Home Gravidanza Salute e benessere

Alimentazione in gravidanza mese per mese: il primo trimestre

di Stefano Padoan - 01.02.2023 - Scrivici

alimentazione-in-gravidanza-nel-primo-trimestre
Fonte: Shutterstocks
Non occorre mangiare per due, soprattutto se le nausee sono una costante: come migliorare, allora, la propria alimentazione in gravidanza nel primo trimestre?

In questo articolo

Mese per mese, l'alimentazione in gravidanza nel primo trimestre

Una dieta equilibrata e sana è una delle preoccupazioni più comuni per una mamma in attesa: il corpo cambia, aumenta di peso e insorge la consapevolezza che le proprie scelte possono influenzare la buona crescita e la salute complessiva del bambino, oltre che quella della donna. Come cambia, allora l'alimentazione in gravidanzan nel primo trimestre rispetto alla dieta da seguire nel secondo e nel terzo trimestre?

Elena Aprile, autrice di "Non si mangia per due" (Red edizioni, 2022) ci offre la prima parte dei suoi consigli di alimentazione in gravidanza mese per mese, dedicata al primo trimestre.

Come cambia il corpo della mamma nel primo trimestre

"La gravidanza - esordisce Elena Aprile - è un percorso di crescita sia per la mamma che per il bambino. Se il feto infatti si sviluppa per prepararsi alla vita dopo il parto, la mamma fa spazio al bambino sia nel suo corpo che nella sua mente, preparandosi a sentirsi madre". Dalle prime settimane i cambiamenti riscontrabili sono una maggior sonnolenza, nausea e modificazioni del seno, anche se spesso non vengono da subito ricondotte alla gravidanza. "La sonnolenza compare perché il corpo della donna, soprattutto all'inizio, deve dedicare più energie alla creazione delle prime nuove cellule del bambino. Le nausee, invece, sono dovute al nuovo assetto ormonale: generalmente, nella maggior parte dei casi si attenuano con l'inizio del secondo trimestre".

I fabbisogni nutrizionali del primo trimestre

Nel primo trimestre i fabbisogni nutrizionali della madre non cambiano molto, perché inizialmente il metabolismo rallenta andando a favore della crescita del feto. L'alimentazione in gravidanza nel primo trimestre deve tenere conto di questa premessa."Consiglio non solo di non 'mangiare per due', che è un approccio totalmente superato. Ma anche di non aumentare le quantità dato che, inoltre, la nausea potrebbe rendervi difficile l'alimentarvi. Importante invece è comporre una dieta equilibrata e ascoltarsi: se non riuscite a mangiare per via della nausea, non forzatevi.

Non sono poche settimane a determinare la crescita sana del bambino", chiarisce la nutrizionista.

Cosa mangiare nel primo trimestre

Secondo il "Piatto della salute" di Harvard, un pasto ideale dovrebbe contenere 

  • 50% di verdure 

  • 50% di carboidrati e proteine

  • con l'aggiunta di olio extravergine di oliva

 

"Per far fronte alle nausee invece, largo a cibi secchi come pane tostato crackers, grissini (anche al mattino) - commenta Aprile -. Mantenete una buona idratazione, bevendo a piccoli sorsi e aromatizzando con limone e zenzero a pezzetti. Importante poi, per tutta la gravidanza, assumere acido folico per prevenire malformazioni congenite a carico del tubo neurale come la spina bifida. Si trova nei broccoli e nella verdura a foglia verde come gli spinaci".

Una ricetta per il primo trimestre: crackers pomodoro e origano

Prepariamo insieme i Crackers al pomodoro e origano, uno snack gustoso, veloce e nutriente (soprattutto un grande toccasana anti-nausea)

Ingredienti (per 4 persone):

  • 120 g di farina

  • 60 ml di acqua

  • 1 cucchiaio abbondante di concentrato di pomodoro

  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva

  • origano e sale qb

Procedimento

  1. In una ciotola, mescolate la farina e l'origano; aggiungete quindi l'olio, il concentrato di pomodoro diluito nell'acqua e mescolate. Impastate a mano, fino a che non avrete ottenuto una "palla" elastica e omogenea.
  2. Avvolgetela nella pellicola per alimenti e riponetela in frigo per almeno 30 minuti.
  3. Trascorso il tempo necessario, stendete l'impasto su un piano infarinato aiutandovi con un matterello fino a ottenere una sfoglia molto sottile: potete aiutarvi in questa operazione stendendo la sfoglia tra 2 due fogli di carta da forno.
  4. Con una rotella tagliate l'impasto in quadratini, praticate dei fori sulla superficie con una forchetta e cospargete di sale.
  5. Cuocete i crackers in forno preriscaldato a 200 °C per circa 8 minuti o comunque finché non inizieranno a dorarsi.

L'intervistata

Elena Aprile, autrice di "Non si mangia per due" (Red edizioni, 2022), laureata in Dietistica presso l'Università degli Studi di Ferrara, ha conseguito un Master in alimentazione e dietetica vegetariana e una certificazione come Lifestyle Coach. Appassionata di cucina, ama sperimentare e proporre nuove ricette a parenti, amici e a tutti coloro che la seguono sui social.

La sua pagina instagram è @ilmulinodelladietista.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli