Home Gravidanza Parto

Turista partorisce in spiaggia a Cattolica. Era incinta senza saperlo

di Sara De Giorgi - 12.08.2020 - Scrivici

stabilimento-balneare
Fonte: Shutterstock
Una donna austriaca di 45 anni ha partorito il settimo figlio in uno stabilimento balneare in spiaggia a Cattolica. Era incinta senza saperlo e insieme a suo marito, dopo l'arrivo del bebè, ha deciso di registrare la nascita del piccolo proprio all'anagrafe di Cattolica. La coppia ha spiegato: "Abbiamo scelto di chiamarlo Paolo come il bagnino".

Una donna austriaca di 45 anni, che non sapeva di essere incinta, ha dato alla luce il suo settimo figlio in spiaggia a Cattolica, mentre era in vacanza. Il piccolo è nato in uno stabilimento balneare della città della riviera romagnola nel pomeriggio del primo agosto 2020.

La mamma e il piccolo, che sono stati portati subito all'ospedale Infermi di Rimini, stanno bene. I genitori, Tamara e Robert, entrambi austriaci, dopo il lieto e imprevisto arrivo del bebè, hanno deciso di registrare la sua nascita proprio all'anagrafe della città in cui è nato. La coppia ha spiegato: "Abbiamo scelto di chiamarlo Paolo come il bagnino".

La mamma Tamara, 45 anni, ha raccontato di non sapere di essere incinta. Il figlio più grande della coppia ha 21 anni, il più piccolo ne ha compiuti dieci.

Secondo quanto è riportato dal comunicato stampa diffuso dal Comune di Cattolica, Tamara, alle 18, sarebbe andata verso la toilette, ma poco dopo avrebbe chiamato aiuto gridando perché stava partorendo.

Per fortuna in spiaggia c'era un'infermiera, il cui aiuto è stato decisivo. 

Bebè venuto al mondo in uno stabilimento balneare di Cattolica, la titolare: "Mai capitato prima"

Alcuni testimoni che erano presenti hanno affermato: "Temevamo fosse morto". Pare che invece, dopo un pizzicotto, il bebè abbia emesso il suo primo vagito, rasserenando così tutti. Subito dopo è arrivata un'ambulanza del 118.

Maria Belemmi, titolare dello stabilimento "Bagni 5" ha affermato: "Sono qui da 60 anni, non mi era mai capitato di vedere nascere un bambino in spiaggia. La madre, in vacanza con il marito e alcuni dei sei figli, è cliente da alcuni anni".

All'ingresso del lido è stato appeso un fiocco azzurro e anche l'assessore al Turismo di Cattolica, Nicoletta Olivieri, ha voluto incontrare i genitori austriaci per far loro gli auguri.

Incinta senza accorgersene: è possibile?

Può capitare di portare avanti una gravidanza fino a 7, 8, 9 mesi e non accorgersene? "E' raro, ma può capitare", risponde la dott.ssa Pifarotti.

"Accade soprattutto se una ragazza giovane non è abituata ad osservare i cambiamenti del proprio corpo. Inoltre, se i segnali della gravidanza non sono così evidenti, li si può scambiare per disturbi passeggeri come un mal di pancia o un po' di nausea.

A questo si aggiunge la paura di un evento che non si è pronte a vivere, che porta a far finta di niente ed ignorare certi segni che per un'altra donna sarebbero inequivocabili. Senza considerare una buona dose di ingenuità, che porta a ritenere impossibile una gravidanza dopo un solo rapporto non protetto o usando metodi contraccettivi scarsamente affidabili, come il coito interrotto", spiega la dottoressa.

E il pancione non cresce? 

Dopo i 4-5 mesi la pancia comincia ad essere ben visibile. Se la donna è particolarmente in sovrappeso, l'addome è più voluminoso per la presenza di adipe e la confusione potrebbe esserci, mentre se è magrolina il bebè potrebbe essere più minuto. Al tempo stesso non viene da pensare ad un bambino quando si avvertono certi movimenti nella pancia, specie se si crede di aver avuto il ciclo fino a poco tempo prima.

E così la gravidanza va avanti fino a quando non accade qualcosa che spinge a recarsi in ospedale e a scoprire la verità. Ci possono essere anche rari casi in cui non ci si accorge della gravidanza fino al momento del parto.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli