Home Gravidanza

Quarto mese di gravidanza: sintomi, cambiamenti e le ecografie da fare

di Francesca Demirgian - 26.03.2021 - Scrivici

quarto-mese-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Cosa succede alla mamma e al bambino durante il quarto mese di gravidanza. Sintomi, esami da fare, cosa fare e cosa evitare. Una guida completa per scoprirlo

Quarto mese di gravidanza: che succede?

Il quarto mese di gravidanza è quello che introduce la mamma nel secondo trimestre. Dopo un primo trimestre fatto, nella maggior parte dei casi, di nausee, vomito e continua stanchezza, le future mamme ritrovano l'energia ed è solitamente questo il periodo più piacevole della gravidanza.

La pancia inizia a vedersi ma ancora non pesa, non subentrano ancora dolori alla schiena e particolari disturbi di digestione. Ma andiamo a scoprire meglio cosa accade nel corso del quarto mese di gestazione, nella mamme e nel bambino.

In questo articolo

I sintomi nel quarto mese di gravidanza

I sintomi tipici del primo trimestre (come nausee, stanchezza, dolore al seno) inizieranno gradualmente a scomparire. A partire dal quarto mese di gravidanza l'utero inizierà ad aumentare in modo regolare. In questo periodo di gestazione, l'utero misura più o meno quando un polpelmo. La pancia inizia a crescere e, se anche fino ad ora foste riuscite ad indossare gli indumenti di sempre, è arrivata l'ora di fare un po' di sano, divertente ed emozionante shopping premaman.

Ecco quali sono i sintomi che una mamma avverte intorno alla 13esima settimana e fino alla 18esima:

  • le nausee passano, la donna ritrova la voglia di mangiare tutto ed è più semplice seguire un'alimentazione sana e variegata
  • la stanchezza lascia il posto all'energia in questa fase della gravidanza. La donna si sente nuovamente in forza, si sente attiva, piena di vitalità e di voglia di fare
  • il volume del sangue che circola nel corpo è notevolmente aumentato, il cuore della mamma aumenta la sua gettata di circa il 20% per rispondere al fabbisogno d'ossigeno del bambino
  • aumenta la pigmentazione della pelle: i capezzoli tendono a scurirsi e una linea nera può comparire tra osso pubico e ombelico (è la cosiddetta linea nigra)
  • la pancia aumenta, qualche mamma inizia ad avvertire leggeri movimenti del feto (più frequente quando la mamma non è alla prima gravidanza)
  • potrebbe presentarsi stitichezza causata dagli scompensi ormonali e dal piccolo che inizia a premere sull'intestino
  • rischio cistite: se la mamma in questa fase avverte bruciore o altri fastidi urinari, deve prontamente dirlo al proprio ginecolgo
  • potrebbero comparire macchie sul viso provocate dal sole (anche quello che si prende in città). E' la cosiddetta maschera gravidica che va prevenuta con uso di creme protettive

Ecografie da fare nel quarto mese di gravidanza

Durante il quarto mese si svolge, solitamente la seconda visita prenatale dal ginecologo, durante la quale si fa anche l'ecografia. Si tratta di una visita in cui lo specialista verifica lo stato di salute della mamme e del bambino e richiede alla mamma la routine di analisi ematiche (toxoplasmosi, citomegalovirus, etc) e delle urine.

Dalla quindicesima settimana di gravidanza è possibile anche svolgere l'amniocentesi. Inoltre, durante il quarto mese, la donna - se non l'ha fatto in precedenza - può eseguire il prenatal safe (Dna fetale), un prelievo del sangue che permette di individuare trisomie o altre anomalie genetiche. 

Per la scelta della diagnosi prenatale, fatevi consigliare dal ginecologo che vi sta seguendo o dal ginecologo del consultorio.

Quarto mese di gravidanza: l'amniocentesi

Secondo le linee guida della Società internazionale di ecografia ostetrica e ginecologica (Isuog), nel corso del quarto mese è possibile eseguire l'amniocentesi. In particolare, questo esame, si può svolgere a partire dalla 15esima settimana di gestazione.

Esistono alcuni casi in cui alle future mamme viene suggerito di sottoporsi ad amniocentesi: se la gravidanza arriva verso o dopo i 40 anni, ad esempio, o se ci sono stati già casi di malformazioni, malattie genetiche, nelle gravidanza precedenti.

L'amniocentesi consiste nel prelievo di una piccola quantità di liquido amniotico da analizzare in laboratorio. E' una tecnica di diagnosi prenatale invasiva che è possibile eseguire presso centri specializzati. Il suo obiettivo è quello di svolgere indagini citogenetiche per individuare eventuali anomalie cromosomiche fetali e ricercare malattie genetiche delle quali i genitori possano essere portatori o di verificare se siano presenti malattie infettive congenite.

Oggi è una tecnica meno diffusa, soprattutto per la presenza della villocentesi, altra tecnica di diagnosi prenatale invasiva che si svolge nel terzo mese di gravidanza, e per il prenatal safe che - seppur probabilistico - è abbastanza scelto dalle mamme per la sua non invasività.

Pancia e peso nel quarto mese di gravidanza

Nel quarto mese di gravidanza, come anticipato, la pancia inizia a crescere, gli indumenti soliti non entrano più ed è necessario acquistare dei capi premaman comodi, che assicurino comfort alla mamma e al bambino. Inoltre, in questo mese, anche il peso della mamma inizia ad aumentare.

Se, fino ad ora, infatti, la mamma ha preso 1 al massimo 2 chili, ben distribuiti tra pancino e seno, è nel quarto mese che l'aumento di peso si fa più evidente, aumentando di circa 400 grammi a settimana. Seguendo un regime alimentare sano, non facendo una vita troppo sedentaria, si arriverà al termine della gravidanza avendo assunto tra i 9 e i 12 kg.

Cosa succede al bambino nel quarto mese di gravidanza

Nel quarto mese di gravidanza, il bambino è completamente formato. Ora, all'interno dell'utero crescerà, maturerà, fino ad essere pronto per vivere autonomamente fuori dalla pancia.

Tra la tredicesima e la diciassettesima settimana di gravidanza, in particolare, il cuore del bimbo è completamente sviluppato e ha un ritmo cardiaco da 120 a i 60 battiti al minuto.

I suoi piccoli occhi già sono sensibili alla luce, la corteccia cerebrale ha formato diverse circonvoluzioni. I nervi spinali e le radici spinali acquisiscono mielina e questo vuol dire che lo sviluppo del bambino procede. Il bambino inizia ad avere delle reazioni alle sostanze amare presenti nel liquido amniotico, non inghiottendole e aggrottando la fronte, mentre apprezzerà quelle dolci, raddoppiando il ritmo della suzione. 

E' questo il mese in cui compare anche la prima peluria sulle sopracciglia e sul cranio, chiamata lanugo.

Cosa non fare nel quarto mese di gravidanza

Durante il quarto mese di gestazione la futura mamma:

  • DEVE sottoporsi alle ecografie necessarie in questo periodo (seconda ecografia dal ginecologo, se necessario amniocentesi, etc)
  • DEVE seguire un regime alimentare sano, variegato
  • DEVE svolgere uno stile di vita sano, riposarsi al bisogno, seguire molto il proprio corpo e le sue esigenze
  • DEVE assumere un multivitaminico che le sarà consigliato dal ginecologo
  • NON DEVE assumere troppa caffeina, non deve bere alcolici, fumare
  • NON DEVE sottovalutare problemi ai denti e arrossamento alle gengive (che in gravidanza possono presentarsi)
  • NON DEVE stancarsi troppo o fare particolari sforzi
  • NON DEVE esporsi a sostanze nocive
  • NON DEVE svolgere una vita troppo sedentaria: consigliata una passeggiata al giorno e un po' di attività fisica adeguata (yoga, stretching, pilates)

Le settimane di gravidanza

Il quarto mese di gravidanza va dalle 13 settimane + 2 giorni alle 17 settimane + 4 giorni. E' il primo mese del secondo trimestre, quello che - come anticipato - catapulta la donna in un periodo completamente nuovo. Nausee azzerate o quasi, energia e grande vitalità. Un bel mese, in cui molte mamme scoprono anche il sesso del proprio bambino.

Il quarto mese è ricco di emozioni, scoperte per tutte le future mamme e i futuri papà.

Tutti i mesi della gravidanza

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli