Nostrofiglio

Galleria fotografica

Posizioni del travaglio e parto FOTO

06 Ottobre 2015 | Aggiornato il 29 Marzo 2017
Qual è la posizione migliore per affrontare il travaglio e il parto? Quella che... fa stare meglio la donna. E ognuna dovrebbe essere lasciata libera di scegliere. Dal portale medico americano webmd.com 9 posizioni e le foto.

Facebook Twitter Google Plus More
posizioneparto-seduta

POSIZIONE SUPINA

E’ quella ‘preferita’ da ostetriche e ginecologi, poiché permette di monitorare costantemente la situazione ed intervenire in caso di necessità.. Come svantaggio è una posizione che potrebbe mettere a disagio la mamma, che non si sente ‘protetta'. Il bacino è immobilizzato.

posizioneparto-squat

POSIZIONE ACCOVACCIATA

Questa posizione favorisce il rilassamento della muscolatura pelvica, l’apertura del canale vaginale e la discesa del piccolo, sfruttando la forza di gravità. Può essere usata sia durante il travaglio per per la fase espulsiva. Dopo un po', se non si è allenate, la posizione può essere stancante.

posizioneparto-4zampe

POSIZIONE A CARPONI

La posizione carponi può essere utilizzata per ridurre il dolore delle contrazioni. Inoltre rilassa la schiena e le gambe non si affaticano

posizioneparto-suigomiti

POSIZIONE SUI GOMITI

Variante della posizione a carponi, aiuta a rilassarsi e a mantenere la calma.

posizioneparto-inginocchio

POSIZIONE A CARPONI SU SEDIA, PALLA O CUSCINI

Altra variante della posizione a carponi. Ci si può appoggiare sul letto, su una sedia, sulla palla o su dei cuscini. Vanno ad appoggiarsi le braccia ed anche con la testa, girata su un fianco. Aiuta a riposarsi e rilassarsi.

posizioneparto-laterale

POSIZIONE LATERALE

Può aiutare a riposarsi durante un lungo travaglio. Tieni sollevate con un cuscino la testa e la gamba superiore. Può essere usata per il travaglio e per dare maggiore forza alle spinte, con la gamba esterna piegata verso il petto e le braccia aggrappate alla testiera del letto.

posizioneparto-camminando

POSIZIONE IN PIEDI

Durante il travaglio, camminare aiuta a sentire meno il dolore delle contrazioni. In piedi, con le braccia al collo del partner, oppure sorretta per le ascelle dal compagno, la donna piega le ginocchia e asseconda i premiti del bebè (in alcuni ospedali è presente anche una corda, alla quale la partoriente può aggrapparsi): è sicuramente una delle posizioni che sfrutta maggiormente la forza di gravità e favorisce la discesa del feto.

posizioneparto-inclinata

POSIZIONE IN PIEDI INCLINATA

Inclinarsi in avanti durante ogni contrazione può aiutare a sentire meno il dolore.

posizioneparto-sediaseduto

POSIZIONE SEDUTA

Una variazione per risposarsi dalla posizione in piedi. Se ci si siete abbracciando lo schienale della sedia è possibile anche ricevere un comodo massaggio alla schiena.

posizioneparto-palla

POSIZIONE SUPINA

E’ quella ‘preferita’ da ostetriche e ginecologi, poiché permette di monitorare costantemente la situazione ed intervenire in caso di necessità.. Come svantaggio è una posizione che potrebbe mettere a disagio la mamma, che non si sente ‘protetta'. Il bacino è immobilizzato.
Facebook Twitter Google Plus More