Igiene orale

Carenza di vitamina D in gravidanza, più carie nei bambini

Di Nostrofiglio Redazione
carie-bambini.180x120
28 aprile 2014
Uno studio condotto dall'università di Manitoba in Canada ha dimostrato che la carenza di vitamina D in gravidanza aumenta nei bambini il rischio di sviluppare precocemente le carie.

Bassi livelli di vitamina D in gravidanza indeboliscono lo smalto dei denti dei bebè favorendo lo sviluppo precoce delle carie. Lo dimostra una ricerca pubblicata su Pediatrics, condotta su 207 donne incinte dall’università di Manitoba, in Canada.

 

I ricercatori hanno monitorato i livelli di vitamina D nel sangue delle donne e controllato la salute orale dei loro bambini, ad un anno dalla nascita. Il 33% delle donne aveva livelli bassi di vitamina D durante l’attesa, il 22% dei bambini aveva problemi di demineralizzazione dello smalto e fino al 36% dei piccoli aveva già i denti cariati.

 

Leggi anche: VITAMINE E SALI MINERALI PREZIOSI IN GRAVIDANZA

 

Le madri dei bimbi con le carie avevano i livelli più bassi di vitamina D rispetto alle mamme dei piccoli senza carie" spiegano gli autori dello studio.Commenta Antonella Polimeni, professore ordinario di odontoiatria pediatrica all’università Sapienza di Roma ed esperta del settore odontoiatrico per la Società italiana di pediatria (Sip) : “Lo studio attesta che la carenza di vitamina D in gravidanza è un fattore di rischio primario nell’insorgenza della carie dei bambini perché induce ad una demineralizzazione dello smalto dei denti, che resistono meno agli attacchi dei batteri del cavo orale.

 

Leggi anche: DENTINI CARIATI E BAMBINI

 

e DENTI SANI FIN DA PICCOLISSIMI

 

Più in generale però è l’igiene orale in gravidanza a fare la differenza perché i batteri del cavo orale materno si trasmettono ai bimbi, in particolare le colonie di Streptococcus mutans che provocano la carie.

 

Le future mamme dovrebbero seguire una più attenta e scrupolosa igiene orale per prevenire problemi al cavo della bocca dei figli, oltre che seguire un’alimentazione corretta che includa tutti i nutrienti e le vitamine, da integrare in caso di carenze".

 

"Altrettanto importante è evitare di dare ai bimbi bevande zuccherate e succhiotti col miele, soprattutto col biberon durante la notte, perché facilitano la fermentazione da parte dei batteri nella bocca.

 

Leggi anche: SIGILLATURA DEI DENTI, PERCHE' SERVE

 

Uno studio recente condotto al nostro dipartimento con quello di pediatria della Sapienza su alcuni tipi di latte artificiale addizionati di probiotici, dimostra che sono in grado di ridurre la proliferazione delle colonie di streptococco mutans. Anche questi potrebbero essere un valido ausilio per prevenire l’insorgenza di carie precoci nei bambini” conclude Antonella Polimeni.

 

Leggi le discussioni delle future mamme nel nostro FORUM su salute e gravidanza