Home Gravidanza Salute e benessere

Acqua frizzante in gravidanza: cosa c’è da sapere

di Simona Bianchi - 17.08.2023 - Scrivici

acqua-frizzante-in-gravidanza-cosa-c-e-da-sapere
Fonte: Shutterstock
Molte donne si chiedono se l'acqua frizzante in gravidanza si può bere o meno. L'idratazione è importante, ma cosa fare se si amano le bollicine?

In questo articolo

Acqua frizzante in gravidanza cosa c’è da sapere

Una domanda che molte donne si pongono è: si può bere acqua frizzante in gravidanza? Sicuramente, idratarsi è importante per il corpo e per la salute in qualsiasi momento della vita, quando si è incinta l'H2O serve per formare il liquido amniotico, per sostenere l'aumento del volume sanguigno, per far circolare le sostanze nutritive e l'ossigeno all'interno dell'organismo e per eliminare le scorie. Ma è da preferire l'acqua liscia o frizzante? In realtà, non ci sono controindicazioni sul consumo della gassata, anche se c'è da ricordare che la presenza di gas tende a far aumentare la sensazione di gonfiore addominale. Quindi le future mamme potrebbero sentirsi più appesantite dal consumo di acqua frizzante, d'altra parte, invece alcune donne tendono a preferirla perché la trovano un'utile alternativa per contrastare le nausee. Non ci sono comunque studi che attestino abbia un reale effetto contro questo tipo di problematica.

Acqua frizzante contro disturbi di digestione

Uno studio pubblicato su Deutsches Ärzteblatt International sostiene che le donne in sovrappeso, durante la maternità, sono più predisposte a problematiche come preeclampsia, diabete gestazionale, eventi ipertensivi e morti neonatali. Per contrastare i conseguenti disturbi, i ginecologi potrebbero consigliare l'acqua frizzante perché  l'anidride carbonica contenuta nell'acqua frizzante stimola la produzione di succhi gastrici e aiuta la digestione. Le minuscole bollicine dell'acqua gassata, poi, riempiono lo stomaco rapidamente, favorendo il senso di sazietà. Per queste caratteristiche l'acqua frizzante favorirebbe la digestione.

Quale acqua bere durante la gravidanza

Secondo l'Humanitas, l'acqua calcica, con il contenuto di calcio maggiore di 150 mg/lt aiuta le donne in gravidanza o in menopausa per prevenire l'osteoporosi e, in alcuni casi, l'ipertensione. Un'acqua bicarbonata, con contenuto di bicarbonato maggiore ai 600 mg/lt, può invece svolgere un'azione antinfiammatoria e aiutare la digestione. Altri esperti suggeriscono che l'acqua ideale per le donne in gravidanza dovrebbe avere queste caratteristiche:

  • oligominerale o mediominerale con un residuo fisso inferiore a 500 mg/L o compreso tra 500 e 1000 mg/L
    povera di sodio e di nitrati
  • a elevato contenuto di bicarbonato e calcio

Le acque di questo tipo sono dette appunto bicarbonato-calciche o con pH lievemente acido o neutro.

Le bibite da evitare in gravidanza

Uno studio pubblicato pubblicati sull'International Journal of Epidemiology e citato dall'Humanitas, riporta  i dati di oltre 91mila donne danesi in gravidanza con diabete gestazionale tra il 1996 e il 2002. Il 50% circa delle donne intervistate aveva fatto uso di bibite dolcificate durante la gestazione e il 9% aveva bevuto almeno una bibita al giorno. In pratica, la ricerca avrebbe mostrato che le pazienti consumatrici di bevande gassate dolcificate, avevano il 60% in più di probabilità di avere un bambino macrosoma, ossia di peso più alto alla nascita. L'acqua quindi, come sembrano comprovare i risultati delle ultime ricerche, dovrebbe essere la bevanda preferita dalla gestante, mentre un'assunzione eccessiva di zuccheri, oltre ai rischi di sviluppare il diabete gestazionale, comporta anche un aumento di peso del feto e di conseguenza l'aumentata probabilità di rischi ostetrici e di ricorso al parto con taglio cesareo. Da evitare anche birra e alcool.

I consigli per una corretta idratazione in gravidanza

Come detto, durante la gestazione sono da evitare le bibite gassate, perché spesso contengono un alto livello di edulcoranti artificiali. Il miglior modo per restare idratate è invece quello di aumentare l'assunzione giornaliera di acqua che può essere aromatizzata con alimenti e aromi naturali. Per esempio, potrebbe essere ideale una spruzzata di limone, lime o mirtillo che aiutano l'assimilazione da parte dello stomaco e rendono più gradevole il gusto. Sono poi da limitare le bevande che facilitano la diuresi e la perdita di liquidi.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli