Home Gravidanza

Quali sono i rischi di una gravidanza gemellare?

di Ines Delio - 02.07.2024 - Scrivici

rischi-della-gravidanza-gemellare
Fonte: shutterstock
Quali sono i rischi della gravidanza gemellare e cosa fare per gestire e ridurre al minimo l'impatto di eventuali complicazioni?

In questo articolo

Esistono rischi della gravidanza gemellare?

Scoprire di aspettare più di un bambino è spesso un evento felice per molte coppie. Tuttavia, la gravidanza multipla presenta una incidenza maggiore di complicanze rispetto a quella singola, in quanto l'utero non è fatto per ospitare due o più feti. Va ricordato, però, che nessuna gravidanza è del tutto priva di rischi e che, con una buona assistenza prenatale, si possono aumentare notevolmente le possibilità di avere una gestazione sana e bambini sani. Scopriamo, quindi, quali sono i rischi della gravidanza gemellare.

Quali sono i rischi della gravidanza gemellare?

Ecco quali sono le complicazioni di una gravidanza gemellare più comuni.

  • Parto pretermine. Stando a quanto riporta il Johns Hopkins Medicine, oltre il 60% dei gemelli e quasi tutti i multipli di ordine superiore sono prematuri (nati prima delle 37 settimane). Più alto è il numero di feti nella gravidanza, maggiore è il rischio di parto prematuro. I bambini prematuri nascono prima che il loro corpo e i loro organi siano completamente maturati, spesso sono molto piccoli, con un basso peso alla nascita, e possono aver bisogno di aiuto per respirare, mangiare, combattere le infezioni e stare al caldo. I bambini molto prematuri, ossia quelli nati prima delle 28 settimane, sono particolarmente vulnerabili. Per questo motivo, molti bambini nati da parto multiplo hanno bisogno di cure in un'unità di terapia intensiva neonatale (UTIN).
  • Diabete gestazionale. Se si sviluppa il diabete (glicemia alta) durante la gravidanza, i bambini possono crescere troppo e ciò aumenta il rischio di complicazioni durante il travaglio e può richiedere un parto cesareo. I bambini potrebbero anche avere problemi di respirazione e un basso livello di zuccheri nel sangue quando nascono. Tuttavia, è possibile adottare misure, come la dieta, per ridurre il rischio.
  • Preeclampsia. La probabilità di sviluppare la preeclampsia è più che doppia rispetto alle donne che portano in grembo un solo bambino. In caso di preeclampsia, potrebbe essere necessario un parto anticipato per evitare gravi complicazioni. Se non viene trattata, può privare il bambino di ossigeno e nutrienti e danneggiare gli organi.
  • Anemia. Il rischio di anemia nelle gravidanze multiple è più del doppio rispetto a un parto singolo. Assicuratevi di aggiungere ferro alla vostra dieta come raccomandato dal vostro medico.
  • Difetti alla nascita. I bambini nati da una gravidanza multipla hanno circa il doppio del rischio di anomalie congenite (presenti alla nascita), tra cui difetti del tubo neurale (come la spina bifida), anomalie gastrointestinali e cardiache.
  • Aborto spontaneo. Un fenomeno legato alle gravidanze multiple è la "sindrome del gemello scomparso", che si riferisce alla scomparsa di un embrione in gravidanze gemellari confermate tali da un'ecografia all'inizio della gestazione. Questo fenomeno può essere accompagnato o meno da un'emorragia. Il rischio di perdita della gravidanza aumenta anche nei trimestri successivi.
  • Quantità anomale di liquido amniotico. Le anomalie del liquido amniotico sono più comuni nelle gravidanze multiple, soprattutto nei gemelli che condividono la placenta.
  • Parto cesareo. Posizioni anomale del feto aumentano le probabilità di parto cesareo.
  • Emorragia post-partum. L'ampia area placentare e l'utero troppo disteso mettono la madre a rischio di emorragia dopo il parto in molte gravidanze multiple.

Cos'è la sindrome da trasfusione feto fetale?

Tra i rischi della gravidanza gemellare c'è anche la sindrome da trasfusione feto fetale (Twin to Twin Transfusion Syndrome o TTTS).

Si tratta di una malattia acuta caratteristica dei gemelli che hanno in comune la placenta, caratterizzata dal passaggio anomalo di sangue da un gemello (donatore) all'altro (ricevente). Si verifica in circa il 15% dei gemelli con placenta condivisa. Con il tempo, il feto ricevente riceve una quantità eccessiva di sangue, che può sovraccaricare il sistema cardiovascolare e causare la formazione di troppo liquido amniotico. Il feto donatore, più piccolo, non riceve invece sangue a sufficienza e ha una bassa quantità di liquido amniotico.

Rischi della gravidanza gemellare: cosa dicono gli esperti

Nonostante, come abbiamo visto, ci siano diversi rischi legati a una gravidanza multipla, il consiglio è di cercare di non preoccuparsi troppo. Con una buona assistenza prenatale, si possono ridurre e individuare eventuali problemi prima, piuttosto che dopo. Potrete inoltre collaborare con il vostro medico per gestire e ridurre al minimo l'impatto di eventuali complicazioni.

Fonti

I migliori articoli sulla gravidanza gemellare

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli