Home Gravidanza Salute e benessere

Mal di testa in gravidanza, quando non sottovalutarlo

di Elena Berti - 29.03.2022 - Scrivici

emicrania-e-complicazioni-in-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Emicrania e complicazioni in gravidanza: quando non sottovalutare il mal di testa che potrebbe portare ipertensione, preeclampsia, parto prematuro.

Emicrania e complicazioni in gravidanza

Il mal di testa è una condizione che può assumere tratti invalidanti, soprattutto se se ne soffre in maniera ricorrente e se associato ad altri disturbi, in particolare quelli neuro-vegetativi. Quando una donna è incinta non dovrebbe sottovalutare gli episodi di cefalea, perché potrebbe esserci un collegamento tra emicrania e complicazioni in gravidanza

In questo articolo

Quale collegamento tra emicrania e complicazioni in gravidanza

Secondo uno studio promosso da alcuni ricercatori di un ospedale di Boston, le donne che hanno tendenza a soffrire di emicrania in gravidanza sarebbero più a rischio di complicazioni, tra cui parto pretermine, preeclampsia o ipertensione gestazionale

Anche se le donne sono particolarmente soggette a mal di testa ricorrenti - una su cinque ne soffre - fino a oggi non erano chiare le conseguenze che i fenomeni di cefalea potessero avere sulla gestazione, ma questo studio pone l'attenzione sulla necessità di seguire in maniera più precisa le future mamme colpite abitualmente da emicrania. 

Quali sono i rischi del mal di testa in gravidanza

Sono state 30mila le gravidanze osservate in circa vent'anni di tempo, di cui un 11% di donne già soffriva di emicrania prima di restare incinta. Quelle che hanno avuto episodi di mal di testa ricorrenti in gravidanza aveva il 17% in più di rischi di sviluppare complicanze come diabete, ipertensione, preeclampsia ma anche basso peso alla nascita e parto pretermine. Addirittura, si sale al 28% di probabilità di sviluppare ipertensione gestazionale, e ben oltre il 40% di probabilità di essere colpite da preeclampsia, che arriva al 51% nelle donne con cefalea accompagnata da aura. 

Cosa fare se si soffre di emicrania in gravidanza

Chi soffre di mal di testa potrebbe vedere un miglioramento durante la gravidanza, ma non è detto. Al contrario, chi non ha mai sperimentato cefalee ricorrenti potrebbe invece iniziare ad averne. In ogni caso, quando si soffre continuamente di mal di testa in gravidanza è meglio comunicarlo al medico e tenere sotto controllo alcuni parametri come la pressione sanguigna. È importante anche interrompere l'emicrania appena si presenta, prendendo analgesici concessi o su prescrizione del medico in accordo col ginecologo. Questo è fondamentale per evitare anche gli effetti collaterali del mal di testa, che quando si intensifica può portare anche episodi di nausea, vomito, anoressia, ipotensione o disidratazione. 

Tutte queste condizioni potrebbero mettere a rischio non solo lo sviluppo regolare del feto, ma anche la sua vita, per questo è importante frenare sul nascere la cefalea e non aspettare che passi da sé. Se avete dubbi sull'impiego delle medicine in gravidanza chiede al medico di rispondere alle vostre domande. 

Possono essere utili anche rimedi naturali contro il mal di testa, come verificare la postura per evitare di sovraccaricare la cervicale, uno dei motivi principali di emicrania, eventualmente andando da un fisioterapista per avere giovamento dai massaggi; evitare l'esposizione prolungata agli schermi, proteggere gli occhi dalla luce blu e verificare la vista per essere sicure di non aver bisogno di occhiali. O ancora mangiare cibi facilmente digeribili e che aiutano, grazie all'apporto di vitamine e minerali, a combattere il mal di testa, come per esempio frutta, verdura, mandorle, albicocche secche, legumi e riso integrale. Dormire molto e idratarsi, inoltre, concorrono a tenere sotto controllo le cefalee.

Le emicranie, secondo uno studio, possono avere anche conseguenze importanti durante la gestazione e scatenare complicazioni in gravidanza, per questo è necessario tenerle sotto controllo e informare il proprio medico qualora si soffrisse di mal di testa.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli