DPP

Parto: come la scienza potrebbe finalmente predire quando avrai le contrazioni

partoorologio
02 Novembre 2015
Misurare la lunghezza della cervice uterina per capire se è probabile oppure no che partorirai entro una settimana. Con una precisione dell'85%. Una nuova tecnica che potrà essere utile per prevedere quando nascerà il bambino.
Facebook Twitter Google Plus More

Un test per sapere quando nascerà il bebè. Sarebbe bello vero? Al posto della DPP, la data presunta del parto, una DCP, una data certa del parto.

 

Forse non sarà possibile spaccare il minuto, ma un team di ricercatori americano è riuscito ad arrivare a dei buoni risultati grazie a un semplice test che è in grado di predire quando nascerà il bambino. Si tratta di un esame che prevede l'uso di una sonda a ultrasuoni per misurare la lunghezza della cervice uterina. Il risultato è in grado di predire con un certo margine di probabilità se una donna entrerà in travaglio nei successivi sette giorni. 

 

Lo studio è stato realizzato dal professore Vincenzo Berghella della Thomas Jefferson University di Philadelphia, in Pennsylvania ed è stato pubblicato sulla rivista "British Journal of Obstetrics and Gynaecology".

 

Quando partorirai? Dipende dalla lunghezza della cervice uterina

 

| Alamy.com

Quando si avvicina il parto infatti, la cervice di una donna si accorcia e si dilata. Di solito misura normalmente dai 3 ai 5 centimetri.

 

Nella ricerca sono state analizzate 735 donne incinte e con il bimbo posizionato con la testolina in giù. Ed è stato rilevato che, una volta che la lunghezza della cervice uterina si riduce al di sotto dei 10 mm, la possibilità di partorire entro i successivi 7 giorni aumenta dell'85%. Se con l'avvicinarsi del termine della gestazione il collo dell'utero è di 30 mm, il rischio di partorire entro una settimana è invece inferiore al 50%.

 

 

 

 

 

Fonte: 

British Journal of Obstetrics and Gynaecology e Fitpregnancy

Guarda anche il video: come prepararsi al parto