Home Gravidanza

Quando fare il test di gravidanza

di Valentina Murelli - 15.09.2020 - Scrivici

test-di-gravidanza
Fonte: shutterstock
Il momento migliore per fare il test di gravidanza è dal primo giorno di ritardo delle mestruazioni e preferibilmente il test va eseguito sulle prime urine del mattino.

Pensi di essere incinta? Per toglierti il dubbio, puoi fare già dal primo giorno di ritardo delle mestruazioni un test di gravidanza (anche se alcuni test sono sensibili anche qualche giorno prima rispetto alla data in cui era previsto l'arrivo della mestruazione).

In questo articolo

Quando fare il test di gravidanza

Risponde Rossella Nappi, professoressa di ostetricia e ginecologia all'Università di Pavia e ginecologa presso il Pliclinico San Matteo di Pavia: "Il test va fatto quando il ciclo mestruale è in ritardo rispetto alla sua canonica 'tabella di marcia', oppure si avvertono sintomi particolari, come:

  • sentirsi eccessivamente affaticate durante la giornata;
  • crollare dal sonno la sera dopo cena;
  • provare un senso di nausea o di fastidio per alcuni odori e sapori;
  • provare una tensione eccessiva al seno o dolori simil mestruali"

"I test fai da te del supermercato o della farmacia vanno benissimo" sottolinea Nappi, "ma il mio consiglio è sempre di aspettare almeno il primo giorno di ritardo delle mestruazioni, per evitare delusioni e ansie esagerate. Ricordiamo che per progetto della gravidanza la parolad'ordine dovrebbe sempre essere no stress". 

Test di gravidanza, quando farlo? Ascolta nel podcast la risposta di Rossella Nappi.

I test di gravidanza che puoi acquistare in farmacia o al supermercato, oppure quelli basati sulle analisi delle urine che puoi fare in un laboratorio specializzato, si basano tutti sullo stesso principio. Misurano infatti la presenza nelle urine della Beta HCG o gonadotropina corionica umana, un ormone che viene prodotto dal trofoblasto (l'abbozzo della placenta) a partire dal momento dell'impianto dell'embrione nell'utero, vale a dire circa 6-7 giorni dopo il concepimento.

Appena inizia la sua produzione, l'ormone passa dapprima nel sangue - dove può essere rilevato già 7-10 giorni dopo il concepimento - e dopo qualche altro giorno viene smaltito con le urine. I test di gravidanza in stick di ultima generazione permettono di rilevarlo 12-14 giorni dopo la fecondazione, cioè dal primo giorno di ritardo della mestruazione, o in alcuni casi anche da due-quattro giorni prima.

Come si legge un test di gravidanza

Sul display se sei incinta compaiono due lineette, ma può capitare che alcune volte sia difficile distinguerle o che solo una sia marcata. Se il risultato non è chiaro e la seconda linea compare anche se sbiadita, va comunque considerato positivo.

Se fai il test troppo presto, c'è il rischio di un falso negativo. Si possono inoltre generare ansie e delusioni. 

Alcuni ritengono che possa avere senso fare un test così precocemente se la donna ha un ciclo molto regolare. Altrimenti, meglio aspettare ancora qualche giorno, per non rischiare di avere un risultato falso negativo, dovuto al fatto che la concentrazione di hCG nelle urine è ancora troppo bassa.

Se il test è negativo ma pensi ancora di essere incinta e le mestruazioni non arrivano, ti conviene ripeterlo dopo qualche giorno.

I test da fare in autonomia in casa sono attendibili.

I falsi positivi

I falsi positivi sono limitati a casi molto rari, come neoplasia alle ovaie che producono la Beta-hCG o farmaci che stimolano l'ovulazione. O può capitare dopo un aborto (anche 20-25 giorni dopo l'interruzione) o a donne peri e post menopausali in cui la beta di base è più alta del normale.

I falsi negativi

I falsi negativi potrebbero essere più frequenti. Per esempio se il concepimento è stato più tardivo del previsto o se si fa uso di contraccettivi ormonali, si allatta o minacce di aborto non riconosciute. Per questo è sempre prudente ripetere il test dopo qualche giorno.

"Se possibile, meglio eseguire il test sulle prime urine del mattino" dichiara Nappi. "Anche se  anche se quelli attualmente in commercio sono validi e sensibili e il rischio di falsi positivi (cioè il test dice che le donna incinta ma non è vero) e di falsi negativi (cioè la donna è incinta ma il test dice di no) è molto raro, è sempre bene fare le cose per bene".

Questo a meno che non ci sia una valida ragione per fare il test a metà pomeriggio o nel cuore della notte: "Per esempio un disturbo fastidioso che mette in allarme. Allora va bene a qualunque ora, e se il test è negativo lo si può ripetere il giorno dopo alla mattina".

Il costo di un test di gravidanza casalingo va dai 10 ai 20 euro. Per risparmiare, si possono acquistare online.

I test di gravidanza online
Sono i quiz che danno indicazioni sul possibile inizio di una gravidanza. Spopolano tantissimo sul web, ma attenzione, non hanno alcuna validità scientifica.

Fonti per questo articolo: sito web babycentre.co.uk; consulenza della professoressa Rossella Nappi, ginecologa presso il Policlinico San Matteo di Pavia.

Domande e risposte

Quando fare il test di gravidanza?

Il test di gravidanza andrebbe fatto preferibilmente dal primo giorno di ritardo della mestruazione.

Quanto costa un test di gravidanza?

Il costo può variare dai 12 ai 20 euro a seconda che si tratti di un test normale o digitale. 

Dove posso comprare un test di gravidanza?

I test di gravidanza sono venduti in farmacia o al supermercato. La maggior parte sono confezionati in scatole da uno o due stick.

I test di gravidanza online funzionano?

No, i test che trovi online in formato quiz non hanno alcuna valenza scientifica.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli