Home Gravidanza Salute e benessere

Cos’è il climaterio e quali sono i sintomi

di Simona Bianchi - 07.06.2024 - Scrivici

cos-e-il-climaterio-e-quali-sono-i-sintomi
Fonte: Shutterstock
Il climaterio è il periodo che porta il corpo della donna alla fine della sua funziona riproduttiva. A che età arriva e cosa comporta

In questo articolo

Che cos’è il climaterio

Il climaterio è il periodo fisiologico della vita di una donna che precede e segue la menopausa. La progressiva carenza di ormoni e l'involuzione dell'attività funzionale delle ovaie, durante questa fase di transizione, portano vari disturbi fisici e psichici come insonnia, secchezza vaginale e vampate di calore. La scomparsa del ciclo mestruale non avviene immediatamente ma è preceduta dal climaterio, il periodo viene anche chiamato sindrome climaterica. Nel corso del climaterio si distinguono tre fasi:

  • Premenopausa che inizia con la comparsa d'irregolarità del ciclo e il declino della funzione ovarica
  • Menopausa che coincide con l'ultima mestruazione dopo 6-12 mesi di amenorrea
  • Post menopausa che inizia dopo un anno dalle ultime mestruazioni.

Quali sono i sintomi del climaterio

Nel corso del climaterio si manifestano i sintomi tipici associati alla menopausa. Questi disturbi possono essere più o meno frequenti e sono causati dalla ridotta produzione degli estrogeni e dalla progressiva involuzione dell'apparato uro-genitale. La sindrome climaterica provoca fastidi come:

  • Mal di testa
  • Difficoltà di memoria e concentrazione
  • Sbalzi d'umore
  • Sonno irregolare
  • Calo del desiderio sessuale
  • Problemi urogenitali come secchezza vaginale e dolore durante il rapporto sessuale
  • Perdita del tono della pelle
  • Capelli sottili
  • Aumento di peso
  • Vampate di calore e sudorazione eccessiva

In alcuni casi può essere necessaria una visita ginecologica per valutare la situazione. La sindrome climaterica può essere trattata con terapie ormonali e non ormonali, locali o sistemiche. Le prime vengono utilizzate solo nel caso in cui non vi siano controindicazioni come l'aumento del rischio di tumore mammario dopo il prolungato uso di ormoni o quello tromboembolico se la paziente è in sovrappeso o fumatrice. Le terapie non ormonali sono usate per portare grande beneficio e senza incorrere in rischi o effetti collaterali, mentre le terapie locali hanno un buon impatto sulla sintomatologia genito-urinaria. Come segnala l'Humanitas, la terapia migliora la qualità della vita e riduce i sintomi.

È rivolta principalmente alla riduzione della perdita di massa ossea e del rischio cardio-vascolare. L'effetto benefico dei trattamenti comporta inoltre il miglioramento dei sintomi legati alla carenza di estrogeni.

Quando inizia e quanto dura il climaterio

Generalmente il climaterio si presenta tra i 45 e i 55 anni e prosegue anche nel post menopausa. Questo periodo ha una durata variabile da donna a donna che va dai 7 ai 10 anni. Le complicanze più gravi legate alla carenza degli estrogeni sono l'osteoporosi e la malattia cardiovascolare. Nel corpo della donna si avvia una progressiva riduzione dei follicoli e della steroidogenesi; compaiono cambiamenti del metabolismo e un aumento del rischio cardiovascolare come ipertensione arteriosa, dislidemia, sindrome metabolica e diabete. Vi sono anche delle alterazioni neurovegetative come sudorazioni, vampate di calore e palpitazioni e manifestazioni psicogene quali insonnia, ansia, depressione, sbalzi d'umore e calo del desiderio sessuale.

Come si fa a capire se si è in premenopausa

Il climaterio e la menopausa vengono spesso confusi e considerati la stessa cosa ma in realtà si tratta di due momenti ben distinti tra loro. La menopausa è un evento specifico ovvero la fine delle mestruazioni, il climaterio comprende tutta una serie di cambiamenti ormonali e sintomi che si presentano prima e dopo la cessazione dei flussi mestruali. Ha inizio con la premenopausa i cui primi segnali possono verificarsi già tra i 40 e i 45 anni. Si nota un'irregolarità dei cicli mestruali con ritardi significativi o cicli ravvicinati ogni 20-25 giorni, alcune donne possono sentirsi più stanche e avvertire un calo dell'energia. Altre manifestazioni della premenopausa sono dolori muscolari, mal di testa e difficoltà di concentrazione, aumento di peso, riduzione del desiderio sessuale, disturbi del sonno e pelle e capelli secchi e spenti con la comparsa delle prime rughe sottili intorno agli occhi e alle labbra.

Fonti

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli