Home Gravidanza Salute e benessere

Quali creme usare in gravidanza e come scegliere quelle giuste

di Angela Bisceglia - 04.11.2022 - Scrivici

quali-creme-usare-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Quali creme usare in gravidanza: quali cosmetici e creme viso e corpo si possono usare in gravidanza e quali non si devono usare. Marchi e consigli

In questo articolo

Quali creme usare in gravidanza

"In gravidanza può succedere che la pelle diventi più sensibile e che anche cosmetici collaudati per anni possano dare qualche reazione cutanea" dice Angelo Marzano, Dirigente medico presso la Clinica dermatologica - Università di Milano. "E' anche vero però che tante donne continuano ad adoperare tranquillamente le stesse creme di prima senza avere alcun fastidio. Ma quali creme usare in gravidanza e quali evitare?

Creme viso da utilizzare in gravidanza

Il consiglio è di continuare a usare gli stessi cosmetici se non danno problemi; se però dovessero manifestarsi pizzicori o reazioni cutanee, sarà necessario rivolgersi a linee specifiche per pelli sensibili o, ancor meglio, sentire il parere di un dermatologo".

Aggiunge: "Come indicazione di massima, i cosmetici hanno una penetrazione solo superficiale e non vengono assorbiti al punto da poter attraversare la barriera placentare e raggiungere il feto".

"I prodotti davvero 'off limits' sono pochi: è sconsigliato ad esempio usare creme (che più che cosmetici sono farmaci) con acido retinoico, un derivato della vitamina A indicato in caso di acne. A dire il vero, non vi sono evidenze scientifiche della teratogenicità (cioè i possibili rischi al feto) delle applicazioni locali di acido retinoico (di cui invece è tassativamente vietata l'assunzione per via orale nei nove mesi e nei due anni precedenti la gravidanza), ma per precauzione si preferisce rivolgersi ad alternative più sicure, come creme blandamente esfolianti.

Da evitare anche i peeling chimici ad elevate concentrazioni, mentre sono concesse concentrazioni cosmetiche, tipo l'acido glicolico fino al 5%.

Meglio lasciar stare i prodotti di erboristeria: certe erbe o fitoestratti, per quanto 'naturali', potrebbero infatti dar luogo a reazioni cutanee, specie se ci si espone al sole.

Quindi, in sostanza, evitare:

  • il retinolo: i Retinoidi sono utilizzati nelle creme anti-age, anche se le quantità assorbite dalla pelle sono minime, meglio non correre rischi, perché il retinolo può vere conseguenze anche gravi, come malformazioni, sullo sviluppo del feto
  • alcuni conservanti: triclosan e parabeni potrebbero rappresentare un rischio perché hanno la stessa struttura degli estrogeni;
  • gli ftalati: fungono da ammorbidente, andrebbero evitati sempre perché sono collegati al rischio di cancro e altri problemi di salute
  • la tetraciclina: molte creme contro i brufoli contengono tetraciclina, che potrebbe penetrare dentro le ossa del feto.

Per il resto, valgono alcune regole di buon senso: acquistare solo prodotti di marchi dermatologici, non applicare i cosmetici dopo la scadenza o se si notano segni di alterazione e dare sempre una sbirciata alle etichette, in modo da accertarsi che non vi siano avvertenze specifiche per donne gravide".

Creme antismagliature

Contro le smagliature usare prodotti naturali come:

  • olio di mandorle;
  • olio di rosa mosqueta;
  • olio di germe di grano;
  • creme contenenti bava di lumaca, una sostanza ricca di collagene, vitamina C, vitamina E e allantoina, la quale ripara le "zone ferite";
  • creme di marchi con formula specifica per la gravidanza, come Rilastil o Bionike.

Revisionato da Francesca Capriati

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli