Home Gravidanza Salute e benessere

COVID-19: rischi per le donne incinte

di Penelope Greco - 16.03.2021 - Scrivici

covid-19
Fonte: Shutterstock
Che rischio hanno le donne incinte di contrarre il Covid 19? Ecco una nuova ricerca dell'Università di Birmingham e OMS

È notizia di pochi giorni fa: Pfizer e BioNTech hanno arruolato le prime partecipanti per uno studio globale di fase II/III per valutare il vaccino BNT162b2 nella prevenzione della COVID-19 nelle donne incinte. La sperimentazione sarà condotta negli Stati Uniti, Canada, Argentina, Brasile, Cile, Mozambico, Sudafrica, Regno Unito e Spagna. Circa 4000 donne incinte in buona salute di 18 anni e più saranno assegnate in modo casuale a ricevere due dosi di BNT162b2 o di placebo, somministrate a distanza di 21 giorni l'una dall'altra. Le partecipanti saranno vaccinate durante le 24-34 settimane di gestazione. Ma intanto le donne incinte sono ritenute categoria a rischio per contrarre il Covid 19. E arriva una nuova ricerca a dare maggiori informazioni. 

In questo articolo

Covid 19: cosa dice la nuova ricerca

Secondo la ricerca condotta dall'Università di Birmingham e Organizzazione mondiale della sanità (OMS), le donne incinte con COVID-19 sono a maggior rischio di COVID-19 grave, in particolare se provengono da minoranze etniche o se hanno condizioni preesistenti come obesità, ipertensione e diabete. La loro ricerca, pubblicata sul British Medical Journal, fa parte di una continua analisi dei dati, iniziata nell'aprile 2020, e segue la prima pubblicazione dei ricercatori nel BMJ lo scorso agosto.

Quest'ultima pubblicazione descrive in dettaglio l'analisi dei ricercatori dei risultati di 192 studi - ulteriori 115 studi rispetto a quelli inclusi nella loro pubblicazione di agosto - sull'impatto del COVID-19 sulle donne in gravidanza e sui loro bambini.

La revisione ha rilevato che 1 donna incinta su 10 o di recente gravidanza che sono state ricoverate in ospedale sono state diagnosticate con COVID-19. Complessivamente, 339 donne in gravidanza con COVID-19 sono decedute per diverse cause (0,02% su un totale di 41.664 donne coinvolte in 59 studi). Lo studio ha anche rilevato che i tassi complessivi di morte neonatale sono bassi nelle donne con COVID-19 sospetto o confermato.

Covid 19: i sintomi

I sintomi clinici più comuni di COVID-19 nelle donne in gravidanza erano:

  • febbre (40%) 
  • tosse (41%)

anche se avevano maggiori probabilità di essere asintomatiche.

L'aumento dell'età materna, l'elevato indice di massa corporea, l'etnia non bianca e altri problemi come ipertensione cronica e diabete, sono stati identificati come fattori di rischio per le donne in gravidanza che sviluppano COVID-19 grave. Mentre emergono prove dalla revisione che le condizioni specifiche della gravidanza come la pre-eclampsia e il diabete gestazionale possano essere associate a grave covid-19, gli autori affermano che sono necessari più dati per valutare meglio l'associazione tra fattori di rischio specifici della gravidanza e COVID- 19.

Il primo autore, il dott. John Allotey, del WHO Collaborating Center for Global Women's Health con sede presso l'Università di Birmingham, ha dichiarato: "Le donne incinte dovrebbero essere considerate un gruppo ad alto rischio, in particolare quelle identificate per avere fattori di rischio, per COVID-19 grave. Le madri dovrebbero anche essere rassicurate invece sul fatto che il rischio per i loro bambini è molto basso ".

La professoressa Shakila Thangaratinam, autrice corrispondente e co-direttrice del Centro di collaborazione dell'OMS per la salute globale delle donne presso l'Università di Birmingham, ha aggiunto: "Nella situazione attuale, in cui le prove vengono prodotte rapidamente, la nostra revisione sistematica vivente è fondamentale per affrontare importanti questioni di ricerca e per modellare la politica sanitaria e il processo decisionale clinico. Le donne incinte e gli operatori sanitari dovranno tenere conto dei rischi aggiuntivi affrontati dalle donne incinte con COVID-19 nel prendere decisioni come l'assunzione di vaccini se offerti per prevenire il COVID-19 e pianificare la gestione in gravidanza".

Donne incinte e vaccino

Visto il rischio maggiore, le donne incinte dovrebbero avere il vaccino con priorità. Questo almeno è il parere della dott.ssa Kristina Adams Waldorf, dell'Università di Washington School of Medicine. "I nostri dati indicano che le donne incinte non evitano di contrarre il virus come speravamo. Inoltre, le donne di colore, hanno più possibilità di contrarlo".

La cosa fondamentale, secondo gli esperti, è quella di informarsi rispetto al rischio di infezione da Covid-19 (ad esempio se si fa parte del personale sanitario), parlare sempre con il proprio medico e valutare i rischi del Covid-19 in gravidanza per la salute materna e quella fetale, in attesa che gli studi effettivi sugli eventuali rischi in gravidanza e in allattamento vengano verificati.

Fonti articolo: Eurekalert.org, Pfizer, American Journal of Obstetrics and Gynecology

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli