alimentazione in gravidanza

Disturbi digestivi in gravidanza: consigli e un menu tipo per affrontarli

Di Valentina Murelli
disturbi-gastrici-in-gravidanza
23 dicembre 2019
Nausea, pesantezza, bruciore allo stomaco, reflusso: come tenere sotto controllo i comuni disturbi gastrici in gravidanza con i consigli della nutrizionista Giulia Privitera

Nausea, pesantezza, bruciore di stomaco, reflusso: sono disturbi molto comuni che si possono manifestare durante la gravidanza. "Quasi la metà delle mamme può andare incontro nel periodo dell'attesa a disturbi gastrointestinali, dovuti sia ai cambiamenti ormonali tipici della gravidanza, sia agli effetti 'meccanici' generati dalla pancia che cresce" afferma Giulia Privitera, dietista specializzata in alimentazione e nutrizione umana alla Clinica Mangiagalli di Milano.

Anche se in alcuni casi purtroppo non c'è molto che si possa fare, a parte sopportare il disturbo (che comunque in genere scomparirà con il parto, o con l'ingresso nel secondo trimestre di gravidanza nel caso della nausea), è indubbio che abitudini dietetiche errate possono influenzare e aggravare sia la sensazione di nausea e pesantezza, sia il reflusso. Ecco allora una serie di consigli di Privitera per tenere sotto controllo i disturbi gastrointestinali considerati nel loro complesso:

  • evitare alimenti a elevata acidità come agrumi, pomodori, cioccolata;
  • evitare bevande contenenti caffeina e bevande gassate;
  • evitare cibi elaborati o grassi, per esempio perché contenenti panna o burro;
  • fare pasti meno abbondanti e cercare di frazionare di più i pasti durante la giornata. Soprattutto la cena dovrebbe essere leggera e composta da alimenti di facile digestione;
  • mangiare lentamente, masticando con calma i bocconi;
  • ricordare che alcune verdure – finocchi, carote, zucchine – possono attenuare i dolori di stomaco;
  • utilizzare tisane e infusi a base di finocchio, camomilla, malva, liquirizia. In alcuni casi possono essere d'aiuto;
  • prediligere preparazioni semplici come la cottura al vapore, ai ferri, alla griglia, alla piastra, al forno, al cartoccio o cotture brevi in padella;
  • evitare in generale un'alimentazione sbilanciata, troppo ricca di grassi, proteine e povera o priva di carboidrati che in gravidanza è assolutamente sconsigliata;

Menu tipo contro i disturbi gastrici

I suggerimenti della dottoressa Privitera per un menu giornaliero in gravidanza "amico dello stomaco".

 

Colazione

una tazza di yogurt bianco con avena +frutta secca e semi oleosi

 

Spuntini

frutta fresca di stagione oppure frullato con latte vegetale;

un pacchetto di crackers integrali

 

Pranzo

piatto unico di farro con pesce cotto al forno e zucchine;

verdure di stagione

 

Cena

crudité di verdure con hummus di ceci e carote;

vellutata di zucca con pane integrale o di segale;

una tazza tiepida di infuso di malva

 

Attenzione: i consigli dietetici forniti sono puramente indicativi e non devono essere considerati sostitutivi delle indicazioni del medico, in quanto alcune pazienti possono richiedere adattamenti della dieta sulla base della situazione clinica individuale. "In alcuni casi, conclude Privitera, se i disturbi non si attenuano e rendono praticamente impossibile il normale svolgersi delle attività quotidiane, il medico potrebbe prescrivere farmaci specifici antinausea o antiacidità".