Home Gravidanza Salute e benessere

Gommone in gravidanza: consigli e rischi

di Elena Berti - 04.10.2021 - Scrivici

gommobe-in-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Gommone in gravidanza: consigli e rischi nel primo, secondo e terzo semestre, le raccomandazioni dei medici e i pericoli del mare

Gommone in gravidanza: consigli e rischi

La gravidanza non è una malattia: viene ripetuta spesso questa frase alle donne che, scoprendo di essere incinte, tempestano di domande più o meno strane il medico. Ed è vero, la gravidanza non è una malattia ma uno stato fisiologico, ma rappresenta comunque uno stravolgimento dell'equilibrio della donna e del suo corpo. Non solo: oltre a subire dei cambiamenti non da poco, la futura mamma è responsabile della vita che cresce dentro di sé. Una delle domande più frequenti riguarda sicuramente quali attività sono da evitare durante i nove mesi. Oggi quindi parliamo del gommone in gravidanza: si può uscire in mare? Quali sono i rischi? Scopriamolo insieme.

In questo articolo

La gravidanza, un periodo delicato

Oltre ai cambiamenti dovuti agli ormoni, alla pressione, alla stanchezza, la donna incinta deve fare i conti con molte altre questioni. Il bambino che porta in grembo dipende dalle sue scelte e anche se nella maggior parte dei casi si può condurre una vita come prima, ci sono comunque alcuni accorgimenti o divieti assoluti di cui tenere conto. Alcuni di questi riguardano per esempio l'alimentazione, per cui non si possono consumare pesce crudo, latticini non pastorizzati o altri cibi. Vanno poi evitati alcuni medicinali, ma anche le grosse fatiche. 

Usare la barca in gravidanza

Abbiamo fatto la dovuta premessa e la ribadiamo: in linea di massima, se la gestazione si svolge senza problemi, non ci sono divieti all'uso della barca in gravidanza. Ovviamente sta alla futura mamma capire se sia o meno il caso e se stia esponendo sé e il bambino a un pericolo: in caso di mare mosso e di barche molto piccole, sarebbe meglio evitare.

Andare in gommone incinte

Il gommone non rientra propriamente nella categoria delle barche: le sue dimensioni sono ridotte e il suo uso solitamente limitato. Non si utilizza per recarsi in qualche destinazione ma più come passatempo per uscire a largo e fare dei bei bagni. Proprio per le sue dimensioni e per il motore potete, il gommone è soggetto a sobbalzi continui, che potrebbero non essere positivi per le donne incinte

Ecco quindi le raccomandazioni da seguire: 

  • se siete abituate a usare il gommone, aspettate la fine del primo trimestre per riprendere a utilizzarlo (e se l'estate passa, rimandate all'anno dopo!)
  • potete fare un giro senza prendere rischi, se il mare è calmo e procedete tranquillamente
  • non salite sul gommone se non sapete nuotare
  • non salite sul gommone se siete soggette al mal di mare, in gravidanza potrebbe peggiorare
  • non uscite in mare se il sole è troppo alto, potreste prendere un'insolazione e svenire
  • usate il gommone solo con qualcuno di esperto
  • evitate se non vi sentite bene
  • evitate di uscire col gommone nel terzo trimestre

Detto questo, bisognerebbe sempre chiedere al proprio ginecologo, che conosce il vostro stato di salute, se sia il caso o meno di uscire in mare. In linea di massima, infatti, i rischi sembrano più alti dei benefici e a meno che non siate habitué, in perfetta forma, nel secondo trimestre e il mare sia una tavoletta. 

Sono in vacanza, posso fare i tuffi dal gommone?

Diciamo che le regole sono quelle espresse sopra: soprattutto se non avete l'abitudine a uscire in mare, gli esperti consigliano di evitare. Ma c'è di più: moltissime compagnie che noleggiano o effettuano il servizio, per esempio nelle località di vacanza, non prendono a bordo donne incinte: comunicatelo, quindi, se foste nel primo trimestre e non fosse evidente.

Insomma, il gommone in gravidanza sarebbe da evitare per diversi motivi: gli scossoni dei rimbalzi sulle onde, che non sono mai positivi soprattutto nel primo e nel terzo trimestre; il rischio di malore, insolazione, mal di mare… Se volete godervi il mare, per un'estate accontentatevi di quello a riva, o al massimo uscite con barche più grandi ma sempre dopo aver avuto l'ok dal vostro medico. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli