per aiutare il parto. Inoltre, l'ossitocina prodotta viene spesso somministrata per accelerare il rilascio della placenta e ridurre il rischio di forti emorragie contraendo l'utero. Durante l'allattamento, l'ossitocina favorisce il movimento del latte nel seno, permettendogli di essere escreto dal capezzolo. L'ossitocina è presente anche negli uomini, svolgendo un ruolo nel movimento degli spermatozoi e nella produzione di testosterone da parte dei testicoli.

Come influisce l'ossitocina sul comportamento sociale?

Si ritiene che l'ossitocina svolga un ruolo importante anche nel comportamento sociale.
Nel cervello, l'ossitocina agisce come un messaggero chimico e ha dimostrato di essere importante in alcuni comportamenti umani tra cui l'eccitazione sessuale, il riconoscimento, la fiducia, l'ansia e il legame madre-bambino. Di conseguenza, l'ossitocina è stata chiamata "ormone dell'amore" o "sostanza chimica delle coccole".
Sono stati intrapresi molti progetti di ricerca, esaminando il ruolo dell'ossitocina nella dipendenza, lesioni cerebrali, anoressia e stress, tra gli altri argomenti.

Come viene controllata l'ossitocina?

L'ossitocina è controllata da un meccanismo di feedback positivo in cui il rilascio dell'ormone provoca un'azione che stimola maggiormente il suo rilascio. Quando iniziano le contrazioni dell'utero, ad esempio, viene rilasciata ossitocina, che stimola più contrazioni e viene rilasciata più ossitocina. In questo modo le contrazioni aumentano di intensità e frequenza.

C'è anche un feedback positivo coinvolto nel riflesso di produzione del latte. Quando un bambino succhia il latte dal seno di sua madre, la stimolazione porta alla secrezione di ossitocina nel sangue, che poi fa scendere il latte nel seno. L'ossitocina viene anche rilasciata nel cervello per aiutare a stimolare un'ulteriore secrezione di ossitocina. Questi processi sono auto-limitanti; la produzione dell'ormone viene interrotta dopo il parto o quando il bambino smette di nutrirsi.

Cosa succede se ho troppa ossitocina?

Al momento, le implicazioni di avere troppa ossitocina non sono chiare. Livelli elevati sono stati collegati all'iperplasia prostatica benigna, una condizione che colpisce la prostata in più della metà degli uomini di età superiore ai 50 anni. Ciò può causare difficoltà nel passaggio dell'urina.

Potrebbe essere possibile trattare questa condizione manipolando i livelli di ossitocina; tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche prima che siano disponibili eventuali trattamenti.

Cosa succede se ho troppo poca ossitocina?

Allo stesso modo, al momento non è del tutto chiaro se ci sono implicazioni di avere una quantità insufficiente di ossitocina nel corpo. Una mancanza di ossitocina in una madre che allatta impedirebbe il riflesso di espulsione del latte e impedirebbe l'allattamento al seno.

Bassi livelli di ossitocina sono stati collegati all'autismo e ai disturbi dello spettro autistico (ad esempio la sindrome di Asperger) - un elemento chiave di questi disturbi è il cattivo funzionamento sociale. Alcuni scienziati ritengono che l'ossitocina possa essere utilizzata per trattare questi disturbi. Inoltre, una bassa ossitocina è stata collegata a sintomi depressivi ed è stata proposta come trattamento per i disturbi depressivi. Tuttavia, al momento non ci sono prove sufficienti per supportare il suo utilizzo per nessuna di queste condizioni.

Fonte per questo articolo:

You and your hormones: Oxytocin

Domande e risposte

Cosa fa l’ossitocina?  

  • Riduce dell’ansia
  • Riduce i livelli di ormoni dello stress
  • Abbassa la percezione del dolore delle contrazioni
  • Promuove il sentimento della calma
  • Migliora la nutrizione della gestante durante il travaglio e il puerperio 

Quale metodo è più diffuso per indurre il parto?

Il sistema più utilizzato al mondo per l’induzione è l’ossitocina che viene somministrata per via endovenosa (continua o ad intervalli e a dosi differenti). 

Quale funzione ha l'ossitocina durante l'allattamento?

Durante l'allattamento, la suzione del bambino sul capezzolo stimola il rilascio di ossitocina, che a sua volta favorisce la contrazione della muscolatura liscia che fa aumentare l'eiezione del latte.

Leggi articoli su

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli