Home Gravidanza

Prima settimana di gravidanza

di Niccolò De Rosa - 01.03.2021 - Scrivici

prima-settimana-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Come inizia una gestazione? Ecco che cosa accade al corpo della donna durante la prima settimana di gravidanza

In questo articolo

Prima settimana di gravidanza

La prima settimana di gravidanza è sempre un periodo che viene considerato "a posteriori" poiché, di fattio, nessuna donna si accorge dell'avvenuto concepimento. Infatti, non solo si è palesato alcun sintomo (né si manifesterà per ancora qualche tempo), ma non ancora non c'è stato il ritardo del ciclo mestruale, che di solito rappresenta il primo segnale di una possibile gravidanza.

Come si stabilisce l'inizio di una gravidanza?

Ma se la futura madre è totalmente inconsapevole del fatto che il suo ovulo sia stato fecondato come si fa a risalire alla prima settimana di gravidanza?

Normalmente, una volta accertata la gravidanza, si ricorre alla convenzione secondo la quale si considera - con un'approssimazione  di due settimane circa - la data dell'ultima mestruazione. Da quel giorno, aggiungendo al calcolo 40 settimane, avremo il periodo presunto del parto.

Quindi nella prima settimana di gravidanza, non si ha ancora avuto l'ovulazione, ma - convenzionalmente - è la prima settimana dall'inizio del ciclo.

I sintomi della gravidanza

Stai considerando la prima settimana di gravidanza come quella dell'avvenuto concepimento e vuoi sapere che cosa sta accandendo al tuo corpo? Sei già nella terza settimana in realtà.

I sintomi di una gravidanza

Benché nelle primissime settimane non si palesi di alcun cambiamento evidente, quello della gravidanza rimane un viaggio lungo e impegnativo, in cui il corpo femminile viene sottoposto a stress, sbalzi ormonali e trasformazioni fisiche che condizioneranno per mesi la vita quotidiana della futura mamma (basti pensare la pancione, che crescerà a dismisura).

A ciò si aggiunge inoltre il fatto che la sintomatologia dello stato interessante rimane molto soggettiva: alcune donne cominciano ad avvertire dei cambiamenti già nelle prime settimane, mentre altre non si accorgono di nulla per mesi (e qualcuna riesce persino a condurre una gravidanza praticamente senza sintomi).

Ma quali saranno allora i primi sintomi della gravidanza? Ovviamente, come già specificato, si partirà dalla mancanza di un ciclo mestruale, episodio che aprirà la strada a tanti altri segnali fisiologici:

  • Piccole perdite di sangue.
  • Seno più sensibile.
  • Maggiore sensibilità agli odori (e talvolta ai sapori)
  • Stimoli di fare pipì
  • Stanchezza
  • Nausee mattutine ma posso capitare durante tutta la giornata
  • Pancia dura e gonfia
  • Tensione al basso ventre

Il feto nella prima settimana di gravidanza

Alla prima settimana di gravidanza (la stiamo ancora chiamando prima, ma in realtà sei nella terza settimana) è ancora presto per parlare di feto, in quanto l'ovulo è appena stato fecondato. In questa precocissimo fase della gestazione dunque il protagonista è l'embrione o ancor meglio la morula, un aggregato di cellule che rappresenta il primo stadio dello sviluppo ormonale.

Dopo l'avvenuta fecondazione da parte dello spermatozoo infatti, la cellula ottenuta - lo zigote - comincia a dividersi e crea appunto la morula che comincia a spostarsi dall'ovaio all'utero passando attrraverso tube di Falloppio. Quando l'annidamento sarà completato (normalmente avviene entro il termine della settimana), l'ammasso di cellule continuerà la sua operazione replicativa, fino a diventare un vero e proprio embrione e, infine, un feto.

FONTI: NHS

Domande e risposte

Come capire se si è incinta alla prima settimana di gravidanza?

È molto difficile accorgersi già alla prima settimana del proprio stato interessante. I sintomi più frequenti comunque sono pancia dura, nausee mattutine e, soprattutto, mancanza di ciclo mestruale.

Quando si avvertono i primi sintomi della gravidanza? 

È soggettivo. Alcune donne avvertono dei sintomi già nelle prime settimane, mentre per altre non accade nulla per mesi.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli