Home Gravidanza Parto

Parto record di gemelli: i casi più eclatanti e a cosa fare attenzione

di Simona Bianchi - 24.01.2023 - Scrivici

parto-record-di-gemelli-i-casi-piu-eclatanti-e-a-cosa-fare-attenzione
Fonte: Shutterstock
Nel mondo ci sono stati vari casi di parto record di gemelli. Quali sono i rischi di una gravidanza plurigemellare e da cosa può dipendere

In questo articolo

Parto record di gemelli: i casi più eclatanti

Da un parto possono nascere anche più di due gemelli, da tre in su la gravidanza viene chiamata plurigemellare. I bambini possono essere identici, se omozigoti, o fraterni se eterozigoti. Casi di trigemini e quadrigemini sono molto rari e si verificano quando, dopo la prima divisione in due di un embrione, avviene un'ulteriore divisione di uno o di entrambi gli embrioni. Ecco i casi più eclatanti di parti record di gemelli:

  • Il primo caso mondiale della nascita di sette gemelli è quello dei McCaughey, di Carlisle, nell'Iowa, nati al Medical Center di Des Mones, il 19 novembre 1997
  • Il primo caso mondiale di parto di sei gemelli è invece quello dei sudafricani Rosenkowitz, nati a Città del Capo l'11 gennaio 1974
  • L'11 gennaio 1980, sei anni dopo i Rosenkowitz, all'ospedale Careggi di Firenze è avvenuto il primo parto esagemellare italiano: si trattava dei fratelli Giannini concepiti dopo una serie di trattamenti ormonali
  • L'unico caso di parto di otto gemelli sopravvissuti all'infanzia è quello dei gemelli Suleman, nati il 26 gennaio 2009 in Bellflower, California, da Nadya Suleman in seguito al trasferimento di dodici embrioni. La stessa donna aveva già avuto un parto esagemellare
  • Il primo parto di nove gemelli è stato il 13 giugno del 1971 a Sydney, in Australia, ma nessuno dei bimbi è sopravvissuto
  • Il 26 marzo del 1999 in Malaysia, Zurina Mat Saad ha dato alla luce cinque maschi e quattro femmine, ma nessuno sopravvisse più di 6 ore
  • Il 4 maggio del 2021, Halima Cisse, 25enne del Mali, ha fatto nascere in Marocco quattro maschi e cinque femmine, tutti in perfetta salute

Tra i parti plurigemellari da ricordare c'è anche il caso di Valentina Vassilyeva. È nota per essere stata la donna con il maggior numero di figli partoriti: ben 69. Ha dato alla luce 16 paia di gemelli, 7 parti trigemellari e 4 quadrigemellari fra il 1725 e il 1765, per un totale di 27 parti.

Sessantasette dei suoi sessantanove figli raggiunsero l'età adulta.

Parto plurigemellare: gli ultimi casi in Italia

A fine febbraio 2022 ci sono stati due parti-record di tre gemelli omozigoti negli stessi giorni a Firenze, uno all'Ospedale S.Giovanni di Dio, l'altro a quello di Careggi. In entrambi i casi sono nati tre bambini identici nutriti da una sola placenta e l'evento è molto raro dal momento che se ne verifica un caso ogni 100.000 nascite.

Parto record di gemelli: da cosa può dipendere

Secondo gli scienziati, la probabilità di una gravidanza gemellare è di 1/80 e, tra le cause, ci sarebbe una componente ereditaria e una etnica. Per esempio, il tasso di gemellarità è più alto tra le popolazioni africane e più basso tra quelle asiatiche, mentre le popolazioni caucasiche, a cui appartengono gli europei, stanno nel mezzo. A partire dal 1975 si è osservato un aumento dei parti di gemelli. Questo fenomeno potrebbe essere correlato ai trattamenti della fertilità, soprattutto quando comportano il trasferimento di due o più embrioni. Il Manuale MSD segnala che nell'ultimo ventennio il numero di nascite gemellari, trigemine e plurigemellari è aumentato e fino a 1 parto su 30 è plurimo. A contribuire all'aumento delle probabilità sono:

  • I farmaci per la fertilità
  • L'impiego di tecniche di procreazione assistita
  • Precedente gravidanza gemellare o plurima
  • Età avanzata

Parto plurigemellare: quali sono i rischi

La presenza di più di un feto può provocare delle problematiche in quanto l'utero si distende eccessivamente e tende a iniziare a contrarsi prima che la gravidanza raggiunga il termine. Di conseguenza, i bambini nascono spesso prematuri e più piccoli. In alcuni casi, l'utero sovradisteso non si contrae bene dopo la nascita e può causare un sanguinamento nella donna dopo il parto. Dato che i feti possono trovarsi in varie posizioni e presentazioni, il parto naturale può essere complicato e potrebbe essere più sicuro il taglio cesareo.

Inoltre, la contrazione uterina dopo il parto del primo figlio può causare il distacco della placenta del bambino o dei bambini che devono essere ancora partoriti. Tra gli altri rischi per la donna della gestazione di più feti troviamo:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli