gravidanza

Come calcolare la durata di una gravidanza

Di Sara Sirtori
gravidanza
6 marzo 2020
Qual è la durata media della gravidanza? Scopriamo insieme come calcolare le settimane di gravidanza, la data presunta del parto e qualche curiosità sulla gravidanza nel mondo degli animali.

 

La gravidanza: durata e calcolo delle settimane

 

Hai appena scoperto di essere incinta, e vuoi seguire la tua gravidanza passo dopo passo, settimana per settimana? Scopri tutto sulla gravidanza: la sua durata, la data di concepimento, in che settimana di dolce attesa sei e, attraverso il nostro servizio, potrai anche conoscere la data presunta del parto.

 

Indice:

 

 

Gravidanza: quanto dura

 

Durata della gravidanza dal concepimento


La gravidanza dura convenzionalmente quaranta settimane, che si contano a partire dal primo giorno dell'ultima mestruazione. Questo arco di tempo è comunque indicativo, in quanto rientrano nella normalità anche i parti che avvengono tra la trentasettesima e la quarantunesima settimana.
Invece, quando la durata della gravidanza è inferiore a 37 settimane, si parla di parto prematuro o pretermine, e dopo la quarantaduesima settimana il parto si dice post-termine.

La durata della gravidanza

Una gravidanza umana dura mediamente 280 giorni, cioè 9 mesi e 10 giorni, cioè 40 settimane, contando dal primo giorno dell'ultima mestruazione.

 

 

Come calcolare la data del concepimento

 

Il concepimento può avvenire quando c'è l'ovulazione 

 

Nell'ipotesi in cui il ciclo mestruale sia regolare, la durata della gravidanza può essere calcolata partendo dalla presunta data di ovulazione, tenendo presente che questa avviene sempre 14 giorni prima dell'ultimo flusso e, in media, 14 giorni dopo l'inizio dell'ultima mestruazione.

Questa data coincide a grandi linee con quella della fecondazione, perché sappiamo che la cellula uovo dopo il suo rilascio può sopravvivere al massimo 24-48 ore. Dopo questo periodo, se non fecondata - si sfalda.
Si può conoscere con certezza il giorno esatto della fecondazione solamente nel caso in cui si sia consumato un unico rapporto sessuale durante quel mese.

 

 

Le settimane di gravidanza

 

Come sapere in quale settimana di gravidanza ti trovi

 

Leggendo la tabella riportata qui sotto, potrai scoprire in quale settimana sei. Ricordati sempre che il primo giorno da utilizzare per calcolare l'inizio della gravidanza è sempre il primo giorno dell'ultima mestruazione.

 

  1. Primo mese: dal primo giorno dell'ultima mestruazione fino a 4 settimane + 3 giorni (0w - 4w+3).

  2. Secondo mese: da 4 settimane + 4 giorni a 8 settimane + 5 giorni (4w+4 - 8w+5)

  3. Terzo mese: da 8 settimane + 6 giorni a 13 settimane + 1 giorno (8w+6 - 13w+1)

  4. Quarto mese: da 13 settimane + 2 giorni a 17 settimane + 4 giorni (13w+2 - 17w+4)

  5. Quinto mese: da 17 settimane + 5 giorni a 21 settimane + 6 giorni (17w+5 a 21w+6)

  6. Sesto mese: da 22 settimane + 0 giorni a 26 settimane + 2 giorni (22w - 26w+2)

  7. Settimo mese: da 26 settimane + 3 giorni a 30 settimane + 4 giorni (26w+3 - 30w+4)

  8. Ottavo mese: da 30 settimane + 5 giorni a 35 settimane + 0 giorni (30w+5 - 35w)

  9. Nono mese: da 35 settimane + 1 giorno a 40 settimane + 0 giorni (35w+1 - 40w)


Come funzionano i trimestri di gravidanza?


La gravidanza è divisa in tre trimestri:

  • il primo trimestre di gravidanza inizia la prima settimana e finisce nella tredicesima (1-13 settimane)

  • il secondo trimestre di gravidanza inizia la quattordicesima settimana e finisce la ventottesima (14-28 settimane)

  • il terzo trimestre di gravidanza inizia la ventinovesima settimana di gravidanza e finisce la quarantesima (29-40 settimane).

 

La data presunta del parto (DPP)

 

Come calcolare la data presunta del parto

 

Come calcolare la data presunta del parto dal concepimento? È difficile conoscere con precisione la data dell'ovulazione e quindi dell'effettivo concepimento. Quindi come già detto, per convenzione, l'inizio di una gravidanza è fissato in corrispondenza dell'ultima mestruazione.
Conoscendo il primo giorno dell'ultima mestruazione e prendendo come riferimento la durata del proprio ciclo mestruale, è possibile sapere quale sarà la data presunta del parto mediante un semplice calcolo. La regola di Naegele calcola con buona approssimazione la data presunta del parto sulla base di una semplice operazione matematica: data di inizio dell'ultima mestruazione più un anno, più sette giorni meno tre mesi.

 

Infine, ci si può affidare al nostro calcolatore, semplicemente inserendo negli appositi campi la data di inizio dell'ultima mestruazione e la lunghezza del proprio ciclo mestruale.


Utilizza il calcolatore di Nostrofiglio per conoscere la data del parto prevista o DPP.

 

La durata della gravidanza di alcuni mammiferi

 

Durata media della gravidanza in varie specie di mammiferi

 

Anche gli animali condividono con noi la percezione dolorosa del parto. Il dolore è associato al parto animale con una funzione ben precisa: attirarel'attenzione della madre sul fatto che presto darà alla luce i cuccioli, e per questo si troverà in una situazione di grande vulnerabilità. Guidate dal dolore, le femmine animali cercano un rifugio sicuro, nascosto e protetto dai predatori. Ecco la durata media della gravidanza di alcuni mammiferi.

  • Topo: 3 settimane
  • Coniglia: 4 settimane
  • Furetta: 6 settimane
  • Gatta: 8-9 settimane
  • Cagna: 8-9 settimane
  • Leonessa: 15-16 settimane
  • Scimmia: 36 settimane
  • Mucca: 42 settimane
  • Balena: 44 settimane
  • Cavalla: 45-80 settimane