Home Gravidanza Parto

Parto indotto, le testimonianze delle mamme

di Sara De Giorgi - 14.08.2020 - Scrivici

parto-indotto
Fonte: Shutterstock
Abbiamo raccolto tante testimonianze sul parto indotto raccontate dalle mamme: si tratta di storie emozionanti che raccontano la nascita.

Cosa vuol dire partorire con l'induzione? Abbiamo raccolto varie storie divertenti, tristi, originali che raccontano la nascita di bambini, avvenuta mediante un parto indotto.

Ecco le testimonianze più significative ed emozionanti sul parto indotto di alcune mamme, che hanno voluto gentilmente condividere con noi il loro punto di vista.  

In questo articolo

1. Parto indotto, l'esperienza di una mamma

La storia di una mamma che, dopo un primo parto traumatizzante, ha vissuto un secondo parto indotto con il gel. Questa volta però tutto è andato bene: un parto veloce quasi indolore. Alla fine è nata la piccola Fiammetta. 

Leggi la storia di Prema sul suo parto indotto

2. Il mio parto con induzione: il bimbo non voleva più uscire

La storia di una ragazza di 26 anni che adora fare la mamma. Suo figlio non aveva nessuna intenzione di uscire dalla pancia e, una settimana dopo il termine, ha fatto l'induzione. Il piccolo si è fatto desiderare. 

Leggi la storia di Alice e del parto con induzione

3. Parto con ossitocina e cesareo d'urgenza. Per fortuna è andata bene

Dopo un iter pre-gravidanza difficile a causa di una patologia, Keki è rimasta incinta e la felicità sua e di suo marito era alle stelle. I nove mesi sono trascorsi tranquillamente, ma, giunto il termine, il bimbo non voleva nascere. Perciò i dottori hanno dovuto intervenire prima con gel e poi con l'ossitocina. Dopo diversi giorni, finalmente Jacopo è venuto alla luce con un cesareo d'urgenza. Che felicità!

Leggi la storia di Keki 

4. Parto indotto con fettuccia. Il dolore è stato ricompensato da un regalo meraviglioso

Viviana ha partorito, tramite induzione con fettuccia, il 3 luglio 2020 la piccola Elisabetta. Afferma di non aver mai provato un dolore muscolare così forte e che nessuna donna è consapevole del dolore che si prova fino a quando non si è in prima persona la protagonista attrice del fantastico film che è il parto. Ma il dolore è stato ricompensato da un regalo meraviglioso!

Leggi la storia di Viviana 

5. Parto indotto difficile e 32 ore di travaglio. Per fortuna ora il mio bimbo sta bene

La gravidanza di Vale è stata tranquilla, ma il parto no. Giunta in ospedale, i medici le hanno detto che l'avrebbero fatta partorire con l'induzione, poiché il piccolo non voleva uscire. Alle 22 è nato Samuele dopo 32 ore di travaglio. Il bambino aveva la testa a punta: i medici lo hanno preso subito senza darlo a lei. Tutto ciò le ha lasciato un trauma psicologico, dopo ha sofferto di depressione, ma piano piano si è ripresa da sola per fortuna. Ora il bimbo ha quasi due anni ed è un terremoto.

Leggi la storia di Vale

6. Parto indotto doloroso, ma rifarei tutto mille volte

Vanessa ha vissuto un parto indotto molto doloroso: aveva deciso che sua figlia non dovesse nascere con un cesareo e ha spinto talmente forte che la bimba è nata. Lei però si è lacerata completamente. "Se ora ci ripenso, ricordo il dolore atroce, ma io rifarei tutto senza esitare. Ho sentito nascere mia figlia e il parto naturale è l'appuntamento al buio più indimenticabile che si possa vivere. Vale assolutamente la pena", ha affermato.

Leggi la storia di Vanessa

7. Un parto naturale e un parto indotto con ossitocina. Ho ricordi emozionanti della nascita dei miei due figli

Valeria ha un bellissimo ricordo della nascita della sua primogenita: mentre i dottori discutevano se fosse il caso di fare l'episiotomia, la bimba è saltata fuori. Invece, ha un ricordo un po' più bruttino del secondo parto, ma sempre molto emozionante. Le è sembrato di aver patito di più. Infatti, a causa dell'ossitocina, ha anche avuto crampi per diversi giorni dopo la nascita del bimbo.

Leggi la storia di Valeria

8. Parto indotto, ma ho vissuto un'emozione indimenticabile

Giorgia racconta la storia del suo parto indotto. I medici le hanno dato il gel per provocare l'induzione al parto, perché avevano paura che ci fosse un'infezione. Alle 19.30 sono iniziate le contrazioni forti e alle 21.20 è nato il suo bambino!

Leggi la storia di Giorgia

9. Parto indotto e battito cardiaco basso: per fortuna tutto è andato bene

Daniela racconta la storia del suo parto indotto, prima del quale ha vissuto dei momenti molto difficili. Infatti, a causa di un esame, poco prima del parto, durante il quale i dottori avevano rilevato un battito molto basso del cuoricino della piccola, ha avuto molta paura per la mia bimba. 

Leggi la storia di Daniela 

10. Il mio parto indotto a 37 settimane

Giovanna, al controllo in ospedale delle 30 settimane con eco di accrescimento, ha scoperto che il bambino aveva un rallentamento di crescita! Al momento del parto, a 37 settimane, le hanno fatto l'induzione per più volte: il piccolo è venuto al mondo dopo due giorni.

Leggi la storia di Giovanna 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli