Home Gravidanza Salute e benessere

Cloasma: la prevenzione delle macchie della pelle in gravidanza

di Nostrofiglio Redazione - 25.02.2021 - Scrivici

tinta-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Cloasma: la prevenzione è possibile? Usare una buona protezione solare, stare il più possibile all'ombra, non usare scrub e altri consigli

Che cosa è il cloasma

Il cloasma gravidico è conosciuto anche come melasma, o maschera della gravidanza e colpisce soprattutto le donne con carnagione più scura.

In genere le macchie legate al melasma gravidico compaiono a partire dal quarto mese di gravidanza e comunque entro il sesto mese.

Cloasma: la prevenzione

In gravidanza può capitare che vengano delle strane macchie scure sulla pelle. Di solito si posizionano sopra le labbra, la fronte, le guance e il naso... e si forma la cosiddetta "maschera gravidica".

Il termine medico del fenomeno è cloasma o anche melasma gravidico e affiora principalmente d'estate a causa dei raggi solari. Purtroppo una volta comparso è molto difficile eliminarlo e si può solo ridurre o camuffare.

I medici dell'American academy of dermatology hanno stilato le regole per evitarne lo sviluppo.

Come prevenire il cloasma

  1. La prima regola è applicare sempre uno schermo solare ad elevata protezione, anche quando la giornata è nuvolosa e dopo il bagno, da spalmare 15 minuti prima di esporsi al sole.
  2. Indossare comunque sempre un cappello a tesa larga e stare il più possibile all'ombra, anche se si usano i filtri solari.
  3. Non usare creme cosmetiche esfolianti e scrub. Evitare in generale le creme che, all'applicazione, pizzicano o danno bruciore perché irritano la pelle e peggiorano lo stato delle macchie.
  4. Evitare inoltre di depilare l'area ricoperta dalle macchie. "La depilazione accentua il melasma, quindi è bene cercare di risparmiare le zone a rischio da cerette e quanto altro".

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli